Dieta ADHD per bambini: menu e suggerimenti per supportare i sintomi ridotti

Indipendentemente dal fatto che gli alimenti che mangiamo siano sani per noi o meno, il nostro corpo estrae quante più vitamine, minerali e sostanze nutritive possibile per nutrire il nostro corpo. La nutrizione è molto importante per bambini e adolescenti il ​​cui corpo e cervello stanno crescendo e sviluppandosi. Una delle domande centrali a cui i ricercatori stanno cercando risposte è se la nutrizione possa avere un impatto sui sintomi dell'ADHD e, in tal caso, quanta differenza fa.



Fonte: pxhere.com



Osservando le diete recenti di bambini e adolescenti, i ricercatori concordano sul fatto che i bambini mangiano più cereali integrali, frutta intera, latticini, frutti di mare e proteine ​​vegetali rispetto al passato. Tuttavia, stanno ancora mangiando molto meno della quantità raccomandata di cereali integrali e frutta. Sembra che i genitori abbiano ricevuto il messaggio che i bambini non dovrebbero consumare cibi zuccherini e calorie vuote. Gli esperti ritengono che l'assunzione di sale da parte dei bambini sia ancora troppo alta e non amano ancora mangiare le verdure.

Ad oggi, nessuno studio ha dimostrato che l'ADHD sia causato da dieta o nutrizione, ma questo non vuol dire che dieta e nutrizione non abbiano alcun effetto sui sintomi dell'ADHD. I ricercatori hanno identificato alcuni elementi nutrizionali che migliorano i sintomi dell'ADHD in alcuni bambini come l'attenzione, la concentrazione e l'iperattività. Hanno anche identificato alcuni elementi nutritivi che peggiorano i sintomi dell'ADHD.



Esiste un legame tra dieta e salute mentale con ADHD?

I ricercatori concordano sul fatto che i cambiamenti dietetici da soli non eliminano i sintomi di vari disturbi di salute mentale, ma studi hanno dimostrato che anche piccoli cambiamenti nella dieta possono fare la differenza nel modo in cui i bambini e gli adulti si sentono, specialmente per i bambini e gli adulti che convivono con i sintomi dell'ADHD o depressione.

test di ipomania

In uno studio del 2017 su 120 bambini e adolescenti, coloro che consumavano una dieta composta principalmente da fast food, zucchero e bevande analcoliche avevano una maggiore prevalenza di diagnosi di ADHD. Lo studio ha mostrato che i bambini che seguivano una dieta priva di una buona quantità di verdura, frutta, pesce grasso e altri cibi comunemente presenti nelle diete mediterranee avevano maggiori probabilità di avere sintomi di ADHD. Questo studio concorda con studi precedenti che suggeriscono che gli alimenti non causano l'ADHD, ma la dieta gioca un ruolo nel migliorare o peggiorare i sintomi dell'ADHD.

Comprendere la connessione tra dieta e ADHD

Con la consapevolezza che l'alimentazione può avere un impatto positivo o negativo sui sintomi dell'ADHD, come possono i genitori sviluppare una dieta ADHD per il menu dei bambini?



padre arrabbiato

Innanzitutto, è importante considerare che una dieta include non solo cibi, ma anche integratori alimentari.

Gli esperti sembrano avere un discreto disaccordo sul tema degli integratori alimentari. Alcuni esperti ritengono che se i bambini seguono una dieta sana, stanno già ricevendo la giusta quantità e l'equilibrio di vitamine, minerali e altri nutrienti di cui hanno bisogno per una crescita e uno sviluppo sani. Altri esperti ritengono che la maggior parte dei bambini non ottenga il giusto equilibrio e quantità di vitamine e sostanze nutritive nella propria dieta e che tutti i bambini traggano beneficio dall'assunzione di integratori vitaminici.



Fonte: unsplash.com

Alcuni studi hanno dimostrato che alcuni grassi e minerali come zinco, magnesio, calcio e acidi grassi omega-3 aiutano a migliorare i sintomi dell'ADHD. La scuola di pensiero generale è che se fa bene allo sviluppo sano del cervello, fa bene all'ADHD.

Diete che migliorano i sintomi dell'ADHD

Qualcosa di importante che abbiamo imparato dagli studi sull'ADHD è che apportare modifiche alla dieta migliora i sintomi dell'ADHD. Inoltre, i cambiamenti nella dieta combinati con altri trattamenti come i farmaci e le tecniche di modifica del comportamento lavorano insieme bene per produrre un notevole miglioramento dei sintomi dell'ADHD.

Gli esperti raccomandano una dieta per bambini e adolescenti ricca di buone fonti di proteine. Fagioli, formaggio, uova, carne e noci possono migliorare la concentrazione e potenzialmente allungare gli effetti dei farmaci per l'ADHD. Queste proteine ​​sono scelte particolarmente buone per la colazione e gli spuntini dopo la scuola.

I carboidrati complessi includono frutta e verdura come arance, pere, mandarini, pompelmi, mele, piselli, fagioli, cereali integrali e kiwi. Offri queste scelte ai bambini a fine giornata o per uno spuntino dopo cena e potrebbe anche aiutarli a prendere sonno.



messaggio d'amore

Fonte: unsplash.com

La maggior parte degli esperti concorda sul fatto che l'aggiunta di acidi grassi omega-3 alla propria dieta è salutare per quasi tutti, ma soprattutto per i bambini con ADHD e per chiunque soffra di depressione. Negli alimenti naturali, gli acidi grassi omega-3 si trovano nel tonno, nel salmone e in altri pesci bianchi d'acqua fredda. Inoltre, noci, noci del Brasile, olio d'oliva e olio di canola contengono anche buone quantità di acidi grassi omega-3. Mentre gli alimenti naturali forniscono le forme più pure di acidi grassi omega-3, è anche accettabile per i bambini con ADHD assumere un integratore di acidi grassi omega-3. In effetti, la FDA ha ora approvato un integratore di composti omega chiamato Vayarin che raccomandano come parte di un regime di gestione dell'ADHD.

Come avvertimento, la maggior parte dei medici e altri esperti sono a favore del fatto che bambini e adolescenti assumano multivitamine, ma avvertono anche che le mega dosi di vitamine possono essere tossiche. In particolare, le vitamine A, D, E e K rappresentano un rischio di tossicità.

Alimenti ADHD da evitare

Mangiare i cibi giusti può aiutare a migliorare i sintomi dell'ADHD. Al contrario, ci sono alcuni cibi ADHD da evitare, come i seguenti carboidrati semplici:

  • Caramelle zuccherate
  • Sciroppo di mais
  • zucchero
  • Miele
  • Prodotti da forno con farina bianca
  • riso bianco
  • Patate senza buccia

Poiché gli alimenti influenzano tutti i bambini in modo diverso, una dieta di eliminazione può aiutare a individuare quali alimenti esacerbano i sintomi dell'ADHD nei bambini. Le diete di eliminazione funzionano scegliendo un alimento o un ingrediente che potrebbe peggiorare i sintomi ed eliminarlo dalla dieta del bambino. Se i sintomi dell'ADHD si aggravano, elimina completamente quel cibo dalla dieta del bambino. È un alimento ADHD da evitare.

Molti studi sono stati condotti negli anni '70 per esplorare la connessione tra additivi alimentari come coloranti, aromi e conservanti artificiali e la loro possibile connessione con allergie e ADHD. Gli esperti non sono completamente d'accordo in questo settore, ma almeno uno studio ha dimostrato che alcuni coloranti alimentari e un conservante aumentano i sintomi dell'ADHD in alcuni bambini. Gli effetti variavano in base all'età dei bambini e agli additivi che consumavano.

Anche se gli studi mancano di un certo grado di chiarezza, l'American Academy of Pediatrics raccomanda ai genitori di eliminare conservanti e coloranti alimentari dalle diete dei bambini con ADHD. In particolare, i genitori dovrebbero cercare opportunità per eliminare i coloranti artificiali rossi e gialli, l'aspartame, il glutammato monosodico, i nitrati e il benzoato di sodio.

mi piace essere triste

Un altro alimento che riceve recensioni contrastanti relative all'ADHD è la caffeina. Alcuni studi hanno dimostrato che piccole quantità di caffeina aiutano a migliorare i sintomi dell'ADHD. D'altra parte, i ricercatori notano anche che il consumo di caffeina può produrre effetti collaterali che superano i benefici che fornisce. In effetti, coloro che assumono farmaci per l'ADHD potrebbero scoprire che il consumo di caffeina può peggiorare alcuni effetti collaterali. Il consenso generale è che i bambini e gli adulti dovrebbero evitare la caffeina, se possibile.

Esiste un legame tra glutine e ADHD?

In molti regni, le diete prive di glutine hanno guadagnato popolarità. Molto di questo è dovuto alla maggiore conoscenza della celiachia. Cos'è il glutine? Ancora più importante, c'è una connessione tra glutine e ADHD? C'è qualche connessione tra ADHD e celiachia?

Il glutine è una proteina che si trova in alcuni cereali come grano, segale e orzo. Se hai mai fatto pane, pasta per pizza, pasta o dolci fatti in casa, sai che l'impasto ha elasticità. Pensa ai pizzaioli che girano l'impasto in aria per stenderlo in quel cerchio perfetto. Troverai anche glutine in molti prodotti vegetariani che elencano il seitan come ingrediente. Il glutine è anche un additivo in molti cibi preparati come zuppe, salse, condimenti per insalata e cereali.

Fonte: rawpixel.com

personalità isfj

Le persone hanno consumato grano e prodotti a base di grano dall'inizio dei tempi, quindi alcuni potrebbero chiedersi perché ci stiamo concentrando così tanto sul glutine. Gli agricoltori hanno lavorato con le razze di semi per migliorare le fonti di cibo. In tal modo, la selezione dei semi ha cambiato la forma del glutine. Attualmente è in corso un forte dibattito sul fatto che la nuova forma di glutine stia aumentando i problemi di salute nell'area dell'ADHD e di altri disturbi.

Le persone che soffrono di celiachia hanno spesso sintomi simili all'ADHD come difficoltà di concentrazione, dimenticanza e problemi comportamentali. I ricercatori hanno scoperto che l'ADHD è spesso un disturbo concomitante con la celiachia. Al contrario, non credono che la celiachia causi l'ADHD anche se compaiono insieme in molti individui.

il manifesto della motivazione

Ad oggi, i ricercatori non consigliano ai medici di eseguire screening di routine della celiachia durante lo svolgimento delle valutazioni per l'ADHD o viceversa. Non raccomandano nemmeno di iniziare una dieta priva di glutine come trattamento automatico per l'ADHD. I medici ritengono che nel trattamento della celiachia, migliorerà anche i problemi di disattenzione e comportamento indipendentemente dal fatto che allo stesso individuo sia stato diagnosticato l'ADHD o meno.

In conclusione, i ricercatori hanno molto lavoro da fare nell'area dell'ADHD nei bambini e negli adolescenti. Quel lavoro si concentrerà sulla costruzione di ciò che hanno imparato finora su quali alimenti e integratori conoscono migliorano i sintomi dell'ADHD e quali alimenti e altri ingredienti peggiorano i sintomi dell'ADHD. È probabile che nuovi studi esaminino anche il ruolo degli attuali ceppi di glutine rispetto ai ceppi passati di glutine e come entrambi influenzano i sintomi dell'ADHD.

Fonte: rawpixel.com

Nel complesso, i bambini dovrebbero essere incoraggiati a mangiare diete sane ed equilibrate durante la loro infanzia, nella speranza che li aiuti a superare qualsiasi problema con l'ADHD e altri disturbi. Praticare un'alimentazione sana mentre i bambini sono piccoli porrà anche le basi per un'alimentazione sana per tutta la vita.