Una panoramica della solitudine cronica

La solitudine è ufficialmente definito come 'una risposta emotiva complessa e solitamente spiacevole all'isolamento'. Molte persone nella società sottovalutano quanto possa essere pericolosa e insidiosa la solitudine. Il nocciolo della questione è che la solitudine cronica è immensamente tossica e, nei casi peggiori, può persino essere pericolosa per la vita. Per essere sani, felici, soddisfatti e sani, le interazioni con gli altri esseri umani sono assolutamente fondamentali. Ma cosa puoi fare se sei stato isolato o ti sei sentito solo per un lungo periodo di tempo, anche anni?



Fonte: pexels.com



Cos'è la solitudine cronica?

La solitudine cronica non significa che sei semplicemente solo o che nessuno è intorno a te. Piuttosto, significa che ti senti come se fossi completamente solo e non hai nessuno che ti supporti; a volte è più una percezione che una realtà. Potresti essere costantemente circondato da persone e sentirti ancora solo. Se manifesti uno dei seguenti sintomi, potresti soffrire di solitudine cronica.



  • Incapacità di connettersi con gli altri
  • Nessun amico intimo
  • Sentimenti di isolamento
  • Sentimenti di insicurezza e scarsa autostima
  • Esaurimento e burnout

Sebbene questi possano indicare che soffri di solitudine cronica, se riesci a identificare questi segni, puoi chiedere aiuto. C'è molto che puoi fare per migliorare le tue prospettive, inclusa la consulenza.

Uno sguardo più da vicino alla solitudine cronica

Contrariamente alla credenza popolare, c'è una distinzione molto chiara tra la solitudine e l'essere soli. Come Curejoy afferma, la solitudine è più profonda del semplice sentirsi alienati dalle altre persone. Essere soli implica essere senza compagnia umana, ma nella maggior parte dei casi la solitudine va più in profondità di ciò che ci circonda. È del tutto possibile che qualcuno si trovi in ​​una stanza piena di persone allegre e allegre e si senta ancora solo.

La solitudine cronica è, inoltre, collegata a lotte interne negative, come bassa autostima, imbarazzo e insufficienza. Gli individui che sperimentano la solitudine cronica hanno difficoltà a sviluppare relazioni sane, connettersi con altre persone e prosperare in situazioni che coinvolgono interazioni sociali. Alcuni individui possono persino isolarsi intenzionalmente per paura, il che serve solo a peggiorare la già grave afflizione della solitudine cronica.



Cosa scatena la solitudine cronica?

Ci sono diversi fattori che possono scatenare la solitudine cronica. Prima di tutto viene la genetica. Qualcuno, che proviene da una famiglia in cui alcuni membri hanno lottato con la solitudine, potrebbe trovarsi più suscettibile all'afflizione. Ciò non significa che ogni persona con parenti in difficoltà lotterà con questo; significa semplicemente che la genetica e l'ereditarietà possono, e talvolta influiscono sul fatto che si sperimenta o meno la solitudine cronica.

Fonte: pexels.com



Un'altra potenziale causa di solitudine cronica possono essere le circostanze ambientali e situazionali. A volte eventi dolorosi nella propria vita, come il divorzio o la morte di un amico o di un familiare, possono scatenare la solitudine. Sebbene la solitudine possa essere, e spesso lo sia, una parte del normale processo di lutto, il problema arriva quando persiste inesorabilmente o quando ci si rifiuta di impegnarsi in interazioni sane con altre persone dopo l'evento. Gli esseri umani non sono stati creati per essere soli, isolati o alienati. L'isolamento e l'alienazione, come la solitudine cronica, possono avere impatti incredibilmente negativi sulla psiche umana e sulla salute mentale.

Sfortunatamente, l'esistenza di una solitudine cronica può anche essere indicativa di un problema più grande. Secondo Psychology Today, la solitudine cronica estrema è spesso sintomatica di altri problemi di salute mentale, come ADHD, schizofrenia, allucinazioni, delusioni, depressione o pensieri suicidi. È molto importante per chiunque provi una solitudine cronica capire che non è colpa sua e con il tempo e le possibili cure possono riprendersi.

Impatti della solitudine cronica

Come altri stati negativi dell'essere, non c'è nulla di positivo che proviene dalla solitudine cronica. Gli ovvi svantaggi sono ben documentati; tuttavia, è necessario guardare oltre e comprendere gli effetti collaterali, che possono manifestarsi se la solitudine cronica persiste troppo a lungo.

Sono rotto

Impressioni mentali negative

In primo luogo, ci sono impressioni dannose lasciate sul cervello. I rapporti di Curejoy affermano che il cervello umano elabora la solitudine allo stesso modo del dolore fisico. In parole povere, sebbene gli esseri umani possano essere in grado di distinguere consapevolmente la differenza tra il disagio fisico e le ferite emotive della solitudine cronica, il cervello non può fare la distinzione. I substrati neurobiologici svolgono un ruolo enorme nelle impressioni sul cervello umano.



Riduzione dell'aspettativa di vita

La solitudine cronica può, inoltre, servire come fattore che contribuisce alla riduzione dell'aspettativa di vita. Gli individui che sono spesso soli o vivono da soli sono più suscettibili a subire attacchi di cuore, ictus o altri traumi di salute fatali simili. Gli anziani che abitualmente si sentono soli, isolati o rifiutati hanno anche maggiori probabilità di morire prima delle loro controparti socievoli.

Suscettibilità al morbo di Alzheimer / demenza

Sfortunatamente, le impressioni negative sul cervello e una riduzione dell'aspettativa di vita servono solo come la punta dell'iceberg per quanto riguarda gli impatti gravemente negativi che la solitudine cronica può avere su un essere umano. Gli individui che soffrono di solitudine cronica hanno il 64% di probabilità in più di essere diagnosticati con la malattia di Alzheimer o la demenza. Ci sono oltre tre milioni di nuovi casi di demenza ogni anno e, sebbene il trattamento possa contrastare alcuni dei sintomi, non esiste ancora una cura per questo problema di salute mentale. Purtroppo la malattia di Alzheimer colpisce il cervello; molte volte questo disturbo arresta la memoria e la capacità di un individuo di svolgere i compiti più elementari, come mangiare, vestirsi o ricordare i propri amici e parenti.

Fonte: rawpixel.com

Suscettibilità alle malattie cardiache

perdonando te stesso

Simile alla demenza, l'esistenza della solitudine cronica aumenta anche la probabilità che una persona soffra di malattie cardiache. Il legame tra i due problemi di salute potrebbe non sembrare immediatamente evidente, ma esiste. Questo perché alcuni individui cronicamente soli hanno geni, che differiscono dalle loro controparti socievoli; i loro geni subiscono un fenomeno, noto come sovraespressione. Nel tempo, la sovraespressione provoca traumi e infiammazioni ai tessuti e ai vasi sanguigni del cuore. In definitiva, il danno porta a ictus, attacchi di cuore e disturbi cardiovascolari aggiuntivi.

Suscettibilità all'insonnia e ad altri disturbi del sonno

Analogamente all'isolamento sociale e persino al pensionamento, la solitudine cronica può scatenare insonnia e altri disturbi del sonno, specialmente negli anziani. Non solo le persone cronicamente sole lottano con il sonno, ma la qualità del sonno che riescono a ottenere è scarsa nella migliore delle ipotesi. L'esistenza e la qualità del sonno di un individuo sono direttamente collegate al modo in cui funzionano durante le ore di veglia. Il Divisione di medicina del sonno presso la Harvard Medical School afferma che quantità o qualità del sonno insufficienti e scadenti possono avere molte conseguenze negative, come scarse capacità di apprendimento, ridotta conservazione delle informazioni, scarsa capacità di giudizio e maggiore propensione a ritrovarsi in incidenti gravi.

La linea di fondo è che la solitudine cronica funge da porta d'accesso a una pletora di molti problemi di salute indesiderati e potenzialmente fatali.

Come superare la solitudine cronica

Mentre la conoscenza e la comprensione della solitudine cronica sono fondamentali nella società odierna, lo è anche la consapevolezza di come superare questo stato tossico dell'esistenza. Negli scenari peggiori, può essere richiesto un trattamento professionale, ma il più delle volte ci sono alcuni passaggi e misure che gli individui possono adottare per ridurre e, nel tempo, fermare del tutto i sentimenti di solitudine.

Connettiti con altre persone

Per quanto ovvio possa sembrare in superficie, entrare in contatto con altre persone è uno dei modi migliori per combattere i sentimenti di solitudine. Purtroppo, in molti casi, questo è spesso più facile a dirsi che a farsi. Nella vita possono accadere vari eventi che possono ostacolare la propria capacità o il proprio conforto nel mettersi in gioco e nel conoscere altri esseri umani. Ciò è particolarmente vero per le persone che stanno attraversando o sono uscite di recente da un evento di vita traumatico o sconvolgente.

Alcuni dei modi migliori per entrare in contatto con altre persone e alleviare i sentimenti di solitudine sono iscriversi a club / gruppi o fare volontariato. Questo non solo mette le persone in contatto con altri che condividono interessi simili, ma entrare a far parte di club o fare volontariato può anche aiutare a sentirsi parte di qualcosa di più grande di loro stessi. Ci sono app disponibili per rendere più facile incontrare nuovi amici.

Fonte: rawpixel.com

Pianifica per fare qualcosa

Anche se potresti sentirti come se ti nascondessi e non fare nulla, uscire e fare alcuni piani può effettivamente aiutare. In effetti, quando ti nascondi perché ti senti solo, perpetui un ciclo che ti fa sentire peggio. A volte ci vuole spingere te stesso fuori dalla tua zona di comfort per iniziare a sentirti davvero meno solo e continuare a spingerti per uscire e fare qualcosa di nuovo.

Questo può fare la differenza nel mondo e alla fine aumentare i propri livelli di comfort. Partecipare regolarmente a riunioni e riunioni, anche se solo poche volte alla settimana, può anche fornire all'individuo qualcosa a cui guardare con ansia. Tutto ciò funge da grande deterrente contro la solitudine cronica.

Evita di essere critico con te stesso

Infine, concediti un po 'di grazia. Spesso, un effetto collaterale della solitudine è che tendi ad essere estremamente duro con te stesso. Potresti dire a te stesso che nessuno vuole starti vicino a causa di certi tratti, oppure potresti dire a te stesso che meriti di essere solo a causa di quei tratti. Evita di farlo e, invece, pratica la cura di te stesso e concediti un po 'di amore. Hai dei tratti fantastici e le persone vorranno assolutamente passare del tempo con te a causa di quei tratti. Devi solo essere in grado di vederli anche tu. Quindi, ogni volta che inizi a diventare duro con te stesso, pensa a 3 cose buone di te stesso e concentrati su quelle.

E se non funzionano?

Sebbene connettersi con altre persone sia spesso un ottimo modo per superare la solitudine cronica, anche sedersi con un consulente o un terapista può fare una grande differenza. Sfortunatamente, molte persone hanno delle riserve sulla ricerca di un aiuto professionale; a volte lo vedono come indice di debolezza, ma in realtà è esattamente l'opposto. Le persone più forti in vita sono quelle che sanno quando hanno bisogno di aiuto e lo chiedono. In molti casi, può determinare la qualità della vita di una persona.

Ottenere aiuto dall'esterno

Qui a BetterHelp, siamo orgogliosi di avere professionisti che sono attrezzati per lavorare con te, indipendentemente da ciò che potresti attraversare o sperimentare. Che si tratti di solitudine cronica o di qualche altro ostacolo, la realtà della vita è che ognuno di noi dovrà affrontare battaglie e altre cose, che devono essere affrontate o superate. Non permettere mai a nessuno di dirti che chiedere assistenza o guida ti rende meno di una persona.

Fonte: pexels.com

I vantaggi e i successi che BetterHelp offre nella vita di coloro che vengono da noi sono ben documentati e riconosciuti da innumerevoli fonti affidabili. In definitiva, la nostra missione consiste nell'aiutare chiunque abbia difficoltà nella vita, in qualsiasi momento o luogo. Leggi sotto per alcune recensioni dei consulenti BetterHelp, da parte di persone che hanno problemi simili.

Recensioni del consulente

'Shelley è molto accomodante, gentile e incoraggiante. Non importa in che posto mi trovassi, lei cerca di farmi sentire a mio agio esattamente dove si trova. È l'anima confortante che mi tiene compagnia in un luogo solitario. Attendo con ansia ciascuna delle nostre sessioni e mi vengono dati suggerimenti settimanali su cui riflettere su questo aiuta enormemente, passo dopo passo, settimana dopo settimana. Imparare ad amare te stesso, imparare ad amare il tuo tempo trascorso, queste non sono sempre le cose più facili da fare, ma è un processo che dura tutta la vita. Shelley è la guida perfetta.

'Jenny mi ha aiutato a fondo a realizzare cose su di me che non avrei potuto fare da solo. Mantiene le cose personalizzabili pur rimanendo professionale. Ha creato un ambiente sicuro e affidabile e sono grato che BetterHelp abbia un consulente così straordinario! '

Conclusione

C'è molto che puoi fare per il tuo futuro e sicuramente non devi sentirti solo. Non lasciare che nulla ti impedisca di vivere il tipo di vita che desideri di più. Prendi il primo passo oggi.

Domande frequenti (FAQ)

la tripofobia peggiore

Cosa fa la solitudine a una persona?

Gli esperti suggeriscono sempre più che la solitudine e l'isolamento possono avere effetti di vasta portata sulla salute, sia che si verifichino insieme o indipendentemente l'uno dall'altro.

Puoi davvero morire di solitudine?

Secondo il neuroscienziato sociale dell'Università di Chicago John Cacioppo, gli effetti della solitudine sono reali quanto la sete, la fame o il dolore. Afferma che il cervello entra in uno stato di autoconservazione che porta con sé molti effetti indesiderati e che, in un senso molto reale, la solitudine può ucciderti.

La solitudine è un disturbo mentale?

Sentirsi soli può essere considerato una malattia mentale. Ad esempio, la solitudine e la depressione sono collegate. Quindi, la solitudine può essere sottocategorizzata come un disturbo di salute mentale a causa dei seguenti effetti scatenanti:

  • Depressione
  • Ansia sociale
  • Dipendenza
  • Accaparramento

Esiste una cura per la solitudine?

La solitudine può verificarsi senza preavviso e la solitudine può colpire chiunque. Allora, come affronti la solitudine? Come ti senti meno solo? Le persone sperimentano la solitudine in modo diverso. L'esperienza intensamente personale di rifiuto, disconnessione e desiderio che alcuni ricercatori ritengono produca un dolore reale come quello causato da una lesione fisica. Quindi, ci sono cure? Uno dei metodi più efficaci sembra essere la terapia cognitivo comportamentale, che può aiutare un individuo solitario a capire meglio come le sue ipotesi e il suo comportamento potrebbero funzionare contro il loro desiderio di connettersi con gli altri.

La solitudine può cambiare la tua personalità?

I sentimenti a lungo termine di solitudine e isolamento sociale possono ridurre le capacità cognitive di una persona, come la capacità di concentrarsi, prendere decisioni, risolvere problemi e persino cambiare le convinzioni negative di sé. Anche la solitudine e la depressione sono collegate e questo alla fine può portare a cambiamenti nella personalità.

Qual è il gruppo di età più solitario?

La solitudine può verificarsi in qualsiasi momento e per chiunque. I sondaggi indicano che i giovani sono il gruppo di età più solitario. Un sondaggio ha rilevato che i giovani di età compresa tra 16 e 24 anni sperimentano la solitudine più spesso e più intensamente di qualsiasi altra fascia di età

La solitudine causa la schizofrenia?

Sì, la solitudine è stata segnalata come un contributore significativo nella schizofrenia.

Posso morire di tristezza?

Uno dei tratti principali della depressione è la tristezza. In effetti, la solitudine è un effetto collaterale della depressione, e viceversa. La depressione è una grave condizione di salute mentale che può diventare mortale se non trattata. In molte persone, la depressione non trattata può portare a pensieri o tentativi di suicidio.

come sbarazzarsi di orticaria da stress

Come può la solitudine ucciderti?

La solitudine può colpire chiunque, indipendentemente dall'età o dalla nazionalità. Secondo una ricerca importante, la solitudine, inclusa la solitudine a lungo termine, può aumentare il rischio di un attacco di cuore di oltre il 40%. Aumenta anche le possibilità di morte prematura fino al 50%. Lo studio fa anche luce sul fatto sorprendente che le persone che avevano malattie cardiache preesistenti avevano maggiori probabilità di morire per isolamento. La solitudine può verificarsi senza preavviso e può colpire chiunque.

Cosa fa la solitudine al cervello?

Non sorprende che la sensazione di solitudine e solitudine sia collegata a tassi più elevati di depressione e ansia. La depressione, la solitudine e l'ansia sono state collegate alla degenerazione strutturale dell'ippocampo e della corteccia prefrontale. Quindi non solo queste condizioni influenzano l'umore, ma possono anche influenzare il cervello stesso.

Come fai a sapere che sei solo?

Sono davvero solo? Quali sono alcuni segni di solitudine? Alcuni segni comuni sono che anche se hai amici, senti che nessuno ti 'capisce' veramente. Inoltre, potresti sentirti solo indipendentemente da dove ti trovi e da chi ti trovi in ​​giro. Ad esempio, puoi essere a una festa circondato da dozzine di persone eppure ti senti isolato, separato e disimpegnato.

Lo stress causa la solitudine?

Lo stress può causare solitudine se senti che nessuno capisce cosa stai attraversando e ti allontani dagli altri, finendo per cadere nella solitudine. D'altra parte, la solitudine può anche causare stress perché quando si sperimenta la solitudine, i livelli di cortisolo, un ormone dello stress, aumentano.

Come smetto di essere malato d'amore?

Come mi sento meno solo? Bene, ecco alcuni modi per smettere di essere malato d'amore:

  • Prenditi del tempo per addolorarti. Stai soffrendo e il tuo corpo e la tua anima hanno bisogno di tempo per guarire
  • Smetti di seguire il tuo ex sui social media
  • Non prenderla sul personale
  • Ripristina la tua autostima

È salutare essere soli tutto il tempo?

La solitudine non è poi così male. Si tratta di moderazione. Anche se ogni tanto potremmo aver bisogno di tempo da soli per permettere al nostro cervello di riposare e ringiovanire, troppo tempo da soli o la mancanza di connessioni sociali può essere dannoso per la nostra salute mentale e fisica.

Cos'è la solitudine patologica?

La solitudine cronica e patologica si verifica quando i sentimenti di solitudine e di scomodo isolamento sociale persistono per un lungo periodo di tempo. È caratterizzato da sentimenti costanti e inesorabili di essere soli, separati o divisi dagli altri e dall'incapacità di connettersi a un livello più profondo. La solitudine cronica non è una situazione temporanea. È di vasta portata e può avere effetti devastanti.

Perché stare da solo fa male?

Essere temporaneamente soli ha i suoi benefici per la salute, ma la solitudine cronica e l'isolamento sociale sono spesso associati ad un aumento della pressione sanguigna, livelli più alti di colesterolo, depressione e diminuzione delle capacità cognitive e del morbo di Alzheimer. Sentirsi soli in brevi scatti per 'scappare' va bene, ma sentimenti di isolamento prolungati possono essere dannosi.

Qual è la personalità di un solitario?

Oltre agli ovvi tratti della personalità di voler essere soli e non sentirsi a proprio agio in situazioni sociali, oltre che semplicemente sentirsi soli, c'è un lato positivo nella personalità di un solitario. Le persone che preferiscono trascorrere del tempo da sole spesso pensano a molte possibilità diverse per trovare le soluzioni più appropriate a un problema. Questo li rende più o meno aperti. Inoltre, sono sensibili, il che li aiuta a diventare consapevoli delle emozioni loro e degli altri facilmente.

Perché l'isolamento ti fa male?

I sentimenti di solitudine e isolamento a lungo termine possono influire negativamente sulla salute mentale e fisica. La ricerca ha scoperto che l'isolamento sociale percepito e la solitudine sono associati a depressione, declino cognitivo, scarsa qualità del sonno, un sistema immunitario più debole e potenziali problemi cardiaci.

Quale percentuale del mondo è sola?

Uno studio recente ha mostrato che più di tre americani su cinque si sentono soli, con sempre più persone che riferiscono di sentirsi come se fossero esclusi, mal compresi e privi di compagnia.

Cosa dice la psicologia sulla solitudine?

La psicologia dice che la solitudine è stata collegata a depressione, ansia, ostilità interpersonale, maggiore vulnerabilità a problemi di salute come cancro, diabete, malattie cardiache e persino suicidio. Per molte persone, la solitudine può avere un impatto negativo significativo sulla qualità della vita e sulla salute fisica e mentale.

test di squilibrio chimico

Cosa succede quando sei solo troppo a lungo?

Innanzitutto, ricordiamo che gli esseri umani sono creature sociali e che i sentimenti di solitudine continua non sono della norma. Detto questo, il disturbo psichiatrico di essere soli per troppo tempo può effettivamente provocare grave confusione, paranoia, allucinazioni, nonché intensa agitazione e violenza casuale, impulsiva, spesso auto-diretta.

L'isolamento sociale può causare psicosi?

Il legame tra solitudine e psicosi è stato ampiamente studiato. Ci sono diversi possibili meccanismi che collegano la solitudine cronica a sintomi psicotici come le allucinazioni. Ad esempio, coloro che soffrono di solitudine cronica possono provare ansia e depressione, che a loro volta possono esacerbare i sintomi della psicosi.