Che cos'è l'abuso domestico? Come sapere che sei vittima di abusi?

Avviso contenuto / trigger:Si prega di notare che l'articolo seguente potrebbe menzionare argomenti relativi al trauma che includono aggressioni e violenze sessuali che potrebbero essere causa di innesco.

CHE COS'È L'ABUSO DOMESTICO?

Colpisce quasi un terzo delle donne nel mondo.



La gente lo vede. Ne sentono parlare. Sfortunatamente, solo pochi di loro hanno sviluppato il coraggio di combattere e difendere gli abusi domestici. Fino ad oggi, c'è ancora un gran numero di popolazione che sceglie di tacere sulla situazione. Non tutti lo sanno ancora, ma questa forma di abuso può effettivamente avere effetti negativi non solo sulle vittime ma anche sulle diverse persone della società. Alcuni professionisti hanno dedicato la loro vita alla sensibilizzazione e alla lotta su questo problema imminente che riguarda sia gli uomini che le donne.



L'abuso domestico è definito come un comportamento in cui una persona tratta un'altra persona o altre persone in modo violento o abusivo all'interno di un ambiente domestico. In genere, le persone sono coinvolte in una qualche forma di relazione intima; quindi, la violenza domestica viene anche chiamata 'violenza intima del partner'. La relazione intima può essere un matrimonio o una relazione in cui le due persone vivono insieme. Può accadere nelle relazioni gay, lesbiche o eterosessuali. Gli autori e le vittime possono essere sia uomini che donne. Tuttavia, la grande maggioranza delle vittime sono donne. Pertanto, questo articolo si concentrerà sulle donne come vittime e sugli uomini come autori di abusi.


Fonte: pexels.com



Negli ultimi decenni, il concetto di violenza domestica ha preso piede. Comincia a essere riconosciuto in tutto il mondo sia come un problema molto serio che come un crimine. Tuttavia, le leggi contro gli abusi domestici variano così enormemente da paese a paese che è un compito difficile e impegnativo trovare il modo giusto per eliminare completamente il problema.

Ad esempio, in alcuni luoghi e culture, come molti paesi dell'Africa o dell'India orientale, la violenza domestica è vista non solo come la norma, ma come un diritto del marito o del padre per tenere sotto controllo la propria famiglia. In queste situazioni, le donne non hanno alcun ricorso legale contro questi crimini o alcun modo per lasciare la situazione perché per legge gli uomini non hanno fatto nulla di male.

CAUSE DI ABUSO DOMESTICO:

Non esiste una vera causa o risposta sul motivo per cui qualcuno sceglie di abusare del coniuge o dei figli. Alla fine, si riduce a un desiderio di potere e controllo da parte dell'aggressore che vuole entrambi a spese della vittima. Pertanto, faranno tutto il necessario per ottenere e mantenere quel potere.



L'altra fondamentale comunanza tra tutti gli autori di abusi è che credono di avere ragione e che non stanno facendo nulla di sbagliato. Questa convinzione è spesso associata ad altri fattori come l'abuso di sostanze o droghe e problemi di salute mentale. Lo stress può anche portare a una situazione in cui la violenza domestica diventa accettabile.

Nel corso del tempo, le donne maltrattate rimangono facilmente intrappolate in un ciclo di abusi, credendo che l'offesa contro di loro sia una cosa una tantum, improbabile che venga ripetuta. Quando si ripete, credono che non succederà più. Ma secondo la psicologa Lenore Walker, l'abuso sarà probabilmente ripetuto più e più volte poiché gli aggressori tendono a seguire uno schema specifico noto come'Ciclo di abuso'.

CICLO DI ABUSO:



La sequenza temporale (da poche ore o giorni a mesi) e la frequenza (una volta all'anno o una volta alla settimana) delle fasi all'interno del ciclo possono variare ed essere differenti in ogni relazione. Ma segue sempre uno schema specifico che inizia con:

Fase 1: escalation

In questa fase, lo stress della vita di tutti i giorni (ad es. Lavoro, bambini, preoccupazioni per i soldi ecc.) Inizia a crescere e ad aumentare l'aggressore, creando pressione e tensione. Cominciano a provare risentimento nei confronti della vittima e sentono che i loro bisogni non vengono soddisfatti. A questo punto, iniziano a cercare qualsiasi tipo di scusa per scatenare una tirata rabbiosa contro la vittima. La durata di questa fase può essere di poche ore o di diversi mesi.

Fase 2: violenza

Una volta che la tensione sperimentata dall'abusante è arrivata a un punto di rottura per un periodo di tempo attraverso una serie di abusi psicologici o verbali, si riversa in comportamenti violenti nei confronti della vittima e in alcuni casi dei suoi figli. Questa fase può durare anche da poche ore a diverse settimane o mesi. Questa fase include esplosioni violente, lotte e alterchi fisici.



Fase 3: luna di miele

Una volta che la violenza si spegne, l'aggressore entra in una fase di rimorso. In alcuni casi, l'aggressore ignora semplicemente quello che è successo. Ma in generale, mostrano un senso di colpa estremo per le loro azioni e promettono di non farlo mai più. Potrebbero chiedere perdono. Potrebbero inondare la vittima di amore, affetto e doni o usare minacce di suicidio per convincerla a dare alla relazione un'altra possibilità. I sentimenti di paura della vittima possono diminuire. Possono sentirsi confusi o in colpa per quello che è successo e credono che non accadrà mai più. Dopo questo, segue un periodo di relativa pace e stabilità. Tuttavia, questa fase è la calma prima della tempesta. Col passare del tempo, la fase della luna di miele inizia a diventare sempre più breve fino a quando non è completamente finita. La vittima viene quindi intrappolata in una relazione abusiva in cui ogni questione si intensifica e si trasforma in un'interazione violenta o abusiva senza periodi di pace nel mezzo.

FORME DI ABUSO DOMESTICO:

Fonte: pexels.com

Non esiste una taglia unica quando si tratta di abusi domestici. Contrariamente alla credenza popolare, la violenza domestica non riguarda sempre lividi o cicatrici visibili al mondo, ma è disponibile in tutte le forme e dimensioni e ha un aspetto molto diverso da vittima a vittima. Le forme più tipiche di abuso tendono a rientrare nelle seguenti grandi categorie:

  • Fisico:L'atto di infliggere abusi in modo fisico, ad esempio: colpire, prendere a pugni, calciare, bruciare, strangolare ecc. Può anche includere cose come bloccare la vittima fuori di casa o abbandonarla in luoghi remoti senza via di ritorno.
  • Psicologico:L'atto di inventare storie, nutrire le bugie della vittima o distorcere la verità in modo tale da indurre la vittima a mettere in dubbio la propria sanità mentale e realtà. L'aggressore manipolerà la situazione per far sentire la vittima in colpa e sentirsi come se fosse l'istigatore del problema.
  • Sessuale:L'atto di chiedere o costringere il sesso e gli atti sessuali contro i desideri di qualcuno attraverso la forza, la violenza o l'intimidazione. L'abuso sessuale (in particolare lo stupro coniugale) è una delle forme più comuni di abuso in quanto l'aggressore non sente di aver bisogno del consenso della donna per quello che vede come un suo 'diritto'. Le immagini oi video sessuali possono essere utilizzati anche per manipolare, ricattare e controllare la vittima.
  • Abuso verbale:Insultare o offendere con le parole, essere irrispettoso e umiliare la vittima in pubblico.
  • Economico:Questo tipo di abuso mira a limitare e frenare la libertà della vittima attraverso mezzi economici. Ciò si ottiene mantenendo la vittima sotto un budget rigoroso in cui ogni centesimo deve essere contabilizzato. Questo tipo può essere illustrato togliendo le carte di credito, limitando l'accesso al denaro in banca o impedendo alla donna di lavorare. Tagliando finanziariamente la vittima, l'aggressore esercita il controllo sulla vita della vittima e limita le sue possibilità di fuga o di diventare indipendente.
  • Emotivo:Usare bugie ed emozioni per manipolare la vittima, facendola sentire in colpa e assumendosi la colpa per il comportamento dell'aggressore.

Altri tipi specifici di abuso possono avvenire sotto forma di:

piangere senza motivo
  • Mutilazione genitale:Descritto come forte circoncisione femminile nelle ragazze giovani. Questo viene fatto e condonato in alcune culture al fine di mantenere la purezza e la castità di una ragazza.
  • Delitti d'onore e abusi: La violenza domestica a volte può degenerare in un delitto d'onore, compiuto per mantenere o ripristinare l ''onore' o il 'prestigio' di una famiglia. Di solito, gli omicidi vengono commessi da un padre quando sente che la figlia ha causato vergogna al loro nome o da un marito se la moglie ha tradito o cerca di abbandonare la situazione abusiva.
  • Abuso di appuntamenti:Colpisce principalmente le ragazze coinvolte nelle relazioni. Statisticamente, 1 adolescente su 5 subirà aggressioni o abusi per mano del proprio ragazzo. Secondo recenti sondaggi condotti dalla campagna 'End Violence Against Women', circa il 40% delle ragazze vive attualmente una relazione abusiva.

Come società, tendiamo a considerare l'abuso fisico come il tipo di abuso più dannoso. Tuttavia, qualsiasi forma di abuso, come quelle sopra elencate, può essere ugualmente dannosa e può portare a profondi problemi psicologici e mentali come depressione e PTSD.

SEGNI DI ABUSO DOMESTICO:

Liti, conflitti e disaccordi sono una parte normale di una relazione sana e rispettosa. Può quindi essere difficile capire a che punto finisce la normalità e inizia l'abuso. Gli aggressori sono dei manipolatori esperti. Esteriormente, possono essere estremamente affascinanti e 'normali'. La vittima spesso rimane intrappolata in una relazione violenta senza nemmeno rendersene conto. Tuttavia, le famiglie e i propri cari a volte possono riconoscere i segni. Se ritieni che tu o qualcuno che conosci stiate subendo abusi, questi sono alcuni segnali a cui prestare attenzione:

  • Comportamento geloso, controllante o possessivo- Ad esempio, l'aggressore controlla continuamente la vittima, chiede dove si trova, con chi è, ecc. L'aggressore si arrabbia se non è subito disponibile o se trascorre del tempo con altri amici.
  • Isolamento- L'abusante elimina sistematicamente tutto e tutti nella vita della vittima e la isola completamente in modo che non abbiano nessun altro su cui dipendere, tranne l'aggressore. Ad esempio, potrebbe rifiutarsi di lasciare che la vittima lavori, faccia visita ad amici e familiari o prenda parte ad attività sociali. L'isolamento è un altro modo per esercitare il controllo totale.
  • Comportamento critico- L'abusante denuncia verbalmente o insulta la vittima. Sono critici nei confronti dell'abbigliamento, dell'aspetto e delle scelte della vittima al fine di degradare la vittima e farla sentire inutile.
  • Invade la privacycontrollando le telefonate, le e-mail, ascoltando i messaggi vocali, leggendo e controllando cose personali ecc.
  • Incolpare la vittima- L'aggressore trova un modo per incolpare la vittima delle sue azioni dicendo cose come,'Se mi ascoltassi, non dovrei picchiarti.'
  • minacce- L'abusante esercita il controllo utilizzando minacce e manipolazione emotiva; per esempio dicendo cose come:se mi lasci, mi ucciderò.
  • Colpa- Gli aggressori usano il senso di colpa per ottenere ciò che vogliono o spiegare le loro azioni.
  • L'abusanteforza sesso o atti sessuali.
  • Violenza- L'aggressore diventa violento e distruttivo quando si arrabbia o sotto l'effetto di droghe o alcol.

Sebbene molti dei segni sopra elencati siano psicologici e non sempre possono essere visti, i seguenti segni fisici possono essere esibiti da una vittima di abuso:

  • Cambiamento nell'aspetto- per esempio, i loro capelli, vestiti o trucco;
  • Essereriservato e timoroso;
  • Cambiamento di personalità- per esempio una persona precedentemente allegra può improvvisamente diventare piangente, imbronciata o essere nervosa e spaventata;
  • Visualizzazione di un fileimprovvisa mancanza di fiducia o mancanza di interessenelle attività quotidiane, amici, scuola o lavoro;
  • Evitare amici e familiari;
  • Annullamento dei piani, scegliendo invece di uscire sempre con la loro dolce metà;
  • Lividi o graffi;
  • Aumento dell'uso di droghe o alcol;
  • Ansioso;
  • Depresso.


Fonte: pexels.com

vergogna psicologia

La maggior parte degli autori di abusi mostrerà alcuni dei tratti sopra menzionati all'inizio di una relazione. A volte, le donne tendono a considerarli come tratti caratteriali bizzarri o una forma di amore; ma in realtà, questi dovrebbero essere visti come segni premonitori di possibili abusi domestici. Non è raro che le vittime di abusi neghino la loro situazione. In questi casi, i membri della famiglia dovrebbero sforzarsi di sensibilizzare la situazione e aiutare in ogni modo possibile.

ABUSO DOMESTICO: FATTI

Secondo l'Organizzazione delle donne delle Nazioni Unite (UN Women), la violenza domestica è una preoccupazione crescente a livello globale e lo è da decenni. Al fine di intraprendere azioni contro gli abusi domestici nel 1993, l'Assemblea generale delle Nazioni Unite ha pubblicato una 'Dichiarazione sull'eliminazione della violenza contro le donne'. Tuttavia, più di due decenni dopo, il problema degli abusi domestici continua a crescere. Questo nonostante le leggi su molestie sessuali, abusi domestici e stupri coniugali siano state approvate in oltre 120 paesi.

Alcuni fatti aggiuntivi e scioccanti:

  • 35% donne a livello globalesono vittimedi qualche forma di abuso domestico (che è approssimativamente1 donna su 3);
  • Secondo le statistiche del 2012, la metà di tutte le donne vittime di omicidio a livello globale erano state precedentemente vittime di violenza domestica e sono state uccise dal coniuge o da un'altra persona significativa;
  • Meno del 40% delle vittime di violenza domestica si fa avanti per denunciare un crimine o per ottenere aiuto;
  • Ogni anno, oltre 3 milioni di bambini (solo negli Stati Uniti) testimoniano e sono colpiti da relazioni violente. Molti di questi bambini crescono sviluppando problemi psicologici o comportamentali, abuso di sostanze e continuano a diventare loro stessi autori di abusi e vittime.
  • Le leggi in 37 paesi proteggono uno stupratore dall'accusa se è sposato con la vittima o se decide di sposarla dopo aver commesso il crimine.

In breve, le donne non stanno ricevendo la giustizia che meritano. Questo è uno dei motivi principali per cui le persone devono essere più esplicite sugli abusi domestici. Quando la violenza domestica non viene denunciata o non viene punita, si crea un ciclo multigenerazionale di abusi in cui gli autori credono che le loro azioni siano giustificate e in cui le vittime sentono di meritare di essere maltrattate. In questo modo, l'abuso e la violenza sono diventati uno stile di vita normale per l'aggressore e le sue vittime.

Spesso quando la violenza aumenta, l'abuso domestico può portare a omicidi domestici. Armate di fatti come questi, perché le donne rimangono in rapporti violenti o si rifiutano di parlare? Il più delle volte, hanno paura delle ripercussioni o sono stati portati a credere che anche loro saranno puniti dalla legge, e talvolta perché non credono di essere vittime.

SEI VITTIMA DI VIOLENZA DOMESTICA?

Non sei sicuro di aver bisogno di aiuto? Ti stai chiedendo se qualche brutto litigio con il tuo coniuge equivalga a maltrattamenti domestici?

L'angoscia emotiva e la convivenza con gli abusi possono rendere difficile identificare se sei una vittima o meno. Ma se ci stai pensando, è probabile che tu sia o sei stato vittima di qualche forma di abuso.

Se hai riscontrato due o più dei segni sopra elencati e se ti stai interrogando, potrebbe essere il momento di chiedere aiuto o di avere una conversazione con qualcuno. Molti strumenti e valutazioni di auto-screening sono disponibili online per aiutarti a capire se potresti essere vittima di abusi domestici. È importante notare che questi strumenti non sono una diagnosi professionale, ma piuttosto una guida per aiutarti a metterti in contatto con i professionisti appropriati.

COME OTTENERE AIUTO:

Non sorprende che possa essere molto difficile per le vittime di violenza domestica farsi avanti per una miriade di ragioni; che vanno dalla paura del disonore sociale, la paura di perdere il vincitore del pane (se il marito va in prigione o esce dalla famiglia), il desiderio di proteggere o proteggere i bambini e l'altra famiglia dalla situazione, essendo così isolati socialmente e finanziariamente non hanno nessuno che li aiuti o semplicemente essere troppo spaventati per denunciare il crimine. Inoltre, molte vittime tendono a incolpare se stesse. Sentono di essere stati in qualche modo trovati privi per giustificare un simile comportamento.

Qualunque sia la ragione, non è mai accettabile rimanere in una relazione violenta e violenta. Non si può sottolineare abbastanza che la colpa della violenza domestica è ai piedi dell'aggressore. Le statistiche mostrano che nel tempo il ciclo violento diventa tipicamente più frequente e aumenta di gravità (spesso portando alla morte o gravi traumi fisici e psicologici). L'abuso raramente si ferma o scompare. Permettendogli di continuare, il ciclo della violenza va avanti. Pertanto, se ti trovi in ​​una situazione di abuso è importante ottenere aiuto per te stesso e per i tuoi figli (se presenti) il prima possibile.


Fonte: pexels.com

L'aiuto è prontamente disponibile per le vittime di abusi domestici in molti modi diversi. Ventiquattro hotline di emergenza dovrebbero essere disponibili nella vostra zona. L'anonimato e la riservatezza saranno mantenuti durante queste chiamate, se lo desideri. Le hotline per le crisi sono un buon punto di partenza se stai cercando di ottenere aiuto, ricevere supporto o semplicemente parlare con qualcuno di quello che stai passando. Altri luoghi in cui è possibile cercare aiuto sono gli ospedali, presso la stazione di polizia locale, un rifugio per donne, un'organizzazione comunitaria, una chiesa, persino il medico di famiglia o un altro operatore sanitario. Può anche essere il tuo parrucchiere, il tuo vicino o l'assistente all'infanzia dei tuoi figli. L'importante è parlare con qualcuno in modo che possa aiutarti a ottenere il supporto di cui hai bisogno.Se ti trovi in ​​una situazione violenta, hai bisogno di aiuto immediato o senti che la tua vita potrebbe essere in pericolo, chiama immediatamente i servizi di emergenza e abbandona la situazione se possibile.Se hai bisogno di un rifugio immediato, i ricoveri delle donne sono aperti ventiquattr'ore su ventiquattro; sono sicuri, protetti e gratuiti. La maggior parte dei rifugi consentirà a te e ai tuoi figli di rimanere per settimane e mesi o per tutto il tempo necessario per uscire dalla situazione di abuso.

COME PARTECIPARE:

Ogni anno il 25 novembreth, usando un nastro bianco come simbolo della loro causa, le persone in tutto il mondo marciano e organizzano eventi per sensibilizzare su questo problema. Questa data è stata scelta dall'Assemblea generale delle Nazioni Unite come Giornata ufficiale per l'eliminazione della violenza contro le donne. Le iniziative promettenti sono per educare la società, promuovere l'uguaglianza e dimostrare che la violenza contro le donne non è normale. Non è maschile, non va bene.

Il primo passo verso l'eliminazione della violenza contro le donne o degli abusi domestici è la consapevolezza. Dobbiamo sapere cosa sta succedendo per fermarlo. Dobbiamo rimuovere lo stigma e il giudizio associati alle vittime di abusi domestici. Dobbiamo credere alle loro storie e dobbiamo incoraggiare uomini e donne a farsi avanti e denunciare il crimine. Russell Wilson, quarterback della NFL Seattle Seahawks, ha espresso il meglio quando ha detto,'Più scegliamo di non parlare di violenza domestica, più evitiamo il problema, più perdiamo.'

Non importa quanto sia difficile, le donne hanno bisogno di parlare, di comunicare, di condividere le loro storie. Più uomini come Russell Wilson devono assumersi la causa e lottare per eliminare la violenza domestica attraverso l'educazione e la comprensione.