Non sei pazzo, ma l'abuso emotivo può farti pensare di esserlo

Avviso contenuto / trigger:Si prega di notare che l'articolo seguente potrebbe menzionare argomenti relativi al trauma che includono aggressioni e violenze sessuali che potrebbero essere causa di innesco.

Se tu o qualcuno che conosci vivete in una relazione violenta, è normale sentirsi sopraffatti e insicuri su come gestire la situazione. Esistono diversi tipi di abuso e sono tutti gravi. Non importa quello che hai fatto o che potresti essere stato accusato di fare in qualsiasi momento della tua vita, non meriti di essere abusato. Inoltre, non è colpa tua se qualcun altro sceglie di comportarsi in modo offensivo nei tuoi confronti. Itèpossibile riconoscere i sintomi di abuso e imparare modi per terminare il ciclo.



Definizione di violenza domestica



La violenza domestica, denominata anche violenza da partner intimo, abuso domestico, abuso coniugale, abuso da parte di partner intimo o violenza negli appuntamenti, è qualsiasi comportamento che si traduca nel maltrattamento di un partner in una relazione da parte di un altro. La violenza domestica o l'abuso possono verificarsi in qualsiasi tipo di relazione e tra persone di diversa estrazione e con differenti sistemi di credenze culturali e sociali.

Tipi di violenza domestica

Fondamentalmente, la violenza domestica riguarda il controllo. Gli autori di abusi possono utilizzare mezzi fisici o psicologici per infliggere traumi o danni alle loro vittime.



Qualsiasi forma di violenza domestica è grave. Se stai subendo un abuso in qualsiasi forma, è importante chiedere aiuto e supporto e raggiungere un luogo sicuro. Alcuni esempi di tipi di violenza domestica includono:

Fisico

Qualsiasi attacco o aggressione a una persona che causa danni fisici o lesioni o il rischio di danni o lesioni è considerato fisico. Colpire, schiaffeggiare, prendere a calci, lanciare oggetti o afferrare una persona senza il suo permesso sono esempi di abuso fisico.

I segni di abuso fisico possono includere lividi multipli con vari stadi di guarigione, ossa rotte o incidenti inspiegabili o occhi neri. Sebbene possa verificarsi in assenza di altre forme di abuso, non è raro che si verifichi abuso fisico in aggiunta ad altre forme di abuso, come l'abuso sessuale o emotivo.



Abuso sessuale

Il comportamento che coinvolge qualsiasi atto forzato di natura sessuale è un abuso sessuale. Accarezzare senza permesso, molestare sessualmente, forzare rapporti sessuali o altri atti sessuali rientrano in questa categoria di abuso.

esempi di questioni etiche nella consulenza

Il matrimonio o una relazione impegnata non dà a qualcuno il diritto di chiedere o forzare il sesso. Non sei obbligato a fare sesso con nessuno e non dovresti pensare che qualcuno ti debba favori sessuali. La decisione di impegnarsi in una relazione sessuale dovrebbe essere una scelta personale, consensuale e mai obbligata a nessuno. Mai.

Come ogni tipo di abuso, l'abuso sessuale può avere un impatto significativo sulla salute fisica e mentale di una persona. Può verificarsi la perdita di amicizie o relazioni. Può far sentire le vittime incapaci di fidarsi di nessuno, soprattutto in modo intimo, il che può portare a evitare relazioni future. Se il tuo partner ti costringe a fare sesso o ad intraprendere atti sessuali indesiderati o minimizza l'importanza dei tuoi sentimenti riguardo al sesso, questi sono segni di abuso sessuale.



Abuso finanziario

L'abuso finanziario può comportare il trattenere denaro o rifiutare a una vittima il diritto di lavorare e guadagnare denaro in modo indipendente. Privare una persona del sostegno finanziario o delle cose che il sostegno finanziario offre (vestiti, cibo, alloggio) è un abuso finanziario. L'abuso finanziario è uno strumento comune utilizzato da coniugi o partner violenti per mantenere il controllo su una vittima. Senza un modo per mantenersi finanziariamente, le vittime hanno meno probabilità di lasciare una relazione violenta. Sfortunatamente, anche le vittime che hanno accesso a del denaro (loro o preso in prestito) possono rimanere in una relazione a causa dell'abuso emotivo che hanno subito.

Il tuo coniuge, partner o qualcun altro che conosci ti ha rubato o ha usato il tuo nome e le tue informazioni personali per contrarre debiti? Il tuo partner si rifiuta di lasciarti lavorare o ti costringe a lavorare? Ti senti come se dovessi fare affidamento sul tuo partner per tutto il supporto finanziario? In tal caso, potresti subire abusi finanziari.

Abuso spirituale

Qualsiasi comportamento che causa un disturbo nel modo in cui ti senti su te stesso o ostacola il modo in cui ti piace fare le cose è un abuso spirituale. Può coinvolgere un partner che stabilisce regole sul tuo diritto di praticare credenze religiose o di praticare valori e morali culturalmente sostenuti. Essere costretti a rinunciare a cose che sono importanti per te o farti sentire che non hai il diritto di scegliere è un abuso spirituale.

Abuso tecnologico



Viviamo in un mondo frenetico con la tecnologia a portata di mano. Sebbene l'uso di Internet e dei social media possa essere utile per scopi educativi e professionali, nonché per il piacere personale, crea anche un ambiente favorevole all'abuso e al controllo.

Se il tuo partner fa telefonate o ti invia messaggi di testo costantemente, cambia o richiede di conoscere le password dei tuoi account di posta elettronica e dei social media, monitora la tua attività sui social media o utilizza il tracciamento GPS per seguire le tue attività, questo è un abuso tecnologico. Creare falsi profili sui social media per tentare di ingannarti o sorprenderti a fare cose che non vogliono che tu faccia o usare i social media per molestarti o minacciarti è anche un abuso tecnologico.

Abuso verbale o aggressione verbale

L'aggressione verbale è quando qualcuno usa le sue parole per ferire un'altra persona. L'abuso verbale include insulti, critiche, incolpare, accusare e parlare con qualcuno in modo condiscendente. Qualcuno che abusa verbalmente può minacciare il partner, ma in realtà potrebbe non fargli nulla. Tuttavia, la paura di essere danneggiati può avere effetti altrettanto dannosi.

Ma che cos'è l'abuso emotivo?

L'abuso emotivo è definito come qualsiasi atto che sottopone una vittima a comportamenti che potrebbero provocare traumi psicologici, con conseguente ansia, depressione, disturbo da stress post-traumatico o che le induca a vivere nella paura. Gli autori di abusi emotivi possono utilizzare insulti, umiliazioni o tattiche di paura per manipolare o controllare le vittime.

L'isolamento, l'intimidazione, l'aggressione verbale o la reclusione, nonché qualsiasi trattamento che provochi un declino nel senso di autostima, identità o dignità di una persona sono tutti esempi di abuso emotivo.

L'abuso emotivo è una forma di violenza familiare e domestica tanto quanto l'abuso fisico o sessuale. È considerato una forma di comportamento passivo-aggressivo perché comporta un comportamento indirettamente aggressivo (gridare, minacciare) invece di essere direttamente aggressivo (spingere, spingere, colpire).

Gli autori di abusi utilizzano spesso una tattica denominata 'toelettatura' per far credere alle vittime che il loro comportamento sia normale. All'inizio, un molestatore può comportarsi in modo affascinante e gentile, il che porta la vittima a fidarsi. Una volta che una vittima si sente al sicuro ed è ignara, gli aggressori possono iniziare a manipolarla per affermare il controllo. Quando ciò accade, diventa più facile per gli autori di abusi comportarsi in modo inappropriato e intraprendere altre forme di abuso.

Sebbene l'abuso emotivo possa verificarsi in assenza di altre forme di abuso, se si verificano altri tipi di abuso, probabilmente si verificherà anche l'abuso emotivo. I sentimenti di impotenza e inutilità che l'abuso emotivo provoca in una vittima spesso lasciano la sensazione di meritare qualsiasi abuso che si verifichi.

Segni di abuso emotivo

Le vittime di abusi emotivi o psicologici tendono a isolarsi dagli altri. Sebbene l'abuso emotivo possa assumere molte forme, alcuni dei segni più comuni di abuso emotivo includono:

Assassinio di personaggi:Questo tipo di comportamento in genere implica che 'non puoi essere all'altezza'. Un aggressore può fare affermazioni che insinuano che sei incapace di svolgere qualsiasi compito come gli altri, accusarti di essere sempre in ritardo o di non sapere come fare cose semplici.

Imbarazzo pubblico:Le persone che commettono abusi emotivi spesso ti danno uno spettacolo pubblico e possono metterti in ridicolo per quelli che credono siano i tuoi difetti di fronte agli altri.

Scherzando:Anche se ciò che dicono può avere qualche base di verità, la verità è solitamente distorta in un modo da farti sembrare e sentire sciocco.

Non avendo riguardo per i tuoi pensieri o sentimenti:Un molestatore può implicare che i film che ti piace guardare o gli hobby che ti piacciono sono stupidi o una perdita di tempo. Potrebbero accusarti di 'non avere quello che serve' per realizzare qualcosa che è importante per te. Sotto la superficie di tutto, quando un molestatore usa tattiche come questa, di solito è perché si sente insicuro e incapace, ma invece di ammetterlo, proietta quei sentimenti su di te.

Rifiuto:Potrebbero negare di averti ferito e dirti che stai 'impazzendo' o 'inventando'. Per questo motivo, potresti iniziare a credere che i tuoi sentimenti non siano validi: è una sensazione terribile e non è vero.

Dandoti ordini diretti:Gli autori di abusi spesso usano parole o comportamenti di controllo per manipolare o spaventare le vittime. Aspettarsi che tu segua i loro ordini come se appartenessi a loro è un segno comune di abuso emotivo.

Trattandoti come se fossi un bambino:Controllare il tipo di vestiti che indossi, cosa mangi o chi sono i tuoi amici è un segno di abuso emotivo.

Comportamenti imprevedibili o scoppi di rabbia:Potresti essere soggetto a rabbia incontrollabile seguita da una pioggia di affetto o regali. La felicità e la gioia possono essere rapidamente sostituite dall'incertezza e dalla sensazione di essere sempre nervosi.

Gelosia:Gli autori di abusi spesso accusano le vittime di barare o flirtare con qualcun altro, anche se sanno che non è vero.

Ti fa inciampare in colpa:Le vittime spesso sentono di dover qualcosa ai loro aggressori. Ti potrebbe essere detto: 'Ho fatto così tanto per te e tu non puoi nemmeno fare questa piccola cosa per me ??'

Ritenuta:L'abuso emotivo può comportare il rifiuto dell'amore, dell'affetto, del sesso come forma di punizione o controllo.

Chiamata per nome:Gli aggressori possono chiamare una vittima con nomi che sono palesemente offensivi come 'pazzo' o 'perdente'. D'altra parte, possono usare 'nomi di animali domestici' o soprannomi che causano dolore o imbarazzo. Miss Piggy e Chubby Pumpkin sono esempi.

Insistendo sulla comunicazione costante:Gli autori di abusi spesso vogliono sapere sempre dove si trova una vittima. Possono chiamare o inviare messaggi più volte durante il giorno, passare inaspettatamente o prendere le chiavi per impedirti di partire.

teoria psicodinamica

Illuminazione a gas

Il gaslighting è una forma estrema di abuso emotivo che implica l'atto di manipolare qualcuno con l'uso di sforzi psicologici. Le persone che fanno il gaslight inducono le vittime a mettere in discussione i propri pensieri, ricordi o fatti relativi a un evento che sanno accadere.

Sebbene il gaslighting possa verificarsi sia nelle relazioni personali che professionali, gli effetti che ha sulle relazioni intime possono essere i più sbalorditivi.

Il termine gaslighting deriva da uno spettacolo teatrale che alla fine è diventato un film. Il film del 1944Gaslightracconta la storia di una donna che si è sposata giovane. Suo marito era manipolatore e controllante. Nei suoi tentativi di controllarla, iniziò a manipolare il suo ambiente in modi che le facevano dubitare della sua sanità mentale. Le luci della casa nel film erano a gas. Il marito avrebbe abbassato le luci a gas e le avrebbe fatte tremolare e avrebbe negato che stesse accadendo qualcosa quando lei ne aveva parlato. Le avrebbe detto che era pazza e che non c'era niente di sbagliato in loro. Il trauma emotivo che ha vissuto è stato grave. Alla fine, la donna ha trovato qualcuno che l'ha aiutata a dimostrare che non stava impazzendo e che gli eventi stavano accadendo e non la sua immaginazione, e ha lasciato il matrimonio.

Il gaslighting può verificarsi in diverse forme, ma tutte impiegano un certo senso di tentativo di controllare psicologicamente una vittima.Proiezioneè una tattica comune usata dagli accendigas. È l'atto di accusare qualcun altro di avere carenze o colpe che si vedono in se stessi. Ad esempio, se un accenditore di benzina tradisce in una relazione, potrebbe accusarti di essere infedele. Questo è uno stratagemma che gli accendigas usano spesso per distogliere l'attenzione da se stessi e dal loro cattivo comportamento.

Fonte: unsplash.com

Primi segni di una relazione malsana

Avere una nuova relazione può essere eccitante. Non è probabile che qualcuno inizi una relazione aspettandosi di diventare vittima di abusi. Purtroppo questo può succedere. Ci sono alcuni segnali di allarme che possono indicare un aumento del rischio di sperimentare una relazione malsana o un abuso.

Segni di relazioni intime malsane e potenziale abuso di appuntamenti includono:

  • Si lamentava sempre della sua ex.Se il tuo partner parla sempre negativamente del suo ex e lo licenzia come se fosse pazzo, questo è un forte segnale che potrebbe fare la stessa cosa con te.
  • Il loro ex continua ad avvertirti.Non tutti gli ex sono gelosi o rivogliono il tuo partner. Non scriverli subito come gelosi. Sfortunatamente, potrebbe esserci del vero in ciò che dicono. Anche se non riconosci subito quello che dice un ex, è saggio considerare quello che ti viene detto, soprattutto se inizi a vedere altri comportamenti che indicano una natura offensiva.
  • Se il tuo partner colpisce sempre oggetti o sembra violento, questo è un segnale di avvertimento che la tua relazione potrebbe subire una qualche forma di abuso fisico.
  • Il tuo partner richiede sesso all'inizio della relazione, anche se ti senti a disagio. Questo è un segno di comportamento coercitivo o manipolatore. Se non ti senti a tuo agio ad avere una relazione sessuale, dillo. Il sesso esigente potrebbe indicare che il tuo partner potrebbe diventare sessualmente aggressivo in seguito.
  • Il tuo partner richiede di controllare il tuo telefono cellulare o la cronologia di Internet- oppure li controllano senza il tuo permesso.
  • Il tuo partner 'controlla' con te tutto il tempo,che di solito si trasforma in loro che hanno bisogno di sapere dove sei e con chi sei in ogni momento (ad esempio, attraverso messaggi costanti o telefonate).
  • Il tuo partner ti chiama nomignoli, che non ti piace molto o da cui non ti senti sminuito.
  • Semplicemente non ti senti a disagio con loro. Questo è il più semplice dei segni di una relazione malsana.

Se riscontri uno qualsiasi di questi segni di una relazione malsana, dovresti interrompere ogni contatto con questa personasubito.Essere vittima di abuso emotivo aumenta il rischio di diventare vittima di altre forme di abuso a meno che tu non riceva aiuto. L'insulto all'autostima e alla felicità che l'abuso emotivo fa sentire alle vittime contribuisce in gran parte a questo rischio. Molte vittime sentono che è impossibile vivere l'esperienza di una sana relazione d'amore. Se stai subendo un abuso emotivo, va bene chiedere aiuto. Se ti senti come se fossi in pericolo immediato, cerca aiuto immediato. La linea diretta per la violenza domestica è 1-800-799-7233 ed è disponibile 24 ore su 24, 7 giorni su 7.

Modello di comportamento dell'aggressore

L'abuso domestico o familiare, che può includere abusi fisici, sessuali, emotivi, verbali e finanziari, è un mezzo di controllo. Gli aggressori in genere giocano a giochi mentali per cercare di confondere o ferire le vittime. Poiché l'abuso emotivo potrebbe non essere accoppiato con l'abuso fisico, alcune vittime potrebbero non rendersi conto di ciò che sta accadendo fino a quando l'abuso non diventa insopportabile.

L'intimidazione fa parte del modello di comportamento dell'abuso emotivo. Le vittime possono sentirsi come se fossero punite per aver pensato o sentito in un certo modo o potrebbero sentirsi come se non avessero altra scelta che cedere alle richieste di un aggressore. Molti molestatori mostrano periodi di comportamento offensivo seguiti da bombardamenti amorosi.

Il bombardamento amoroso è una tecnica coercitiva che le persone che manipolano usano per indurre le vittime a chiedersi se una situazione sia così grave come pensavano inizialmente. Può includere comportamenti come elargirti di regali costosi, bombardarti di messaggi o telefonate che di solito ruotano attorno al loro 'affetto eterno' nei tuoi confronti e complimenti che sembrano non avere fine. Se un molestatore può indurre una vittima a provare insicurezza, diventa più facile diventare più controllante.

Codipendenza

Molte vittime di abusi si ritrovano codipendenti dai loro autori. Una relazione codipendente si verifica quando le vittime sentono il bisogno di tollerare il comportamento dell'aggressore perché è diventato un'abitudine. Questa abitudine diventa così 'normale' che, in alcune di queste situazioni, le vittime possono avere la sensazione di sentirsi perse senza l'aggressore.

I sintomi della codipendenza includono sentirsi infelici in una relazione, ma temere come potrebbe essere la vita se la relazione finisse. Trascurare i propri bisogni per il bene di soddisfare i bisogni del proprio aggressore, sentendo il bisogno di chiedere la costante approvazione del proprio aggressore, preferendo vivere nella relazione violenta piuttosto che essere soli. Inoltre, criticare te stesso come farebbe il tuo aggressore è anche segno di codipendenza.

Il ciclo dell'abuso emotivo

'Ciclo di abuso emotivo' si riferisce al modello di comportamento, o ciclo di comportamento, che generalmente si verifica in una relazione violenta. La prima tappa è il periodo della luna di miele. Durante questa fase, molti molestatori emotivi appaiono estremamente affascinanti per le loro potenziali vittime, così come per gli altri intorno a loro. Il pensiero che un partner possa diventare violento è offensivo per una potenziale vittima durante questo periodo.

Duranteperiodo di luna di miele, i maltrattatori in genere usano fascino e affetto e possono farti sentire come se ti amassero e si prendessero cura di te. Potrebbero comprarti cose carine per guadagnarti il ​​perdono per le ferite passate e professare i loro sentimenti per te. A causa di questo modello di comportamento, le vittime sono diventate molto attaccate ai loro aggressori e sono diventate più coinvolte nella relazione prima di riconoscere i modelli di comportamento negativi di coercizione, manipolazione e violenza.

La fase successiva è quando illa tensione cresce. Durante questo periodo, l'aggressore diventa sempre più agitato. È il palcoscenico, che molte vittime chiamano 'camminare sui gusci d'uovo'. Potresti non essere sicuro che ciò che dici o fai scatenerà l'altra persona.

Ilincidentefase del ciclo di abuso è quando si verifica qualsiasi forma di abuso. L'abuso può essere un attacco verbale o fisico o un'aggressione sessuale. Minacce, manipolazioni e intimidazioni si verificano generalmente durante questa fase. Gli aggressori possono arrabbiarsi facilmente, litigare costantemente e incolpare una vittima durante questa fase.

Riconciliazionesi verifica quando un molestatore riconosce che il suo comportamento era inappropriato e sembra fare un tentativo di correggere il torto. Per alcuni, questo potrebbe essere un autentico tentativo di un comportamento migliore. D'altra parte, questo potrebbe essere un altro modo per manipolare una vittima con giochi mentali.

La fase spesso denominata 'calma'È un periodo di tempo durante il quale non si verifica alcun abuso. Gli aggressori possono comportarsi come se non si fosse verificato alcun incidente di abuso e anche le vittime potrebbero tentare di dimenticare.

Senza un intervento adeguato, l'abuso in genere continua in un ciclo che si verifica più e più volte. Con il giusto aiuto, tuttavia, c'è speranza di porre fine al ciclo di abusi.

Fonte: wikipedia.org

Modelli di comportamento coercitivo

Gli aggressori emotivi hanno spesso personalità e modelli di comportamento distinti. Spesso esibiscono individui egocentrici privi di empatia. Una volta che sei stato esposto a questi tratti, potresti essere in grado di riconoscerli nelle relazioni future prima che inizi l'abuso.

Alcuni autori di abusi possono sentirsi come se non avessero il controllo sulla propria vita, il che si traduce in un forte desiderio di affermare il controllo dove possono, anche nelle loro relazioni con gli altri. Puoi osservare i seguenti segni per determinare se una persona è a rischio per comportamenti coercitivi. Conoscere questi schemi può aiutarti a evitare di entrare in una relazione violenta in futuro.

  • La persona sembra insicura o a disagio con gli altri.
  • Sono paranoici sulle motivazioni delle persone, alla continua ricerca di insulti o programmi nascosti dove non ce ne sono.
  • Reagisce in modo eccessivo a situazioni semplici o sembra nervoso o teso.
  • Ha genitori prepotenti o membri della famiglia che si sono presi cura di tutto per loro, oltre un'età appropriata per farlo.
  • Esprime la rabbia della strada e pensa che gli altri conducenti siano 'idioti'.
  • Vanta o si vanta.
  • Troppo bisognoso, richiede costantemente supporto emotivo.
  • Il risentimento irragionevole dei partner passati e la colpa delle relazioni fallite sull'altra persona, solleva costantemente la loro continua rabbia o rimostranze per l'ex partner.
  • Interpreta il cucciolo triste, cercando la tua pietà e lamentandosi di quanto sia stato trattato male in passato.
  • Agisce in modo invadente nelle conversazioni, impedendo agli altri di avere un'opinione, ottenendo sempre l'ultima parola e discutendo su questioni insignificanti su cui non sembra valere la pena discutere.
  • Ti spinge a fare cose che non vuoi.
  • Prende decisioni per te, senza consultarti.
  • Invade la tua privacy, essendo sempre ficcanaso su dove sei, cosa stai facendo o con chi stai.
  • Si comporta in modo possessivo nei tuoi confronti.
  • Bugie su piccole cose di cui sarebbe facile dire la verità.
  • Ignora i confini che hai impostato.
  • Hai sentito racconti di altri episodi di rabbia, violenza o abuso da parte di altre persone che li conoscono.

Se vedi più modelli in questo elenco in una persona, sei a rischio di abuso emotivo.

Abuso emotivo nascosto

L'abuso nascosto è un abuso psicologico ed emotivo che non include comportamenti che controllano esternamente come minacciare, incolpare o sminuire. Viene spesso definito comportamento passivo / aggressivo. Un violentatore che usa un abuso emotivo nascosto cercherà intenzionalmente e apparentemente sistematicamente di manipolare i tuoi pensieri, sentimenti e risposte emotive. Questo si ottiene spesso spostando la colpa, accendendo gas, ignorando o distorcendo le tue parole.

Quando un molestatore usa un abuso emotivo nascosto, generalmente si presenta come amorevole o premuroso nel tentativo di assicurarsi che i propri comportamenti non siano facilmente visibili. Possono sembrare empatici, cordiali e affidabili, ma questo di solito fa parte del gioco mentale dell'abuso emotivo nascosto.

L'abuso emotivo nascosto è spesso difficile da identificare perché le vittime possono interpretare il comportamento di un violentatore come normale, piuttosto che fare affidamento sul loro istinto istintivo che non è normale o salutare. Può comportare uno sforzo intenso da parte dell'aggressore per far dubitare una vittima delle proprie percezioni su ciò che crede sia la realtà.

Segni che qualcuno è stato abusato emotivamente o ha un partner emotivamente violento

Se sospetti che qualcuno che conosci sia vittima di abusi, è importante che ti avvicini e offri supporto. I seguenti sono sintomi che possono indicare la presenza di abuso.

Sono lontani dai loro cari

Potresti notare che la persona che ami sta diventando sempre più distante. Più a lungo si protrae l'abuso, più distante può diventare una vittima.

Qualcuno che potrebbe essere il tuo migliore amico può sembrare chiuso o freddo nei confronti. Potresti essere arrabbiato con questa persona e pensare che non si preoccupi più dei suoi amici da quando hanno trovato una relazione. Tuttavia, questopotrebbe essereun segno che sono in una relazione emotivamente violenta e che probabilmente soffrono di disturbo da stress post-traumatico, disturbo da stress post-traumatico complesso o altri disturbi come ansia o depressione.

Di solito c'è una differenza tra semplicemente non avere il tempo di parlare e subire abusi emotivi. Se una persona con cui una volta eri straordinariamente vicino ha una relazione con qualcuno che controlla, potrebbe improvvisamente iniziare a ignorare del tutto le tue conversazioni o addirittura impedirti di comunicare con loro. Ciò si applica soprattutto se la potenziale persona emotivamente abusata ignora la propria famiglia, che potrebbe altrimenti contattare in caso di bisogno.

Sembra che abbiano sempre bisogno di scusarsi con te

Se hai notato che il tuo amico si sta scusando di più, come se sentisse il bisogno di scusarsi per ogni piccola cosa, questo potrebbe essere il segno di una relazione emotivamente violenta. Mentre alcune persone imparano naturalmente a diventare più sensibili ai pensieri e ai sentimenti degli altri e diventano più disponibili a chiedere scusa quando necessario, le persone in una relazione emotivamente violenta possono farlo anche quando sembra che non ci sia bisogno di scuse. Spesso appaiono nervosi o sembrano 'camminare sui gusci delle uova', specialmente in presenza di chi li abusa.

Hanno bisogno del permesso prima di fare le cose che vogliono fare

'Fammi vedere se il mio ragazzo / la mia ragazza lo permette.' Se il tuo amico chiede sempre il permesso al suo partner per tutto o aderisce a regole che il suo partner sembra stabilire per lui, potrebbe subire abusi emotivi o essere coinvolto in una relazione emotivamente violenta.

C'è una differenza fondamentale tra far sapere al tuo partner cosa stai facendo per rispetto e chiedere il permesso. Se 'far sapere al proprio partner' sembra eccessivo e inviano sempre messaggi di testo per far sapere al partner dove si trova, con chi si trova o cosa sta facendo, ciò potrebbe indicare la presenza di abusi.

Ansia o depressione

Ansia, depressione o un cambiamento di umore potrebbero essere un esempio di abuso emotivo. Se il tuo amico sembrava non averlo mai provato prima e la sua ansia sembra intensificarsi ogni volta che menziona il coniuge, potrebbe essere un segno di una persona emotivamente abusata.

Potrebbero parlarti dell'abuso

Anche se non sempre accade, a volte, una persona emotivamente abusata ti dirà che sta subendo un abuso emotivo. Possono provare a mascherarlo un po 'e dire che il loro partner sta attraversando un momento difficile o `` è solo diverso' ', ma se la persona parla del suo partnerAzioni, è un chiaro segno di abusi emotivi e dovresti cercare di entrare in contatto con la persona.

Gli effetti a breve ea lungo termine dell'abuso emotivo

Come ogni abuso, l'abuso emotivo può causare effetti significativi su una vittima. La negazione è comune tra le vittime poiché il pensiero che potrebbero essere vittime di qualcuno a cui si prendono cura è incredibile. Inizialmente possono essere presenti sentimenti di paura, confusione e vergogna. Questo può portare a risposte sia fisiche che mentali come umore alterato, difficoltà di concentrazione, incubi, tensione muscolare e battito cardiaco accelerato.

Nel tempo, se l'abuso emotivo non viene interrotto e se una vittima non riceve aiuto, c'è la possibilità che il comportamento abusivo possa peggiorare molto. Possono verificarsi ansia, senso di colpa, disturbi del sonno, ritiro sociale e isolamento e depressione. Alcuni professionisti della salute mentale ritengono che l'abuso emotivo possa contribuire allo sviluppo di condizioni come la fibromialgia e la sindrome da stanchezza cronica.

Non è raro che le vittime di abuso emotivo sperimentino mal di testa cronici, malattie cardiache, obesità, disturbi alimentari e disturbi da uso di sostanze.

Forse uno degli effetti più spaventosi dell'abuso emotivo è lo sviluppo del disturbo da stress post-traumatico, noto anche come PTSD. Il disturbo da stress post-traumatico si verifica in genere in risposta a un evento traumatico o un modello di abuso o abbandono a lungo termine. Le vittime possono sperimentare flashback dell'evento, essere facilmente spaventate, avere incubi o terrori notturni. I bambini che soffrono di disturbo da stress post-traumatico possono mostrare segni di regressione dello sviluppo o di enuresi.

Imparare a far fronte agli abusi emotivi

Essere vittima di un abuso o di un controllo emotivo può sembrare opprimente. Potresti sentire come se non ci fosse via d'uscita. Il primo passo per il recupero è ammettere che c'è un problema. Cercare l'aiuto di un consulente o di un altro professionista della salute mentale può offrirti l'opportunità di discutere i tuoi sentimenti e di sviluppare un piano per metterti al sicuro.

Superare l'abuso emotivo richiederà che tu sia onesto con te stesso su ciò che hai vissuto, come ti senti riguardo l'abuso e cosa vuoi e ti aspetti per il tuo futuro.

Imposta confini:Anche se a un aggressore non piace o sceglie di non rispettare i limiti che hai stabilito, stabiliscili comunque. Stabilisci nella tua mente le cose che sei disposto a tollerare e le cose che non sei. Rendi chiare le tue intenzioni e le conseguenze di oltrepassare i tuoi confini. Quando lo fai, è importante imporre le conseguenze se / quando l'aggressore cerca di manipolarti.

Pratica la cura di sé:Chiunque voglia stare bene fisicamente o mentalmente ha bisogno di imparare a fare di se stesso una priorità. Ciò è particolarmente vero se sei stato vittima di abusi. Distogliere l'attenzione dal tuo aggressore e concentrarti sui tuoi desideri e bisogni può aiutarti a iniziare a provare un senso di equilibrio e benessere. Riposati e dormi in abbondanza. Mangia pasti sani ed equilibrati ed esercita.

Evita discussioni:Anche se hai ragione e l'aggressore sa che hai ragione, è altamente improbabile che lo ammetterà mai. Non sprecare il tuo tempo cercando di discutere con loro o di difenderti dalle loro accuse. Sfortunatamente, una persona che è emotivamente violenta può prendere qualsiasi cosa tu dica e metterla contro di te, inclusa la verità.

Costruisci un sistema di supporto:Parla con un amico fidato o un familiare di quello che stai passando. Una cosa su cui contano molti molestatori è il fatto che le loro vittime potrebbero non confidare ad altri cosa sta succedendo. In molti casi, le vittime si sentono così oppresse emotivamente da non pensare che gli altri le crederanno. Lo faranno! Parla con qualcuno che possa offrirti supporto emotivo e incoraggiamento in modo da poter trarre forza per il viaggio di guarigione.

Affermazioni positive per vittime di abuso emotivo

Se stai subendo un abuso emotivo, potrebbe sembrare che niente sia buono o positivo nella tua vita. Anche con un forte sistema di supporto o con l'aiuto di un terapeuta, una delle cose più utili che puoi fare è pronunciare affermazioni positive nella tua vita. Le affermazioni positive sono pensieri intenzionali e focalizzati sull'edificazione piuttosto che sull'abbattimento.

Parlare di affermazioni nella tua vita ti dà un senso di potere e controllo su ciò che senti e pensi, il che può migliorare il tuo equilibrio emotivo generale. All'inizio può sembrare scomodo o addirittura sciocco, ma le parole sono potenti. Usali a tuo vantaggio.

Affermazioni per parlare a te stesso:

  1. Divento più forte ogni giorno.
  2. Sento la felicità nel profondo di me e la farò uscire.
  3. Sono capace di felicità.
  4. Scelgo di guarire dal dolore.
  5. Le cose negative che ho vissuto non mi definiscono.
  6. Nessuno può togliermi il diritto di avere una vita felice.
  7. Anche le situazioni più dolorose sono un'opportunità per me di diventare più forte.
  8. Perdono (nome dell'aggressore).
  9. Sono così entusiasta del futuro.
  10. Posso vivere una vita felice.
  11. Posso vivere in pace.
  12. Ho scelto di essere felice.
  13. Nessuno può portare via l'amore che ho per me stesso.

Citazioni di guarigione:

'Il dolore e le ferite vengono guarite solo quando le tocchiamo con compassione.' Buddha

'La guarigione richiede coraggio e tutti noi abbiamo coraggio, anche se dobbiamo scavare un po 'per trovarlo.' Tori Amos

'Ogni guarigione è prima di tutto una guarigione del cuore.' Carl Townsend

'Alla fine capirai che l'amore guarisce tutto, e l'amore è tutto ciò che c'è.' Gary Zukav

'Di una cosa sono certo, il corpo non è la misura della guarigione, la pace è la misura.' Phyllis McGinley

Fermare il ciclo di abuso

Forse la cosa più frustrante dell'abuso emotivo e verbale è che per la vittima non ha alcun senso razionale. In effetti, di solito è impossibile fermare l'abuso verbale attraverso il ragionamento o la logica perché un violentatore emotivo in genere non forma le proprie azioni con razionalità o logica. Molte vittime sembrano rimanere in un costante stato di panico alla ricerca del motivo degli scoppi di rabbia dell'altra persona.

L'incapacità di razionalizzare il motivo per cui sta accadendo l'abuso e di trovare la logica dietro le motivazioni di un violentatore è una delle ragioni per cui l'abuso emotivo può farti sentire come se fossi pazzo. Gli argomenti possono sembrare andare avanti in tondo perché l'aggressore generalmente non riconoscerà i tuoi argomenti razionali. La tua consapevolezza che una persona ragionevole non comunica in questo modo non cambia il fatto che non collaborerà. Quindi come fermarlo?

La prima cosa che devi fare per proteggere la tua salute mentale è smettere di cercare di ragionare con l'aggressore. Tutto ciò si tradurrà in frustrazione e rabbia per te, e generalmente non risponderanno. Agiscono sull'emozione piuttosto che sulla ragione. Se permetti a te stesso di arrabbiarti, la situazione peggiorerà e l'aggressore avrà acquisito potere su di te perché anche tu avrai perso la tua capacità di ragionare bene. Smetti semplicemente di cercare di spiegare te stesso e le tue azioni.

Il passo successivo consiste nel liberarsi il più possibile dall'abuso. Inizia a sviluppare un piano di sicurezza. Renditi noioso con l'aggressore. Non giocare con gli abusi e se hai bisogno di andartene e lasciare la situazione, fallo. Se non reagisci alla manipolazione, avranno meno soddisfazione dal maltrattarti.

Se individuano il cambiamento e cercano di aumentare l'abuso, torna al primo passaggio e ricorda di non discutere la logica o perdere la pazienza. Alcuni molestatori cercano di provocare una discussione con una vittima. Potrebbero chiamarti per nome, mentirti o su di te o incolparti per cose che sono colpa loro. È importante ricordare a te stesso che questo è un problema con loro e non è colpa tua.

Mentre stai implementando questi cambiamenti nei tuoi schemi, ricordati di prenderti cura di te stesso. Inizia a pensarcivoi. Questo può essere difficile per coloro che sono stati addestrati a mettere l'aggressore al primo posto e pensare sempre a cosa li renderebbe felici o impedire loro di esplodere. Cerca invece dei modi per migliorare la tua salute mentale e la tua felicità.

Dovresti anche iniziare a imparare a stabilire dei limiti personali. Affermare i tuoi limiti ad alta voce mostra all'aggressore che sei consapevole di ciò che sta facendo. Inizia a rompere la loro presa su di te ed è una lezione estremamente importante da imparare per le tue future amicizie e relazioni.

cosa incoraggia la meditazione di consapevolezza?

Se il comportamento abusivo continua dopo aver stabilito dei limiti e rifiutato di impegnarsi, è tempo di pianificare la tua uscita dalla relazione. Inizia trovando modi per diminuire le tue interazioni con questa persona. Continua i passaggi discussi sopra per limitare le situazioni dannose mentre ti prepari a partire. Se sei finanziariamente dipendente dal tuo aggressore, pianifica l'indipendenza finanziaria prima di agire.

Quando sei pronto per partire, sia che tu stia lasciando una discussione specifica o abbandonando del tutto la relazione, assicurati che qualcuno di cui ti fidi sappia dove sei e cosa stai pianificando. Se possibile, avere qualcuno con te o al telefono con te mentre esci. Ancora una volta, cercare di allontanarti da una discussione emotivamente violenta può portare la situazione alla violenza fisica, poiché l'aggressore va nel panico per trovare un modo per controllare il tuo comportamento e impedirti di andartene.

Chiama la linea diretta nazionale per la violenza domestica

Se sei vittima di abusi, una cosa che puoi fare è chiamare la National Domestic Violence Hotline al numero 1-800-799-7233. La National Domestic Violence Hotline è disponibile 24 ore su 24, 7 giorni su 7, e puoi anche chattare online con una persona della National Domestic Violence Hotline.

Se sei stato colpito fisicamente, chiama la National Domestic Violence Hotline. Se hai subito abusi emotivi, chiama la linea diretta nazionale per la violenza domestica. La National Domestic Violence Hotline è completamente anonima. Puoi trovare aiuto e consigli che possono darti risorse su come lasciare in sicurezza una relazione violenta. Se hai bisogno di aiuto e non sai a chi rivolgerti, inizia effettuando la chiamata.

Prova una riga di testo di crisi

Spesso, qualcuno che è una vittima non può essere vocale al telefono o potrebbe non voler accedere al computer. Una riga di testo di crisi può aiutare. Una riga di testo di crisi è quando puoi comunicare con qualcuno tramite testo per un'esperienza più discreta.

La riga di testo di crisi più comune è semplicemente nota come riga di testo di crisi. Invia un SMS a CASA al 741741. Questa linea diretta non è utile solo per la violenza domestica, ma può essere utile anche per un'altra crisi.

Segni di trauma mentale e imparare a fidarsi di nuovo di se stessi dopo un abuso emotivo

Può essere difficile imparare a fidarsi del proprio giudizio e dei propri pensieri dopo aver subito un abuso emotivo. In effetti, l'abuso emotivo può causare problemi di salute sia fisica che mentale, specialmente se si tratta di abuso a lungo termine.

Le vittime di abuso emotivo possono sviluppare ansia, depressione, disturbo da stress post-traumatico. Possono anche mostrare segni di malattie fisiche come problemi gastrointestinali, dolore cronico e inspiegabile, diminuzione del desiderio di sesso o intimità, ipertensione e sistema immunitario compromesso.

Cose da ricordare

Abusi di qualsiasi tipo possono farti sentire come se a nessuno importi e che non ci sia speranza per una vita normale. Gli aggressori tendono a usare la coercizione e la manipolazione per far sentire le vittime in uno stato di vulnerabilità costante. Se hai una relazione violenta, è importante ricordare queste cose:

Il matrimonio non è consenso

Sebbene l'intimità sessuale sia una parte importante di un matrimonio sano, non devi fare sesso a nessuno. Costringere qualcuno a fare sesso è stupro. Anche se una coppia è sposata, se uno dei coniugi costringe l'altro a comportarsi in modo sessuale, questoèviolenza sessuale.

Le reti di supporto sono importanti

Avere una rete di persone di supporto non solo ti dà un senso di appartenenza, ma può anche essere una grande fonte di forza e incoraggiamento se stai attraversando un momento difficile. Amici o familiari fidati, anziani di un gruppo ecclesiastico o altro gruppo sociale coinvolto o insegnanti sono spesso una buona fonte a cui guardare quando si costruisce un social network di supporto

La tua identità, dignità e autostima sono importanti

Il trauma psicologico che vivi in ​​una relazione violenta può farti perdere il senso di te stesso, la tua identità e la tua dignità. Tu sei importante. Le relazioni violente possono far sentire le vittime totalmente dipendenti da un violentatore per tutto, il che può privare di ogni senso di identità personale, sentimenti di dignità e rispetto o autostima. I tuoi pensieri, sentimenti e bisogni sono importanti.

Puoi avere segreti

Sebbene tu possa non avere nulla da nascondere, non va bene che un'altra persona richieda l'accesso a cose che ti appartengono personalmente. Dovresti sentire che va bene e sicuro avere la tua posta elettronica, account di social media o telefono che non viene utilizzato o 'indagato' dal tuo partner.

Ricorda, ci sono volte in cui una persona violenta proietta il proprio comportamento su una vittima.

Non c'è motivo di violenza fisica

Il tuo partner non dovrebbe mai usare intimidazioni, manipolazioni o violenza per cercare di controllarti. Quando i confini personali vengono violati e si verifica violenza fisica, ciò può portare a traumi fisici o emotivi a lungo termine e, in alcuni casi, potrebbe portare alla morte di una vittima. Se sei o sei stato vittima di un'aggressione fisica, è importante chiedere aiuto.

Riprendere il controllo della tua vita

Se sei in pericolo immediato, chiama i servizi di emergenza come le hotline sopra menzionate. Se non sei in pericolo immediato e hai bisogno di tempo per pensare o pianificare, considera quanto segue.

L'abuso non è colpa tua o tua responsabilità. Sebbene tu possa voler aiutare il tuo aggressore, senza un aiuto professionale, è improbabile che il comportamento si fermi. Non è tua responsabilità

Decidere di non rispondere a discussioni o comportamenti offensivipuò sembrare un compito impossibile. Tuttavia, è uno dei passaggi più importanti per guarire e riprendere il controllo della tua vita. Allontanati dal comportamento del tuo aggressore e ricorda di stabilire dei limiti. Per quanto possibile, limita la tua esposizione all'aggressore.

psicologia della proiezione

Esci!Potrebbe essere necessario tagliare tutti i legami con il tuo aggressore per proteggere il tuo benessere fisico ed emotivo. Se decidi di andartene, chiarisci che la relazione è finita. Non accettare chiamate o messaggi. Non consentire visite e qualunque cosa tu faccia,non tornare indietro!

Prenditi il ​​tempo che ti serve per guarire.L'abuso emotivo può avere un impatto significativo che può sembrare impossibile da superare. Con il tempo e il giusto aiuto,la guarigione è possibile. Prenditi il ​​tempo necessario per concentrarti sulla cura di te stesso. Impegnati in relazioni sane con amici e persone care. Inoltre, evita di provare a iniziare una nuova relazione finché non sarai emotivamente sano e stabile.

La malattia mentale non è un motivo per subire abusi

Sfortunatamente, poiché molte persone che soffrono di una malattia mentale possono sentirsi isolate o separate dagli altri, potrebbero non cercare immediatamente aiuto se ne hanno bisogno. È importante capire che la presenza di malattie mentali o qualsiasi altra condizione di salute fisica o mentale non dà a nessuno il diritto di abusare di te. Inoltre, non è consentito che qualcuno respinga le tue affermazioni di abuso sulla base di pregiudizi a causa di qualsiasi malattia che potresti avere.

In cerca di aiuto

L'abuso emotivo può causare traumi emotivi profondi che spesso sono di lunga durata. A volte, gli alti e bassi del ciclo di abusi possono farti sentire come se fossi su una corsa emozionante sulle montagne russe. Se hai una relazione che coinvolge qualsiasi tipo di abuso, è importante chiedere aiuto.

Alcune persone potrebbero voler trovare un terapista di persona. Una conversazione faccia a faccia potrebbe essere ciò di cui hai bisogno. Cerca il posto migliore per trovare un terapista specializzato in violenza domestica. Assicurati di trovare un terapista che sia discreto e cerca di andare in un posto in cui il tuo coniuge non va. A volte, potresti dover trovare un terapista che viva un po 'più lontano. Trova terapisti che possano aiutarti.

Tuttavia, se trovi un terapista, online o di persona, il terapeuta può aiutarti a sfuggire alla relazione emotivamente violenta. Trova un terapista oggi stesso ed esci dalla tua relazione emotivamente violenta e manipolatrice. È l'ultima cosa che devi provare. Meriti di essere felice.

Se contatti un terapista, un'autorità locale, la linea diretta nazionale contro la violenza domestica o il Dipartimento di giustizia, contatta qualcuno che può aiutarti.

Non sei solo

Sebbene tu possa sentirti solo, non lo sei. Ogni anno più di 12 milioni di persone negli Stati Uniti sono vittime di abusi.

Se sei vittima di abuso emotivo, qualsiasi altra forma di abuso, è possibile recuperare e vivere una vita sana e felice, libera da qualsiasi tipo di abuso. Non aver paura di chiedere aiuto e di parlare di ciò che stai vivendo.

Parlare con un professionista della salute mentale può aiutarti a esplorare i tuoi sentimenti e trovare la forza per vivere una vita sana. Con il giusto aiuto, puoi stabilire un piano di cura che ti aiuterà a proteggere la tua sicurezza e il tuo benessere generale.

Fonte: pexels.com

A BetterHelp, possiamo aiutare

Sia che tu scelga di parlare con un consulente locale, visitare un centro di salute mentale della comunità o impegnarti in consulenza online, puoi imparare modi efficaci per affrontare gli effetti dell'abuso emotivo. Le opzioni di consulenza online, come i servizi forniti da BetterHelp, si concentrano sulla fornitura di cure per la salute mentale accessibili: tutto ciò di cui hai bisogno è una connessione Internet.

Il team di professionisti di BetterHelp ascolterà ciò che hai da dire, convaliderà i tuoi sentimenti ed esperienze e sosterrà il tuo viaggio verso la guarigione dall'abuso psicologico. Potresti aver passato un periodo molto difficile, ma puoi riprenderti. Leggi sotto per alcune recensioni dei consulenti BetterHelp, da parte di persone che hanno problemi simili.

Recensioni del consulente

'Ero molto riluttante a fare consulenza, ma il dottor Leclerc è stato incredibile nell'aiutarmi ad affrontare e superare un momento molto difficile della vita piena di ansia. La consiglierei a ogni singola persona che conosco. È fantastica in quello che fa. Credo che lei capisca veramente di cosa ho bisogno da lei come individuo e non segue un copione di ciò che potrebbe fare un tipico consulente. È meravigliosa e molto professionale.

'In passato sono andato in almeno cinque diversi centri di terapia e terapisti. Sono molto grato di essere stato collegato ad Audra da BetterHelp perché è la prima terapista che mi ha effettivamente fatto sentire dei progressi verso il superamento di esperienze traumatiche passate. È chiaramente molto abile e sa esattamente cosa sta facendo. Non solo ha talento nel suo campo, ma ha anche un forte senso di empatia che ti fa sentire che le importa davvero. Sono grato di poter chiedere a lei la guida e continuerò a farlo perché senza dubbio mi ha aiutato a crescere e guarire. Immediatamente inizi a vedere i risultati mentre lavori con Audra sui tuoi obiettivi di salute mentale. Grazie Audra! Non vedo l'ora di continuare a lavorare con te. '

Domande frequenti (FAQ)

L'abuso emotivo è davvero un abuso?

Anche se molte persone potrebbero non rendersene conto, emotivo è un vero e proprio abuso. Mentre puoi vedere lividi e ossa rotte, il trauma associato all'abuso emotivo spesso non viene visto. Non rende l'abuso meno reale o traumatico.

Esistono altri tipi di comportamento abusivo che possono essere diretti contro un partner, un membro della famiglia o persino un collega. L'abuso emotivo è una forma di violenza domestica, o violenza da parte del partner e può avere effetti devastanti sulla salute mentale della vittima. L'abuso nelle famiglie domestiche violente è qualcosa che non dovresti mai tollerare, non importa chi sei.

Fonte: unsplash.com

Chi potrebbe essere vittima di abusi emotivi?

Si parla spesso di abuso emotivo per quanto riguarda le relazioni intime, ed è vero che le relazioni tra partner romantici sono uno degli scenari più comuni di questa forma di abuso. Ma non sono l'unico tipo di relazione in cui si verifica un abuso emotivo.

Il genere discrimina quando si tratta di abuso emotivo. I bambini possono anche essere vittime di abusi emotivi da parte di un genitore o di un'altra figura autoritaria. I capi possono abusare del loro potere sui dipendenti. I bambini adulti possono abusare emotivamente dei loro genitori. Potresti anche avere un amico, un familiare o un collega emotivamente violento. I comportamenti coercitivi e manipolativi non sono esclusivi di nessun tipo di relazione. Una cosa che la maggior parte di queste relazioni hanno in comune è che la vittima è in qualche modo in contatto regolare con il suo aggressore.

Quali sono alcuni modi in cui gli aggressori usano il controllo?

Gli autori di abusi possono tentare di affermare il controllo sulle vittime utilizzando metodi fisici o psicologici. Minacce di violenza, violenza fisica o sessuale, manipolazione e isolamento sono solo alcuni esempi del modo in cui alcuni autori di abusi possono usare il controllo.

Quali sono alcuni esempi di tattiche di abuso?

Diverse forme di abuso emotivo possono sorgere nelle relazioni. Spesso gli autori di abusi usano più di una di queste tattiche contro le loro vittime. Sono tutti modi in cui l'aggressore può controllarti.

  1. minacce

Le minacce si presentano in molte forme. Spesso, l'aggressore userà le minacce per giocare con te, manipolarti o controllare le azioni che intraprendi. Possono minacciare la violenza fisica per spaventarti e farti ascoltare e fare ciò che vogliono. Potrebbero minacciare di chiamare la polizia e dire loro che sei tu a essere violento.

Potrebbero costringerti a rimanere in una relazione convincendoti che rovinerai la vita di tuo figlio se te ne andrai. Possono fare minacce che non intendono portare a termine per convincerti a conformarti, come minaccia di lasciarti. Potrebbero farti sentire in colpa per le loro azioni minacciando di ferirti. Usare regolarmente minacce per manipolare qualcuno non è salutare in una relazione.

  1. Critica costante

La critica non è sempre offensiva quando è costruttiva. Tuttavia, quando le parole critiche si trasformano in critiche, non è produttivo, è offensivo. Quando qualcuno ti critica costantemente o mette in discussione le tue decisioni, c'è un motivo malizioso dietro il loro comportamento.

Questa vergogna cronica logora l'autostima e la fiducia della vittima e le fa dubitare di se stesse e della propria autostima. Le critiche possono anche essere mascherate da scherzi. Questo fa sì che la vittima si chieda se sia davvero umiliata o meno. Quando uno scherzo ha lo scopo di sottolineare i tuoi difetti (reali o percepiti) per farti stare male, è una critica e non costruttiva.

sentirsi giu

Non tutte le prese in giro sono abusi, a volte possono essere giocosi, ma c'è un modo per capire la differenza. Se la battuta riguarda qualcosa che non infastidisce te o l'altra persona, è davvero uno scherzo. Ad esempio, se un amico o un familiare ti prende in giro perché sei basso, ma ti senti bene con la tua altezza e sai che è giocoso, questo è uno scherzo amichevole.

Se ti viene inflitto un abuso verbale dal tuo coniuge, amico, familiare o anche dal tuo socio in affari. È ancora un abuso.

Se fingono che tu sia pigro e ti hanno seriamente criticato per questo prima, sapendo che evoca una tua reazione, allora stanno premendo i tuoi pulsanti. Questo è un esempio di abuso mentale in azione. Alla fine, potresti diventare più suscettibile ad altre forme di abuso emotivo perché sei così logorato dalle critiche.

Fonte: unsplash.com

3. Illuminazione a gas

Il gaslighting è probabilmente la forma di abuso emotivo più 'folle'. È una negazione delle tue esperienze e della tua percezione della realtà. Quando qualcuno ti dice abbastanza volte che qualcosa che ricordi non è accaduto o che non ha detto una cosa che sei sicuro di aver fatto, o che hai detto una cosa che sei sicuro di non aver fatto, inizi a crederci la tua memoria è inaffidabile. Quindi inizi a dipendere da quella stessa persona per dirti cosa è successo, che è un posto pericoloso in cui trovarti. Dopo aver sperimentato il gaslighting, devi imparare di nuovo a fidarti di te stesso. Il primo passo è riconoscere che questo ti sta accadendo.

Con il gaslighting, le informazioni vengono distorte per favorire l'aggressore. Spesso, ma non sempre, viene fatto in modo premeditato. Abbiamo tutti visto bambini piccoli stravolgere una storia dopo il fatto per tirarsi fuori dai guai, ma il gaslighting non è la stessa cosa. Non è fatto per allontanare l'aggressore dai guai, ma per ottenere un ulteriore controllo sulla vittima. Potrebbero accusarti di essere l'istigatore in una situazione in cui ti hanno colpito per ottenere una reazione.

Lo scopo dell'illuminazione a gas è farti iniziare a comportarti come se fossi fuori controllo. Un altro segno che sei vittima del gaslighting è se ogni volta che provi a parlare delle tue esperienze, l'altra persona fa la conversazione su di loro, come se fosse la vittima dei tuoi comportamenti, nonostante tu sia quello che ha sollevato un reclamo . Un partner, un amico o un familiare veramente premuroso ti ascolterà con compassione e vorrà aiutarti se ritieni che ci sia un problema nella relazione.

Dovresti anche tenere presente che sentirti stressato, arrabbiato o turbato ti farà avere problemi con il tuo ricordo della situazione, e questo è normale. Non significa che sei pazzo se non ricordi le parole esatte che tu o l'altra persona avete detto durante una discussione. Non lasciare che qualcuno usi i risultati dello stress contro di te.

4. Ignorare le tue opinioni

Chiamato anche opposizione e blocco, il risultato del fatto che le tue opinioni vengono costantemente abbattute o che ti viene detto di tacere o che i tuoi pensieri non contano è che smetti di difenderti. Smetti di esprimere le tue opinioni. In definitiva, nessuna connessione può esistere senza una comunicazione aperta.

Ancora una volta, questa forma di abuso può essere piuttosto sottile. Può essere semplice come l'aggressore che ti dice che sei noioso quando inizi a parlare di qualcosa di cui sei entusiasta. Ma quando quell'affermazione ti viene ripetuta più e più volte, potresti iniziare a sentire che i tuoi pensieri non hanno alcun valore.

Un altro modo in cui i molestatori ignorano le tue opinioni è calpestare apertamente i tuoi confini. Chiamate e messaggi eccessivi sul tuo cellulare (quando hai chiesto loro di smettere) è un altro esempio di violazione dei tuoi confini.

5.Reiezione

Una relazione implica il rifiuto quando una persona fa sentire l'altra indesiderata. Questo può essere visto nelle relazioni genitore-figlio emotivamente violente. Quando il bambino viene chiamato per nome, umiliato, sminuito o lasciato da solo per lunghi periodi di tempo, può causare gravi danni mentali. Ciò si verifica anche nelle relazioni intime in cui l'aggressore continua a rimanere, ma chiama ripetutamente i nomi delle vittime e insulta i personaggi per dimostrare che non hanno rispetto per loro. In ogni relazione, il risultato è che la vittima si sente come se nessun altro le desidererebbe e che non merita niente di meglio.

Fonte: unsplash.com

  1. Isolamento

L'aggressore si assicura che la vittima sia tenuta separata da amici o altri membri della famiglia; questa è un'altra forma di abuso emotivo non così facile da riconoscere. A un bambino oa un partner potrebbe non essere consentito interagire con gli amici. A un genitore anziano possono essere negate le visite. Senza altre relazioni sane, la vittima diventa sempre più dipendente dall'abuso per soddisfare i propri bisogni. Questo è malsano e distruttivo per le loro vite.

I partner oi genitori possono impedire alla vittima di trovare un lavoro, il che significa che non instaura relazioni con i coetanei e non ha indipendenza finanziaria. In definitiva, perdere l'aggressore significherebbe perdere tutto, anche se la vittima vede che la relazione non è buona.

  1. Incolpare la vittima

La colpa della vittima è una forma grave di abuso emotivo. Incolpare la vittima viene dopo altre forme di abuso, fisico, sessuale o emotivo che portano la vittima a vergognarsi. L'aggressore ti dirà che le cose che sono successe sono colpa tua. Affermano che non avrebbero agito come hanno fatto o detto le cose che hanno detto se ti fossi comportato in modo appropriato e li avessi ascoltati. Ti diranno che causi sempre problemi o inizi sempre a litigare.

Sfortunatamente, gli abusi di solito si verificano in privato, quindi potresti non avere nessuno che convalidi le tue esperienze o ti aiuti a capire che non sei responsabile delle loro azioni. Non sei responsabile di ciò che fa il tuo aggressore. Prendere le tue decisioni non è motivo di abuso.

Se ritieni che qualcosa non vada bene nel modo in cui vieni trattato, dovresti fidarti dei tuoi istinti. Chiedi aiuto trovando qualcuno di cui ti puoi fidare con cui parlare. Se decidi di affrontare il tuo aggressore sui suoi comportamenti, continua la conversazione solo se ognuno di voi può rimanere calmo e avere un piano di fuga preparato prima della discussione. Puoi tenere la conversazione in un luogo pubblico.

Chi è soggetto ad abusi?

La violenza domestica e l'abuso emotivo possono verificarsi nei giovani adulti, negli anziani e nelle coppie di tutte le età e di tutti i sessi. Secondo l'NCADV, i giovani adulti, in particolare le donne tra i 18 ei 24 anni, sono le vittime di abusi con maggiore probabilità.

Qual è la definizione di abuso emotivo?

L'abuso emotivo definito dal Dipartimento della salute e dei servizi umani degli Stati Uniti indica che qualcuno è vittima di insulti o altri tipi di tattiche intimidatorie e intimidatorie per mano di qualcun altro. Una vittima di abuso emotivo di solito si sente isolata e controllata dal suo aggressore.

Senza un piano di sicurezza in atto, l'abuso emotivo, la violenza domestica e l'abuso sui minori spesso vanno di pari passo e colpiscono i bambini, i giovani e le famiglie in modi importanti.

Il Department of Health and Human Services è solo una delle tante organizzazioni che offrono supporto alle persone che hanno subito abusi emotivi. Questa organizzazione federale chiarisce che non è colpa tua. Il dipartimento federale della salute ha una divisione dei servizi umani, servizi per la famiglia e i giovani e un'amministrazione per bambini, giovani e neonati (Amministrazione per bambini e famiglie o ACF). Queste agenzie sono progettate per offrire supporto alle agenzie statali e alla risoluzione dei conflitti per le persone in tutta la nazione che hanno bisogno di aiuto.

Le persone abusano degli altri senza rendersi conto che ha effetti a lungo termine sulla loro vittima. Gli effetti a lungo termine sono gravi quanto l'abuso fisico. A volte le persone rimangono in relazioni violente perché l'abuso definito nei loro occhi significa che non sono in pericolo immediato.

Quali sono i segni e i sintomi dell'abuso emotivo?

I segni ei sintomi dell'abuso emotivo possono essere difficili da riconoscere per una vittima. Spesso sono i tuoi amici, i tuoi familiari o l'ufficio dei servizi per i giovani a riconoscerlo per primi. Le persone abusano degli altri in senso emotivo desiderando costantemente sapere cosa fa qualcun altro tutto il tempo. Potresti sentire che il tuo partner è geloso tutto il tempo e si arrabbia per quello che indossi, quello che mangi e quello che dici. Il tuo aggressore potrebbe temere che il tuo utilizzo di Internet sia un modo per nascondere loro cose. Potresti anche temere che i tuoi account Internet vengano guardati o violati. Il tuo aggressore potrebbe usare una tattica spaventosa per costringerti a fornire loro i tuoi nomi utente e password in modo che possano monitorarti in ogni momento.

Una persona che infligge abusi emotivi spesso vuole controllare le tue spese e avere accesso ai tuoi conti bancari. Potrebbe non essere consentito andare al lavoro oa scuola o vedere i tuoi amici e la tua famiglia. Una persona emotivamente abusata si sente ingiustamente minacciata e umiliata. Nei momenti peggiori, ti senti intrappolato e vorresti premere un pulsante di fuga. Durante il peggiore degli abusi, è importante ricordare che non è colpa tua. Il primo passo per poterti sentire al sicuro è chiedere aiuto a qualcuno che possa aiutarti con la pianificazione della sicurezza. La maggior parte delle comunità ha un ufficio di servizi per i giovani o un'altra agenzia comunitaria specializzata in situazioni di abuso che possono aiutare.

Quali sono gli effetti dell'abuso emotivo?

Ci sono effetti a breve e lungo termine dell'abuso emotivo che lo rendono uno degli argomenti più importanti per la salute. A breve termine, l'abuso emotivo ha un impatto negativo sulla tua autostima. Può causare ansia, depressione e sentimenti di disperazione. L'abuso emotivo può alla fine portare a un esaurimento nervoso. La vergogna e il senso di colpa spesso inducono le persone a rimanere in relazioni violente. Quando le persone rimangono in relazioni violente, il dolore emotivo permane a lungo dopo la fine della relazione. Gli autori di abusi trovano più facile rivolgersi a persone che non hanno molte altre persone che offrono supporto.

Come rompi il ciclo dell'abuso emotivo?

A causa della necessità che una persona abbia il controllo costante, non è facile interrompere il ciclo dell'abuso emotivo. Molte persone rimangono in relazioni violente perché non hanno un piano di sicurezza efficace e non sanno come uscirne. Di conseguenza, continuano gli abusi sui minori, domestici, emotivi e fisici.

L'abuso emotivo crea situazioni instabili che rendono le persone esitanti a farsi coinvolgere. La tua agenzia locale di servizi per la famiglia e i giovani è ben addestrata nella risoluzione dei conflitti e nella pianificazione della sicurezza per situazioni che possono potenzialmente diventare esplosive. A seconda della situazione a