La terapia cognitivo comportamentale per l'ansia è efficace?

Al suo meglio, l'ansia ti dà una sensazione nervosa e inquietante che passa da sola dopo un po 'di tempo. Nel peggiore dei casi, l'ansia può farti uscire da un sonno profondo e coprire il tuo corpo di sudore. Potresti sentire oppressione al petto e nausea allo stomaco. Il panico si insinua e potresti sentire come se non riuscissi a respirare né a muoverti.



Fonte: pixabay.com



L'ansia è un disturbo della salute mentale comune. Non esiste una pillola magica per curare completamente l'ansia. Fortunatamente, ottenere la giusta terapia può aiutare a prevenire i sintomi dell'ansia. I farmaci a volte aiutano a prendere il sopravvento. Non tutti coloro che vivono con l'ansia hanno bisogno di terapia e farmaci. Il trattamento dipende dalla gravità dei sintomi e dalla disponibilità del paziente a partecipare alla terapia e utilizzare le proprie capacità di coping. L'altra buona notizia è che è abbastanza facile trovare buoni terapisti specializzati nel trattamento dell'ansia.

Anche la ricerca sul trattamento dell'ansia è una buona notizia. Centinaia di studi hanno dimostrato più e più volte che un certo tipo di terapia funziona chiaramente e costantemente bene per il trattamento dell'ansia. Si chiama terapia cognitivo comportamentale o CBT.



Cosa dice la ricerca sulla terapia cognitivo comportamentale per l'ansia

Studi approfonditi negli ultimi dieci anni dimostrano in modo conclusivo che la terapia cognitivo comportamentale è altamente efficace per il trattamento dell'ansia. In effetti, uno studio ha indicato la CBT come il 'gold standard' nel trattamento psicoterapeutico dei pazienti con disturbi d'ansia.

tipo di personalità del console

Nel 2008, uno studio intitolato 'Terapia cognitivo comportamentale per disturbi d'ansia negli adulti', che era una meta-analisi di studi randomizzati controllati con placebo, ha dimostrato che la CBT è altamente efficace nel trattamento dei disturbi d'ansia negli adulti.



Un altro studio chiamato Terapia comportamentale cognitiva nei disturbi d'ansia, che è stato completato nel 2011, ha dichiarato: 'Complessivamente, la CBT dimostra sia l'efficacia in studi randomizzati controllati che l'efficacia in contesti naturalistici nel trattamento dei disturbi d'ansia degli adulti'. La conclusione ribadisce i risultati dicendo: `` Nonostante alcuni punti deboli degli studi originali, la revisione quantitativa della letteratura di studi clinici randomizzati controllati con placebo e studi in contesti di trattamento naturalistico fornisce un forte supporto sia per l'efficacia che per l'efficacia della CBT come intervento acuto per l'ansia degli adulti disturbi. '

I ricercatori ritengono che i disturbi d'ansia siano causati dal modo in cui pensiamo e agiamo e il modo per alleviare i sintomi dell'ansia è identificare e affrontare comportamenti malsani. I terapisti insegnano ai loro pazienti le capacità di affrontare le cose che li spaventano e li fanno sentire turbati. Le capacità di coping sono strategie che i terapeuti possono insegnare ai loro pazienti o modellare per loro. Impiegando le capacità di coping all'inizio dei sintomi, l'ansia scompare.

Farmaci per disturbi d'ansia



Fonte: rawpixel.com

Sebbene la CBT sia il gold standard nella terapia per l'ansia, alcuni farmaci si sono dimostrati efficaci per ridurre i sintomi dell'ansia. Le seguenti quattro classificazioni sono comunemente prescritte per le persone che vivono con ansia:

  1. Inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina SSRI (come Paxil)
  2. Antidepressivi triciclici (come Anafranil)
  3. Inibitori della monoamino ossidasi IMAO (come Nardil)
  4. Benzodiazepine (come Klonopin)

Ci sono pro e contro nell'assunzione di farmaci per l'ansia. In una nota positiva, circa la metà delle persone che usano farmaci per l'ansia riferisce di aver provato almeno un po 'di sollievo dai loro sintomi. I farmaci per l'ansia sono prontamente disponibili e medici e psichiatri li prescrivono comunemente. Il farmaco è disponibile in una forma di pillola che è facile da prendere.

citazione di cyber bullo

D'altro canto, non tutti rispondono bene ai farmaci. Circa la metà delle persone che li prendono non provano alcun sollievo. I pazienti che sperimentano un miglioramento con i farmaci ricevono solo un lieve miglioramento dei sintomi, con una riduzione dei sintomi di circa il 20-40%. Alcune persone sperimentano effetti collaterali spiacevoli dal farmaco, sebbene di solito siano piuttosto lievi. L'altro deficit è che coloro che scelgono di assumere farmaci per controllare i sintomi dell'ansia devono mantenerli a lungo termine. Una volta che il paziente smette di prendere il farmaco, i sintomi torneranno in breve tempo.



Lavorare con uno specialista dell'ansia

La maggior parte dei terapisti riconoscerà che ci sono pro e contro nella terapia cognitivo comportamentale per l'ansia, così come ci sono pro e contro per i farmaci. Le persone che hanno gravi casi di ansia possono aver bisogno di farmaci e di un terapista specializzato in disturbi d'ansia.

La CBT è molto efficace come trattamento a breve termine per l'ansia. Gli ampi studi di ricerca mostrano che oltre il 60% delle persone che ricevono la terapia cognitivo comportamentale per l'ansia riferisce di avere sostanzialmente meno sintomi rispetto a prima dell'inizio della terapia. Uno dei grandi vantaggi della CBT è che una volta che una persona acquisisce capacità di coping, le conserva per tutta la vita. La maggior parte delle persone apprezza il fatto di poter sperimentare un miglioramento significativo in un periodo abbastanza breve, generalmente entro 12-20 sessioni.

Fonte: pixabay.com

Per quanto la CBT possa essere utile, ci sono alcuni svantaggi. La terapia cognitivo comportamentale per l'ansia richiede un duro lavoro da parte del paziente perché deve apprendere e praticare molte abilità nuove e stimolanti. I pazienti dovranno affrontare le loro paure affrontando gradualmente le situazioni che li inducono a diventare ansiosi. I primi trattamenti possono provocare un po 'di ansia.

Cosa causa l'ansia?

asma indotta da stress

I ricercatori indicano che la CBT si basa sull'idea che modelli di pensiero e comportamento disadattivi causano ansia. In genere, le persone con ansia hanno schemi di pensiero in cui tendono a pensare che le cose brutte si verificheranno sicuramente e che saranno più gravi di quanto la maggior parte delle altre persone potrebbe pensare. Quando l'ansia emerge, l'individuo affetto può cercare di evitarla o praticare rituali compulsivi come mezzo per affrontarla.

Le persone che vivono con l'ansia cercano di scappare ed evitare situazioni ansiose che le fanno sentire a disagio. Dal momento che non sono in grado di vivere alcune situazioni senza sentirsi ansiosi, rimangono bloccati in un ciclo di provare paura e trepidazione e cercano di farcela evitando la situazione che li fa diventare ansiosi. La CBT svolge un ruolo nell'aiutare la persona a pensare alla situazione in un modo nuovo, facendola comportare in modo diverso. Usando le capacità di coping, la persona si rende conto che le situazioni non sono affatto pericolose.

Come funziona la terapia cognitivo comportamentale per l'ansia

La terapia cognitivo comportamentale per l'ansia è un insieme di tecniche di trattamento psicologico. Il paziente deve partecipare attivamente al trattamento affinché abbia successo. È anche utile se i pazienti capiscono cosa è coinvolto nel loro trattamento e perché hanno bisogno di esercitare le capacità di coping. Quanto meglio il terapeuta e il paziente comprendono l'origine dell'ansia, tanto più facile può essere trattata.

Coloro che fissano un appuntamento con un terapista CBT possono aspettarsi che il terapeuta prenda una storia personale e valuti il ​​loro funzionamento psicologico. Se necessario, il terapeuta può indirizzare il proprio cliente per un consulto medico o psichiatrico. È importante escludere qualsiasi possibile motivo medico per l'ansia. La maggior parte delle persone può iniziare subito la CBT. Le persone con ansia grave potrebbero aver bisogno di una consulenza psichiatrica per valutare se sono a un punto in cui la terapia e i farmaci saranno utili.

Come parte della terapia, i terapisti aiuteranno i loro clienti a saperne di più sull'ansia e su come si manifesta nelle loro vite. I pazienti sono incoraggiati a documentare i loro pensieri, sentimenti e comportamenti e cercare di identificare le situazioni che innescano la loro ansia.

Lavorando insieme, il paziente e il terapeuta possono mappare i sintomi del paziente, determinare le abitudini di pensiero e comportamento specifiche che devono essere modificate e determinare le migliori tecniche per alleviare i sintomi.

Il trattamento prevede che il terapeuta istruisca il paziente a interrogarsi sul dialogo interiore che ha con se stesso su cose che lo rendono ansioso. I pazienti imparano come identificare i pensieri ansiosi e sostituirli con pensieri più sani che si basano su valutazioni razionali della situazione. Questa si chiama ristrutturazione cognitiva che si basa sulla capacità di formare pensieri logici.

Una volta che un paziente impara ad adattare il proprio pensiero e comportamento, è il momento di testarlo nel mondo reale. Lo fanno esponendo il paziente alle sue paure a piccole dosi sotto la guida del terapeuta. Poiché il paziente è in grado di esercitare meglio le capacità di coping, i terapisti lo guidano attraverso situazioni più difficili. I pazienti sono anche incoraggiati a mettere in pratica le loro capacità di coping a casa tra una sessione e l'altra. I pazienti acquisiscono maggiore controllo sulla loro ansia più praticano tecniche di CBT.

I pazienti che vivono con l'ansia di solito trovano sollievo dai loro sintomi di ansia in un tempo ragionevolmente breve dopo l'inizio della CBT e dei farmaci. Alcuni pazienti ritengono di aver bisogno di prevenire le ricadute in un secondo momento se i loro sintomi di ansia riaffiorano.

Fonte: rawpixel.com

definizione del sostegno familiare

Conclusione dei pensieri sulla terapia cognitivo comportamentale per l'ansia

Ogni volta che un terapeuta scava a fondo nel passato di un cliente, può sollevare ulteriori problemi o disturbi. I terapisti possono affrontare questi problemi man mano che emergono. A seconda dei problemi, un terapista può anche trattare i nuovi problemi con la CBT o raccomandare di aggiungere un'altra forma di trattamento. La depressione e l'abuso di sostanze sono comunemente diagnosticati insieme all'ansia. Altri disturbi devono essere trattati contemporaneamente all'ansia. Molte persone hanno bisogno di ulteriore supporto tra gli appuntamenti, soprattutto se non hanno familiari o amici intimi vicino a loro. La maggior parte delle comunità offre qualche tipo di gruppo di supporto per i pazienti che necessitano di supporto extra tra una visita e l'altra.