Usa il tuo iperfocus ADHD per essere produttivo

Secondo il CDC, circa l'11% dei bambini di età compresa tra 4 e 17 anni (6,4 milioni) è stato diagnosticato con ADHD, secondo un rapporto dei genitori del 2011-12. L'ADHD è gestito meglio con una combinazione di farmaci e terapia, ma dipende dall'individuo in termini di ciò che funziona meglio per loro.

L'ADHD è un disturbo che colpisce molti bambini e adulti causando sintomi come impulsività, linguaggio rapido, distrazione facile, scarsa concentrazione, dimenticanza e problemi con la memoria a breve termine, interruzione degli altri e irrequietezza. Questi sono i sintomi dell'ADHD che rendono la vita piuttosto impegnativa. Tuttavia, c'è un sintomo di ADHD che fa sembrare il disturbo una sorta di superpotere chiamato 'iperfocus'.



significato lpc



Fonte: rawpixel.com

Hyperfocus è un superpotere?

L'iperfocus è un sintomo dell'ADHD che aiuta le persone a svolgere i propri compiti. L'iperfocus dell'ADHD o l'iperfocus dell'ADD, rispettivamente, è caratterizzato come la sensazione di un comportamento concentrato intenso e si verifica in alcuni individui che hanno l'ADHD. Quando si sente parlare di ADHD, le persone presumono che la persona con questo disturbo semplicemente 'non possa prestare attenzione', ma in realtà non è del tutto vero. Le persone con ADHD lottano con la regolazione della capacità di attenzione. L'ADHD rende difficile concentrarsi su compiti noiosi, quindi la persona con questo disturbo può distrarsi facilmente, allontanarsi o lasciare il proprio posto durante attività banali.



Anche se potrebbe essere difficile concentrarsi sul banale, è una storia completamente diversa quando qualcuno con ADHD sta facendo qualcosa che ama. Diventano così estasiati da ciò che stanno facendo che sono in grado di sintonizzarsi su ciò che li circonda. Sono completamente assorbiti dal loro lavoro o da qualsiasi attività in cui sono coinvolti. Potrebbe essere pulire la casa, scrivere un libro, giocare ai videogiochi o fare un progetto artistico. La componente chiave qui è che la persona con ADHD richiede che il proprio cervello venga stimolato positivamente per entrare in 'modalità iperfocus'.

Che cosa causa l'iperfocus?

Simile a ciò che accade nel cervello di qualcuno con ADHD o ADD quando è distratto, si ritiene che il sintomo dell'iperfocus si sia sviluppato a causa dei bassi livelli di dopamina nel cervello. La dopamina è un neurotrasmettitore presente nei lobi frontali del nostro cervello. Le persone con ADHD hanno bassi livelli di dopamina. Avere livelli più bassi di questa sostanza chimica cerebrale essenziale fa sì che le persone con ADHD abbiano difficoltà a calmare il cervello abbastanza da portare a termine compiti 'noiosi'. Questo è il motivo per cui le persone con ADHD si annoiano facilmente e sono sempre alla ricerca di modi per divertirsi: così possono stimolare i loro lobi frontali e produrre più dopamina.



Fonte: rawpixel.com

Può essere pericoloso

Quelli con ADHD sono così coinvolti nella loro attività divertente e in modalità iperfocus che non sono consapevoli di ciò che accade intorno a loro nel loro ambiente. Uno dei pericoli di essere in uno stato di iperfocalizzazione è che possono diventare distratti e perdere la cognizione del tempo. Questo si collega a un altro sintomo dell'ADHD, che è che le persone che hanno il disturbo spesso hanno una scarsa concezione del tempo e spesso sono in ritardo per impegni come il lavoro e la scuola. Quindi, mentre l'iperfocus può essere un tratto positivo dell'ADHD, deve essere gestito bene per essere produttivo.



È importante essere consapevoli di quanto tempo si sta dedicando a un'attività anche se si stanno divertendo. Non trascurare le responsabilità della tua vita perché hai passato ore a leggere un libro di 700 pagine e sei determinato a finirlo quel giorno. Un'altra cosa di cui diffidare è che l'iperfocus può renderti ignaro di ciò che ti circonda. Sei così sintonizzato su quello che stai facendo che ti sei dimenticato di aver lasciato una pentola di riso bollente sul fornello. Non vuoi bruciare la casa! Quindi ricorda che anche se stai scrivendo quella frase brillante nel tuo nuovo libro di memorie, hai anche altre cose che accadono nel tuo mondo.

A differenza degli altri sintomi dell'ADHD, che sono stati studiati clinicamente e ampiamente documentati negli studi, l'iperfocus è un sintomo provocatorio perché attualmente la ricerca su questo sintomo è limitata. Gli scienziati sono scettici sull'evidenza che esista effettivamente perché ogni persona che ha l'ADD o l'ADHD non lo sperimenta. Tuttavia, così tante persone con il disturbo hanno riferito di aver sperimentato intensi livelli di concentrazione, sembra che l'iperfocus sia in realtà un fenomeno che si presenta in molti casi di ADHD.

Fonte: focushereandnow.com

Dipendenza dalla tecnologia e ADHD

Poiché le persone con ADHD hanno bassi livelli di dopamina, per cominciare, cercano sempre di aumentare quei livelli facendo qualcosa di divertente. Portare il proprio cervello in iperfocus è fantastico. Ma può essere difficile far passare il tuo cervello a una marcia iperfocus. Un modo in cui molte persone con ADHD possono aumentare i loro livelli di dopamina è interagire con diversi dispositivi tecnologici. Avendo ADHD e vivendo nel 21stsecolo è una partita fatta in paradiso in qualche modo.



Ci sono così tante strade in cui è possibile accedere a dispositivi che ci forniscono una gratificazione immediata. Il miglior esempio di questo sono gli smartphone. Su uno smartphone possiamo parlare a migliaia di persone nel mondo, anche se non le conosciamo. Possiamo raggiungere estranei completi tramite i nostri telefoni tramite Internet tramite applicazioni di social media. Possiamo giocare, goderci la nostra musica preferita o il nostro messaggio di testo con gli amici. Possiamo condividere immagini con amici e familiari e persino inviare immagini salaci a interessi amorosi tramite applicazioni di appuntamenti o messaggi. Lo smartphone è uno dei posti migliori per chi soffre di ADHD per cercare più dopamina.

Ricorda, le persone con ADHD si annoiano facilmente e lo smartphone è tutt'altro che noioso. A seconda di quale sia il tuo interesse, puoi trovarlo sul tuo telefono. Sia che tu voglia andare su Twitter e parlare con i tuoi amici online o chattare con gli amici in una chat room anonima, c'è qualcosa per tutti su uno smartphone. Ma, per le persone con ADHD, uno smartphone è come un minuscolo porticato ambulante. Sono in grado di ottenere facilmente la loro correzione della dopamina.

Il problema con gli smartphone per le persone con ADHD è che possono creare dipendenza. Dopo aver associato la connessione tra il telefono e il sentirsi bene, è probabile che te lo ricordi. Una persona con ADHD raggiungerà il proprio telefono quando si sentirà giù e si concentrerà su di esso. Si sintonizzeranno sul mondo che li circonda e ingrandiranno focalizzato sul laser quel piccolo dispositivo tecnologico come se fosse il loro migliore amico.

Non stanno cercando di essere scortesi con le persone con cui stanno, stanno solo cercando di calmare il loro cervello e sentirsi meglio. Quando gli smartphone diventano una dipendenza, questo può essere il segno di un problema più serio. Se stai sperimentando qualsiasi tipo di dipendenza, inclusa quella tecnologica, prendi in considerazione di parlarne con un consulente online. Le dipendenze possono essere piuttosto serie ed è importante arrivare alla radice del motivo per cui ti stai impegnando in comportamenti di dipendenza in modo da poter ottenere il giusto aiuto.

Fonte: addiction.com

Usare il tuo Hyperfocus per sempre

Ora che hai una migliore comprensione di cosa sia l'iperfocus, puoi imparare a usarlo per sempre piuttosto che lasciarti controllare. Se vivi con l'ADHD, probabilmente stai riscontrando tutti gli altri sintomi problematici: distraibilità, scarsa concentrazione, problemi con l'interruzione degli altri e problemi con il lavoro e la scuola. Ricorda che hai anche un superpotere in tasca chiamato 'hyperfocus'. Se usato correttamente puoi fare così tanto! Si tratta di spostare il tuo cervello da 'neutro' a 'guida'. La marcia 'guida' è in modalità hyperfocus e puoi farlo! Ecco alcune cose che puoi fare per aiutarti a far cambiare marcia al tuo cervello:

  • Fai qualcosa di divertente prima di fare qualcosa di noioso - Ci sono state ricerche che indicano che fare qualcosa di divertente prima di svolgere un compito noioso è meglio per le persone con ADHD. Prima di iniziare a lavorare sul budget, gioca al tuo videogioco preferito per 20 minuti. Prima di pulire la casa, fai esplodere la tua canzone preferita. O meglio ancora, fai entrambe le cose allo stesso tempo. Pulire mentre canti i tuoi brani preferiti suona come un'esplosione. Il tuo cervello è stimolato e produce più dopamina ora! Puoi fare molto di più.
  • Mantieni lo slancio con le pause - Una volta che hai un ruolo con hyperfocus, sarai tentato di continuare la tua attività. Il tuo cervello finalmente ha cambiato marcia e non vuoi tornare alla folle. Hai ancora bisogno di fare delle pause per portare a termine il tuo compito. Imposta un timer per 20 minuti, una volta trascorsi i 20 minuti, fai una passeggiata di dieci minuti a tempo, prendi un caffè, chiama un amico o gioca con il tuo animale domestico. Quindi imposta il timer per altri 20 minuti. Poiché le persone con ADHD hanno difficoltà a concentrarsi, è importante lavorare per brevi periodi di tempo piuttosto che per periodi più lunghi. In questo modo non ti brucerai e non smetterai di lavorare.
  • Premiati dopo aver finito - Dopo aver finito il tuo compito, fai qualcosa che ti renda felice. Mangia un po 'di cioccolato, coccola con il tuo partner, vai al cinema o incontra un amico per un caffè. Vuoi associare il 'fare le cose' con il ricevere una ricompensa in seguito.

Fonte: rawpixel.com

segni di depressione del gatto

Ottieni aiuto per gestire l'ADHD

Non devi gestire da solo i sintomi dell'ADHD. Può sembrare opprimente cercare di far fronte alla varietà di sintomi che ha l'ADHD. Ti senti costantemente distratto, incapace di portare a termine i compiti e forse anche inadeguato. Ricorda che confrontarti con altre persone ti farà solo sentire peggio. Sei la tua unica persona individuale e sei bella così come sei.

Tuttavia, non è necessario soffrire solo dei sintomi dell'ADHD. Sono disponibili consulenti online per aiutarti a pianificare, identificare i sintomi problematici e impostare modi per raggiungere i tuoi obiettivi, sia a breve che a lungo termine. Non soffrire inutilmente di distrazioni, puoi concentrarti con qualche guida e imparare a fare dell'iperfocus il tuo amico!