Hai mai pensato: ho ansia o sono solo preoccupato?

Avviso contenuto / trigger:Si prega di notare che l'articolo seguente potrebbe menzionare argomenti relativi al trauma che includono aggressioni e violenze sessuali che potrebbero essere causa di innesco.

Tutti si preoccupano di tanto in tanto, fa parte dell'essere umani. Molte persone si sentono nervose per certe situazioni sociali. Molte persone si sentono ansiose quando avvengono grandi cambiamenti nelle loro vite. E un gran numero di persone a volte si sente ansioso per motivi su cui non riesce a capire bene. È del tutto normale sentirsi preoccupati a volte, soprattutto se hai difficoltà o grandi cambiamenti nella vita in arrivo. Ma è importante capire come sapere se soffri di ansia da curare e quando sei solo preoccupato.





Fonte: pixabay.com

Cos'è l'ansia?

Allora cos'è l'ansia? L'ansia può essere definita come una sensazione di preoccupazione, nervosismo o disagio per qualcosa con un esito incerto. Un disturbo d'ansia, d'altra parte, è quando questi sentimenti non scompaiono una volta che la situazione stressante è passata, o quando ci sentiamo ansiosi senza una causa ragionevole, e questi sentimenti sono molto difficili da controllare. Potresti chiederti quante persone soffrono di ansia.



L'ansia è la malattia mentale più comune negli Stati Uniti che colpisce 40 milioni di persone o il 18% della popolazione, secondo il National Institute of Mental Health. Con l'eccezione del Disturbo Post Traumatico da Stress (PTSD), le donne hanno il doppio delle probabilità di soffrire di disturbi d'ansia rispetto agli uomini e le donne tendono ad essere colpite in età più giovane rispetto agli uomini in media. Le donne hanno maggiori probabilità di essere colpite tra la pubertà e l'età di 50 anni.

Esistono diversi tipi di disturbi d'ansia che dovresti conoscere se pensi di poter soffrire. I sei disturbi d'ansia più comuni sono i seguenti.

  • Disturbo d'ansia generalizzato (GAD): questo è quando una persona si sente ansiosa quasi tutti i giorni e si preoccupa per molte cose diverse o si sente ansiosa senza motivo, per un periodo di 6 mesi o più. Il GAD colpisce 6,8 milioni di adulti o il 3,1% della popolazione statunitense.
  • Ansia sociale: una persona si preoccupa molto delle situazioni sociali e ha un'intensa paura di essere criticata o umiliata socialmente. Se ti stai chiedendo 'soffro di ansia sociale?' Non sei solo: questo disturbo d'ansia colpisce il 6,8% della popolazione americana. Uomini e donne hanno la stessa probabilità di essere affetti da sintomi che iniziano più spesso intorno ai 13 anni.
  • Fobie specifiche: quando una persona si sente irragionevolmente spaventata da un particolare oggetto, situazione o creatura e fa di tutto per evitarlo. Le donne hanno il doppio delle probabilità di essere colpite rispetto agli uomini e la fobia inizia tipicamente durante l'infanzia; l'età media di insorgenza è 7 anni.


Fonte: pixabay.com



  • Disturbo ossessivo compulsivo (DOC): una persona si sente incline a eseguire rituali o comportamenti specifici per alleviare l'ansia. Il disturbo ossessivo compulsivo è ugualmente comune tra uomini e donne e l'età media di insorgenza è 19 anni, con il 25% dei casi che si verificano entro i 14 anni. Un terzo degli adulti affetti ha manifestato i primi sintomi durante l'infanzia.
  • Disturbo post-traumatico da stress (PTSD): stress estremo dopo che una persona ha vissuto un evento traumatico. I sintomi possono includere difficoltà a rilassarsi, sogni sconvolgenti o flashback dell'evento ed evitare qualsiasi cosa correlata all'evento. Il disturbo da stress post-traumatico viene diagnosticato quando una persona ha sintomi per almeno un mese. Le donne hanno maggiori probabilità di essere colpite rispetto agli uomini. Lo stupro è uno dei fattori scatenanti più probabili del PTSD: il 65% degli uomini e il 45,9% delle donne che vengono violentate svilupperanno il disturbo. L'abuso sessuale infantile è un forte predittore della probabilità per tutta la vita di sviluppare PTSD.
  • Disturbo di panico - Una persona sperimenta attacchi di panico che sono sentimenti di ansia intensi e travolgenti combinati con sintomi fisici come mancanza di respiro, dolori al petto e vertigini. Le donne hanno il doppio delle probabilità di essere colpite rispetto agli uomini e c'è un tasso di comorbilità molto alto con la depressione maggiore.

Come fai a sapere se soffri di ansia?


Fonte: pexels.com

Se ti stai chiedendo come capire se soffri di ansia, è meglio considerare prima i sintomi. Ogni condizione di ansia ha le sue caratteristiche uniche e ognuno ne è influenzato in modo diverso. Tuttavia, ci sono alcuni segni comuni di ansia:

  • Attacchi di panico
  • Vampate calde e fredde
  • Cuore da corsa
  • Rafforzamento del torace
  • Respirazione veloce
  • Irrequietezza
  • Sensazione di tensione, ferita o nervosa
  • Sensazione di oppressione allo stomaco o sensazione di malessere
  • Paura o preoccupazione eccessiva
  • Pensiero ossessivo
  • Sentirsi impotenti
  • Un senso di morte imminente
  • Difficoltà a concentrarsi o ricordare
  • Tremito
  • Sensazione di stanchezza o debolezza
  • Vertigini
  • Diarrea
  • Difficoltà a dormire

Perché soffro di ansia?

Sebbene sia difficile dire esattamente cosa causi l'ansia, ci sono una serie di fattori di rischio che possono essere collegati al suo sviluppo. Di solito deriva da una combinazione di una predisposizione all'ansia, agli eventi della vita e alla salute fisica.



L'ansia può essere diffusa nelle famiglie, suggerendo che alcune persone potrebbero avere una predisposizione genetica alla malattia. Tuttavia, ciò non significa che se un parente soffre di ansia, ne soffrirai sicuramente anche tu, poiché si tratta di una malattia complessa molto probabilmente legata a una combinazione di geni e non solo a uno. Sebbene siano state condotte molte ricerche su questo, l'influenza genetica è ancora incerta.

La ricerca ha anche dimostrato che le sostanze chimiche nel cervello sono collegate all'ansia e le persone con livelli anormali di alcuni neurotrasmettitori nel cervello hanno maggiori probabilità di soffrire di disturbi d'ansia. Anche l'uso o l'abuso di alcol o sostanze illegali è stato collegato all'insorgenza dell'ansia. Anche condizioni mediche come il diabete, l'asma e le malattie cardiache possono contribuire ai disturbi d'ansia. Se una persona ha una predisposizione all'ansia, alcuni eventi della vita stressanti possono innescare l'insorgenza della malattia, ad esempio, stress da lavoro, problemi familiari e di relazione, abuso o perdita per citarne solo alcuni.

Diagnosi di ansia

Se ti riferisci a molti dei suddetti sintomi e li hai sperimentati per un po 'di tempo, ci sono buone probabilità che tu possa soffrire di un disturbo d'ansia. Ci sono molti test sull'ansia online che possono essere facilmente trovati digitando 'ho il test dell'ansia', 'devo fare un quiz sull'ansia' o 'come faccio a sapere se soffro di ansia?' in un motore di ricerca. Questi test possono far luce sull'argomento e dare un'idea del fatto che tu abbia o meno ansia.

Tuttavia, è meglio chiedere consiglio a un professionista della salute. Può sembrare spaventoso rivolgersi a un professionista e dire 'Penso di avere ansia', ma è l'unico modo per rispondere alla domanda: ho un disturbo d'ansia? Al fine di raggiungere una diagnosi, possono condurre test fisici come esami del sangue o esami delle urine per determinare se la tua ansia è collegata a una condizione medica sottostante.

Faranno quindi domande dettagliate sui tuoi sintomi e sulla tua storia medica e potrebbero utilizzare questionari di psicologia per diagnosticare. È normale sentirsi a disagio o esposti a rispondere a queste domande personali; tuttavia, è molto importante rispondere onestamente, poiché ora lo fai con un professionista che può garantire che tu riceva l'aiuto di cui potresti aver bisogno. (http://www.webmd.com/a-to-z-guides/discomfort-15/better-sleep/slideshow-sleep-tips)



Trattare l'ansia

Per alcuni malati l'ansia può scomparire da sola dopo un po 'di tempo, tuttavia, molte persone continueranno a soffrire per anni se la loro ansia non viene curata. Ci sono cose che puoi fare da solo per alleviare i sintomi dell'ansia senza bisogno di cure mediche. Mantenere uno stile di vita sano può aiutare, quindi cerca di seguire una dieta sana ed equilibrata, impegnarti in un regolare esercizio fisico o attività fisica e dormire bene la notte, se possibile. Se la tua ansia ti tiene sveglio la notte, prova questi suggerimenti di Web MD per dormire meglio la notte: http://www.webmd.com/a-to-z-guides/discomfort-15/better-sleep/slideshow- suggerimenti per dormire.


Fonte: pexels.com

Ridurre e gestire i livelli di stress può anche aiutare a ridurre l'ansia: prova ad affrontare lo stress affrontando i problemi e pianificando per superarli. Potresti anche trovare utile l'allenamento di rilassamento per calmare il corpo e la mente. Molte risorse gratuite sono disponibili online e tramite l'app store, come questa: freemeditation.com. Trascorrere più tempo con la famiglia e gli amici può anche alleviare i sintomi, anche se non ne hai voglia. Far sapere loro cosa stai passando può aiutarli a sostenerti, e anche solo passare del tempo con le persone ti farà sentire meglio.

Trattamento medico

Se la tua ansia è grave, questi passaggi potrebbero non essere sufficienti per alleviare i sintomi. I farmaci antidepressivi vengono spesso prescritti per trattare l'ansia poiché ripristina l'equilibrio delle sostanze chimiche nel cervello, che è collegato all'ansia. Le benzodiazepine sono talvolta prescritte per un uso a breve termine per alleviare i sintomi dell'ansia, ma non sono raccomandate per l'uso a lungo termine. La ricerca indica che le terapie psicologiche sono più efficaci del trattamento medico per l'ansia; pertanto il trattamento medico viene solitamente prescritto solo insieme alla terapia psicologica.

Terapia psicologica

I trattamenti psicologici mirano a cambiare i modelli di pensiero al fine di controllare l'ansia e ridurre le preoccupazioni irrazionali. I trattamenti psicologici più comuni sono la terapia cognitivo comportamentale (CBT) e la terapia comportamentale. La CBT implica la collaborazione con un professionista per identificare i modelli di pensiero e comportamento che contribuiscono alla tua ansia e sostituirli con pensieri e comportamenti che riducono l'ansia e migliorano le capacità di coping. La terapia comportamentale si concentra sull'incoraggiare attività gratificanti al fine di evitare schemi che peggiorano l'ansia.

Aiuto migliore


Fonte: pixabay.com

Better Help è una piattaforma di consulenza online che mira a superare le barriere che potrebbero impedire alle persone di ricevere l'aiuto di cui hanno bisogno, fornendo un accesso facile, economico e discreto a terapisti autorizzati sempre e ovunque. I pazienti ricevono una consulenza professionale tramite computer, tablet o telefono cellulare, rendendo molto più facile l'accesso all'aiuto.

Better Help ha assistito finora oltre 200.000 persone e ha ricevuto recensioni entusiastiche da pazienti che hanno riscontrato enormi miglioramenti come risultato. Consulenti autorizzati, formati ed esperti, specializzati in diverse aree per garantire che tutti i pazienti possano essere abbinati a un professionista altamente qualificato che soddisfi le vostre esigenze. Scopri di più qui: https://www.betterhelp.com/about/.

L'ansia è una malattia mentale comune che può avere gravi effetti negativi sulla vita quotidiana di una persona se non trattata. Assicurati di conoscere i segni e i sintomi in modo da poterli riconoscere in te stesso o in qualcuno vicino a te. Se pensi di soffrire di un disturbo d'ansia, è molto importante ricevere un aiuto professionale. Better Help è qui solo per aiutarti a sentirti meglio e tornare alla normalità, quindi non esitare a metterti in contatto.