Soffro di depressione post-partum? Un semplice quiz sulla depressione post-partum

Mentre una volta si parlava di depressione postpartum a porte chiuse, casi di alto profilo del disturbo hanno portato sempre più alla luce il disturbo. Questo è un enorme miglioramento, poiché un numero significativo di donne sperimenta una qualche forma di cambiamenti postpartum alla loro salute mentale, come la depressione postpartum o l'ansia postpartum.

Cos'è la depressione postpartum?

Fonte: rawpixel.com

La depressione postpartum è un disturbo depressivo. La sua insorgenza segue il parto ei sintomi di solito iniziano entro pochi giorni o poche settimane dopo la nascita. I sintomi della depressione postpartum imitano i tipici disturbi depressivi nel modo in cui si manifestano, con alcune differenze nette che si riferiscono specificamente al genitore di un bambino. Sebbene la ragione precisa della sua insorgenza non sia nota, la depressione postpartum è ora riconosciuta come un disturbo valido e legittimo che può seguire il parto. Potrebbero anche esserci casi di esperienza della condizione dopo l'adozione, ma questa è una forma di depressione meno studiata. I sintomi della depressione postpartum in genere durano un anno o meno dopo il parto ed è una condizione altamente curabile. La maggior parte della depressione postpartum è considerata un disturbo depressivo minore, ma alcuni casi possono essere abbastanza gravi da essere classificati come disturbo depressivo maggiore.



Depressione postpartum contro ansia postpartum

La depressione post partum e l'ansia postpartum sono condizioni simili e possono accompagnarsi a vicenda. I sintomi associati a ciascuno sono in gran parte gli stessi, con alcune importanti differenze. Le somiglianze tra i sintomi di depressione postpartum e sintomi di ansia postpartum includono:



sognare bambino significato
  • Esordio dopo il parto. Entrambe le condizioni iniziano dopo la nascita di un bambino. Possono colpire entrambi i genitori ma sono più comuni tra le madri. Se la depressione o l'ansia sono iniziate prima della nascita, non è considerato un disturbo postpartum.
  • Aumento dei livelli di ansia. La depressione postpartum e l'ansia postpartum presentano livelli di ansia aumentati, inclusa la paura che la capacità genitoriale sia inadeguata e che un bambino non venga adeguatamente curato.
  • Cambiamenti del sonno. Sia l'ansia post-partum che la depressione spesso dimostrano significativi cambiamenti del sonno come parte del loro insieme di sintomi. La depressione postpartum è tipicamente caratterizzata da un aumento del bisogno di dormire o da sentimenti di spossatezza, mentre l'ansia postpartum è più spesso caratterizzata da un'incapacità di dormire a causa di alti livelli di paura o preoccupazione.

I sintomi della depressione postpartum contengono anche elementi che i sintomi di ansia postpartum non contengono, il più significativo dei quali è il pensiero di farsi del male o di danneggiare il proprio figlio. Sebbene l'ansia postpartum possa suggerire a un genitore che un bambino subirà un danno, forse a causa del soffocamento nelle lenzuola, o che subirà una caduta, la depressione postpartum suggerisce che un bambino potrebbe essere danneggiatodal genitore, un'importante distinzione che può aiutare a distinguere tra depressione postpartum e ansia postpartum. Questa distinzione è importante anche perché consente ai medici di dedurre in modo più efficace e chiaro se un genitore soffre di depressione post-partum.

Sintomi della depressione postpartum

Fonte: pexels.com

I sintomi della depressione postpartum possono essere oscurati dai cambiamenti ormonali successivi alla gravidanza e al parto. Tuttavia, ci sono sintomi definiti associati alla condizione, che possono essere valutati da un professionista della salute mentale. I sintomi della depressione postpartum includono:



  • Umore depresso. Sebbene la tristezza sia comune dopo la nascita, così come i sentimenti di sopraffazione, l'umore depresso persistente è un'indicazione di depressione, piuttosto che semplici cambiamenti ormonali o tristezza.
  • Difficoltà o incapacità di legare con il tuo bambino. Madri e bambini sperimentano comportamenti di legame significativi nelle settimane e nei mesi successivi alla nascita. Le madri in genere provano sentimenti di eccitazione, vicinanza e desiderio di proteggere e nutrire i propri figli. Quando è presente la depressione postpartum, tuttavia, la capacità di legare è compromessa, il che può interferire con lo sviluppo di intimità e meccanismi protettivi.
  • Stanchezza e perdita di energia. Sebbene ci sia indubbiamente una certa stanchezza comune ai nuovi genitori - i neonati dormono solo 2-3 ore o meno alla volta - la stanchezza tipica è mitigata dal sonno e dal riposo. L'affaticamento causato dalla depressione postpartum non è migliorato dal sonno o dal riposo.
  • Sensazione di vergogna, colpa o inadeguatezza. Anche se un po 'di preoccupazione è normale per un nuovo genitore, non è tipico sentirsi incapaci di prendersi cura di tuo figlio, né è tipico sentirsi vergognosi o in colpa per qualsiasi mancanza di capacità percepita. Questi sentimenti possono indicare che è in gioco la depressione.
  • Il desiderio di danneggiare te stesso o il tuo bambino. Questo è, probabilmente, uno dei sintomi più angoscianti per i nuovi genitori, poiché può essere spaventoso provare pensieri di autolesionismo o pensieri di danneggiare tuo figlio. Questo sintomo può anche rendere difficile cercare aiuto. È essenziale sapere che questo è un prodotto della depressione, piuttosto che un legittimo desiderio di nuocere.

È la depressione postpartum?

Fonte: rawpixel.com

Sebbene la depressione postpartum sia una condizione diagnosticabile, ci sono alcune domande che puoi porci per determinare se sei a rischio di sviluppare o avere il disturbo. Questi includono:

significato del sogno di un vecchio amico
  • Una storia familiare di depressione postpartum. Uno dei maggiori fattori di rischio per lo sviluppo della depressione postpartum è una storia familiare di depressione postpartum. Sfortunatamente, poiché questo disturbo non è stato sempre ampiamente discusso o diagnosticato, avere una madre o una nonna con la condizione potrebbe non essere così familiare. Tuttavia, la storia familiare può ancora svolgere un ruolo e anche avere un fratello con la diagnosi può fornire una finestra sui fattori di rischio.
  • Una storia familiare di disturbi dell'umore. Se non c'è una storia familiare di depressione postpartum, ma ci sono casi di disturbi dell'umore nella tua famiglia, come Disturbo d'Ansia Generale, Disturbo Depressivo Maggiore o altri, sei a maggior rischio di sviluppare la condizione. Sebbene i meccanismi esatti di ciò non siano noti, esiste un collegamento coerente tra le storie familiari di malattie mentali e disturbi mentali e le generazioni più giovani che possiedono anche questi disturbi.
  • I tuoi livelli ormonali sono alterati? In alcuni casi, i cambiamenti di umore dopo la gravidanza sono causati da ormoni fluttuanti; durante la gravidanza e dopo il parto il corpo umano contiene un vero e proprio cocktail di intense reazioni ormonali, molte delle quali sono in grado di produrre effetti mentali ed emotivi intensi e inaspettati. Lavorare con un medico generico per testare i livelli ormonali può essere un passo per determinare se sei a rischio di depressione post-partum.

Se una qualsiasi delle domande di cui sopra si applica a te, la tua probabilità di sviluppare la depressione postpartum è notevolmente aumentata.

Da lì, una rapida occhiata ai sintomi depressivi e alla tempistica della loro insorgenza può chiarire ulteriormente la probabilità di depressione postpartum. Questi sintomi includono:



  • Intensi sentimenti di tristezza. Un po 'di tristezza è normale dopo il parto. Il “baby blues” è un termine usato per descrivere i cambiamenti ormonali e la corrispondente tristezza che accompagna il passaggio dalla gravidanza alla genitorialità. Quando questi sentimenti persistono per settimane o mesi e aumentano di intensità, di solito si sospetta la depressione post-partum.
  • Pensieri di danno. La depressione postpartum è caratterizzata da pensieri di autolesionismo e danni a tuo figlio. Questo è uno dei sintomi più evidenti e facilmente riconoscibili della depressione postpartum.
  • Schemi interrotti di mangiare e dormire. La depressione provoca modelli interrotti del mangiare e del sonno, come un aumento o una diminuzione dell'appetito e un aumento del desiderio o della necessità di dormire.
  • Persistente disperazione, senza causa distinguibile. Una madre che ha subito una perdita sentirà dolore e disperazione e potrebbe non soffrire di depressione post-partum, ma potrebbe invece provare dolore. Al contrario, una madre che non ha subito la perdita dopo il parto e sente dolore e disperazione potrebbe sperimentare un sintomo di depressione postpartum.

Sebbene ci siano più sintomi legati alla depressione postpartum, rispondere positivamente a uno qualsiasi dei punti sopra potrebbe indicare la necessità di contattare un fornitore di salute mentale. Poiché uscire di casa con un neonato può essere difficile, esistono piattaforme di terapia online, come BetterHelp, progettate per rendere più facile ottenere aiuto per le persone che necessitano di intervento dalla comodità e dalla sicurezza di casa.

Trattamento della depressione post-partum

Fonte: rawpixel.com

Il trattamento per la depressione post-partum è spesso un approccio a due punte, ma può anche essere un approccio a tre punte. La terapia è tipicamente raccomandata per i genitori che soffrono di depressione post-partum. La durata precisa e la frequenza con cui viene somministrata la terapia dipenderanno solitamente dalla gravità della malattia. I farmaci sono spesso raccomandati anche per le persone affette da questa condizione, per aiutare a gestire i sintomi e creare maggiore libertà per i nuovi genitori che si sforzano di creare un ambiente domestico sicuro e sano. Alcuni terapisti possono anche chiedere l'aiuto di altri professionisti per attuare cambiamenti nella dieta e nello stile di vita per aiutare nella guarigione.

Altre forme più intense di depressione postpartum, come la psicosi postpartum, richiederanno un trattamento e un intervento più significativi. Sebbene costituiscano solo l'1% circa delle neomamme, la psicosi postpartum può svilupparsi ed è essenzialmente una forma più aggravata del disturbo. Tuttavia, le condizioni postpartum sono considerate altamente curabili e in genere si riducono entro un anno dal parto. Che si tratti di sintomi lievi o gravi, l'insorgenza dei sintomi della depressione postpartum può far sentire le neomamme spaventate, isolate e spezzate. Se corrispondi a uno dei descrittori sopra elencati o temi il modo in cui ti senti o pensi, non esitare a chiedere aiuto.