Opzioni alternative per il trattamento dell'ADHD

L'ADHD è stato tradizionalmente associato ai bambini. Si prevede che circa il 12,9% degli uomini americani e il 4,9% delle donne americane riceveranno una diagnosi di ADHD prima o poi nella loro vita. La diagnosi potrebbe arrivare quando sono bambini, ma molti dei sintomi possono seguirli durante l'età adulta. Altri non vengono diagnosticati finché non sono adulti. Negli ultimi anni, medici e terapisti hanno notato questo disturbo più spesso negli adulti, ma non sanno come trattare l'ADHD negli adulti. A complicare ulteriormente le cose, il trattamento dell'ADHD per adulti è ancora uno sviluppo relativamente nuovo.

Ai bambini con diagnosi di ADHD vengono generalmente somministrati farmaci da assumere. Questo ha senso perché i bambini hanno ancora molto da imparare sulla vita, ma devono interagire con gli altri e cercare di imparare a scuola. Il farmaco li aiuta a fare bene in quegli anni formativi importanti.




Fonte: rawpixel.com



I farmaci per l'ADHD hanno dei vantaggi. Tuttavia, i farmaci presentano rischi che molte persone non sono disposte a prendere. Fortunatamente, ci sono modi per trattare l'ADHD senza farmaci. Sebbene il trattamento naturale per l'ADHD non sia sempre sufficiente, può comunque avere un effetto significativo sia che tu stia assumendo farmaci o meno.

Come vengono utilizzati i farmaci per il trattamento dell'ADHD

Quando un medico diagnostica un bambino o un adulto con ADHD, la maggior parte prescrive un tipo di farmaco approvato per l'uso nel trattamento dell'ADHD. Scrivono una ricetta per il farmaco e mandano il paziente per la loro strada. Ogni 1-3 mesi, hanno un altro appuntamento per discutere i sintomi dell'ADHD che hai notato, come il farmaco sembra essere d'aiuto se lo è e gli eventuali effetti collaterali del farmaco.




Fonte: rawpixel.com

Medici esperti suggeriscono una terapia per aiutarti a identificare i problemi legati al tuo disturbo da deficit di attenzione e trovare modi per affrontarli. Tuttavia, è raro che un medico suggerisca trattamenti alternativi per l'ADHD a meno che non li porti prima.

Farmaco vs. Trattamenti naturali ADHD

La risposta di un medico è in genere quella di prescrivere farmaci. Questa è la soluzione più rapida che conoscono e possono affrontarla con una visita medica di 15 minuti ogni 1 o 3 mesi. Il tempo che trascorrono tra le visite dipende sia dalla gravità della condizione che dal numero di visite consentite dalla loro assicurazione.



La terapia per l'ADHD di solito richiede visite di un'ora con un consulente più volte al mese all'inizio. Se vuoi seguire un corso non medico di trattamento naturale per l'ADHD, puoi farne molti ogni giorno da solo o dopo aver consultato un medico. Tuttavia, se perdi un giorno, non devi preoccuparti degli spiacevoli effetti collaterali fisici derivanti dall'interruzione improvvisa del trattamento. Puoi invece rimetterti in carreggiata in qualsiasi momento per alleviare i sintomi del disturbo stesso.

Quando uno psichiatra o un medico di famiglia prescrive farmaci per il trattamento dell'ADHD, spetta alla persona che ha il disturbo ricordarsi di prendere il farmaco come prescritto. Come con tutti i trattamenti farmacologici, molti pazienti non sono conformi al loro regime di dosi giornaliere. Con l'ADHD, questo problema è aggravato perché la persona che ha la condizione ha problemi di attenzione che rendono difficile concentrarsi sul seguire una specifica routine di farmaci.

Gli effetti collaterali dei farmaci per l'ADHD possono includere:



  • Scarso appetito
  • Problemi con il sonno
  • Sbalzi d'umore
  • Problemi di cuore
  • Ipertensione
  • Diminuzione dell'autostima
  • Pensieri o gesti suicidi

Trattamenti alternativi per l'ADHD molto raramente hanno effetti collaterali dannosi. L'unica eccezione potrebbe essere se prendi integratori senza consultare un medico e finisci per prenderne troppi.

Un altro problema con i trattamenti medici per l'ADHD è che non insegnano abilità di coping che possono rimanere con te per tutta la vita. Quando stai curando l'ADHD senza farmaci, sei costretto a imparare a pensare e ad agire in modo diverso oltre a usare i rimedi naturali.

Tipi di trattamenti naturali per l'ADHD

Puoi scegliere tra diversi trattamenti alternativi per l'ADHD, oppure puoi utilizzare più di una delle opzioni naturali di trattamento dell'ADHD per ottenere un migliore controllo della tua condizione. Puoi eseguire alcuni di questi trattamenti da solo, mentre altri richiedono il contributo e / o l'assistenza di un medico. Includono evitare additivi alimentari e allergeni, usare il neurofeedback, fare yoga o tai chi, trascorrere del tempo all'aperto o aggiungere integratori alla dieta.

Diete di eliminazione

Gli additivi alimentari sembrano essere problematici per i bambini con ADHD. Sebbene i risultati della ricerca conclusiva non siano ancora confermati né per i bambini né per gli adulti con ADHD, potrebbe valere la pena evitarli. Devi controllare le etichette e potresti dover rinunciare ai cibi che ti piacciono. Ricorda che solo perché un additivo alimentare si trova in un certo tipo di cibo, non significa che additivo sia ogni marca o varietà di quel cibo. È sempre meglio controllare l'etichetta.




Fonte: pixabay.com

Ecco alcuni degli additivi alimentari da evitare:

  • Benzoato di sodio: si trova spesso in bevande gassate, marmellate, succhi di frutta e condimenti per insalata.
  • FD&C Giallo, no. 6: può essere trovato in salsa di formaggio, patatine, biscotti, marmellate e gelatine, preparati per zuppe, bibite analcoliche, pangrattato e caramelle.
  • FD&C Giallo, no. 5 (tartrazina): può essere trovato non solo in alimenti come latte scremato, yogurt, gelato, cereali per la colazione, bevande miste alcoliche comprese le aspre, snack al formaggio di colore arancione e burro, ma anche nei cosmetici.
  • FD&C Rosso n. 40: gelati, bibite analcoliche, caramelle, cereali, snack e prodotti da forno nonché in alcuni farmaci per bambini.

Gli allergeni possono anche aumentare i sintomi del disturbo da deficit di attenzione. In uno studio recente, 41 bambini sono stati sottoposti a una dieta che eliminava gli alimenti che si pensava potessero scatenare l'ADHD. Dei 41 bambini, 32 di loro hanno sperimentato una diminuzione dei sintomi della condizione.

Alcuni degli allergeni da evitare includono:

  • latte
  • Uova
  • Cioccolato
  • Frutti di bosco
  • Peperoncino in polvere
  • Mele
  • Uva
  • Arance
  • Pesche
  • Prugne
  • Le prugne
  • Pomodori

Assunzione di integratori per trattare l'ADHD naturalmente

Sono stati condotti diversi studi per esplorare i potenziali benefici dell'integrazione di diete per le persone con ADHD. In uno studio che è stata una rivalutazione dei progetti di ricerca passati, i ricercatori hanno stabilito che c'erano ragioni adeguate per suggerire che lo zinco aiuta con l'ADHD. La maggior parte degli studi sono per i bambini. Tuttavia, gli adulti potrebbero scoprire che l'aggiunta di queste vitamine, minerali e altri integratori alla loro dieta potrebbe aiutare notevolmente.

Prima di prendere qualsiasi integratore, è sempre meglio consultare un medico per scoprire il livello attuale di vitamina, minerale o altra sostanza nel tuo corpo. Ecco un elenco di integratori che possono rivelarsi utili se approvati dal tuo medico:

  • Zinco
  • L-carnitina
  • Vitamina b-6
  • Magnesio

Che cos'è il neurofeedback e come funziona per l'ADHD?


Fonte: pixabay.com

Il neurofeedback è uno sviluppo interessante nel trattamento dell'ADHD negli adulti. Non è ancora dimostrato, ma sono in corso studi per valutarne l'efficacia. Il modo in cui si dice che funzioni è che insegna al tuo cervello a entrare in uno stato concentrato e attento quando necessario.

I terapisti sono solitamente quelli che conducono sessioni di neurofeedback nei loro uffici. Se stai ricevendo questo trattamento, sei dotato di elettrodi sul cuoio capelluto per il monitoraggio EEG. L'EEG monitora le tue onde cerebrali theta e beta.

Quindi, guardi lo schermo di un computer. In genere, vedi una scena colorata in grigio quando la guardi per la prima volta. Se si mantiene l'attenzione, nella scena potrebbero apparire altri oggetti e / o colori vivaci. Se si perde la concentrazione, la scena torna al suo colore grigio originale e gli oggetti aggiunti scompaiono.

Quando riesci a vedere la scena piena e colorata, di solito è perché il tuo cervello ha stabilito la connessione senza che tu ne sia consapevole. Coloro che credono che il neurofeedback debba essere perseguito come trattamento alternativo per l'ADHD credono che gli effetti del neurofeedback avranno benefici duraturi per le persone con disturbo da deficit di attenzione.

Come funziona lo yoga nei trattamenti per l'ADHD?

La ricerca ha dimostrato che lo yoga è migliore dei comuni esercizi motori nell'aiutare i trattamenti per l'ADHD. Se sei nuovo nello yoga, e in particolare se sei in cattive condizioni fisiche, un corso di yoga riparatore è un buon punto di partenza. Il modo in cui funziona è che, durante lo yoga, sei concentrato sul tuo corpo e sul tuo respiro mentre esegui i movimenti fisici. Questo può aiutarti ad allontanarti dall'energia mentale sfocata e allenare il tuo cervello ad essere più tranquillo.

È utile trascorrere del tempo all'aperto per alleviare i sintomi dell'ADHD?

Andare all'aria aperta è un trattamento efficace per molte condizioni, specialmente quelle che colpiscono il cervello. Uno studio suggerisce che esiste un collegamento tra l'essere dentro e sperimentare i sintomi dell'ADHD. Lo scopo dello studio era di vedere se c'era una connessione con la diminuzione del tempo all'aperto e il recente aumento delle diagnosi di ADHD. Dallo studio è emerso che quando i bambini trascorrevano più tempo in ambienti costruiti che nell'ambiente naturale che trovano all'aperto, avevano un aumento dei sintomi del disturbo.


Fonte: pexels.com

Fare i primi passi: parlare con un consulente dell'ADHD

Cercare aiuto per l'ADHD adulto è semplice come parlare con un consulente dei tuoi sintomi. Il consulente ti valuterà per vedere se hai veramente il disturbo. Quindi, possono fornire terapia cognitivo comportamentale e altre terapie della parola per aiutarti a imparare a gestire i sintomi. Possono anche consigliarti sull'utilizzo di trattamenti alternativi per l'ADHD, monitorare i tuoi progressi e fornire feedback su ciò che puoi fare in modo diverso per alleviare i tuoi sintomi. Tutto inizia con quella prima telefonata. Puoi parlare con un consulente autorizzato su BetterHelp.com ogni volta che sei pronto per iniziare.