Il bias dell'osservatore può causare problemi nel rapporto con altre persone?

Fonte: rawpixel.com



Non importa quanto oggettivi pensiamo di essere, portiamo in giro almeno alcuni pregiudizi. Molti di questi pregiudizi vengono appresi e ci aiutano a prendere scorciatoie per determinare cosa vorremmo e cosa non ci piacerebbe; come la preferenza per certi cibi rispetto ad altri, l'antipatia per le zone desertiche o le nostre scelte musicali.



L'errore di pregiudizio

Molte delle nostre nozioni preconcette sono così sottili e così profondamente integrate che non riconosciamo che siano lì. Molti di loro hanno a che fare con pensieri stereotipati su altre razze, religione o sesso opposto. Secondo la definizione di bias dell'osservatore, questo può presentare gravi conseguenze per un ricercatore che già prepara mentalmente le conclusioni prima dello studio vero e proprio.



A causa di un'opinione preformata, le sue osservazioni saranno naturalmente conformi alle sue aspettative. Un primo esempio di questo è stato uno psicologo, Cyril Burt (3 marzo 1883-10 ottobre 1971), meglio conosciuto per il suo lavoro sul QI ereditario. Credeva che i bambini di basso status economico avessero più probabilità di avere un'intelligenza inferiore rispetto a quelli che provenivano da uno stato economico più alto. Gran parte del suo lavoro statistico che includeva studi di casi e i risultati del test del QI fu successivamente liquidato come pregiudizio dell'osservatore, ma la sua influenza sul sistema educativo fu abbastanza grande da permettere all'Inghilterra di separare le classi economiche per tutti gli anni '60, con le classi medio-alte. i bambini della classe che frequentano le scuole più privilegiate e i bambini della classe inferiore che frequentano quelle meno desiderabili.

perché continuo a svegliarmi alle 4 del mattino

Fonte: pixabay.com



Uno dei più grandi pregiudizi dell'osservatore è nell'associazione di genere. In genere, abbiamo idee preconcette sulle differenze nelle capacità maschili e femminili. Le nostre osservazioni possono dirci che un uomo che lavora all'uncinetto ha un forte lato femminile, non che trovi qualcosa di rilassante da fare con le dita. Allo stesso modo, un ricercatore la cui opinione è che le ragazze siano meno capaci di capire la matematica rispetto ai ragazzi può concentrarsi di più su come stanno andando i ragazzi e meno sulle ragazze di successo. Può giustificare le qualità delle abilità matematiche di una ragazza affermando che ha dovuto studiare di più e impiegare più tempo per arrivare alle sue soluzioni matematiche rispetto ai ragazzi.

Il pregiudizio attore-osservatore

Se anche i pregiudizi dei ricercatori annullano la scoperta dei loro studi scientifici, i pregiudizi attore-osservatore della nostra vita quotidiana generano una curva di realtà completa. Come attore-osservatore, siamo influenzati sia dal comportamento che dalle nostre azioni. Abbiamo un'aspettativa che le azioni degli altri non siano conformi alle nostre. Se qualcuno è in ritardo per un appuntamento, potremmo credere che sia scortese e stia inventando scuse per essere in ritardo, ma se perdiamo i nostri appuntamenti di venti minuti, è perché è successo qualcosa di inaspettato che abbiamo dovuto affrontare prima.



Fonte: pixabay.com

Tendiamo a considerare le nostre azioni in modo più favorevole rispetto a quelle degli altri. Potremmo essere arrabbiati con qualcuno che taglia davanti a noi mentre stiamo navigando alla velocità designata, ma si sente molto giustificato nel farlo da soli se abbiamo fretta di arrivare in tempo. Va bene per noi essere snippy e dire qualcosa di scortese all'addetto alle vendite perché stiamo passando una brutta giornata, ma ci arrabbiamo molto se qualcuno ci dice qualcosa di scortese.

Il nostro pregiudizio attore-osservatore è ciò che ci fa vedere le cose in modo diverso sulla scena di un incidente rispetto agli altri osservatori intorno a noi. I nostri occhi possono individuare il tipo di abbigliamento che la persona indossava e il colore del veicolo, mentre un altro potrebbe aver notato la razza, l'età e il sesso della persona coinvolta e se c'era o meno più di una persona nel veicolo.

Bias attore-osservatore influenze



I nostri pregiudizi influenzano il modo in cui vediamo gli altri e interpretiamo i loro comportamenti. Hanno anche un effetto secondario sul modo in cui interagiamo come gruppo. I comportamenti di gruppo sono determinati da un accordo generale dei partecipanti. Possono essere formalizzati in club o clan specifici, con regole comportamentali ben definite o con la collaborazione di un gruppo di persone con interessi simili.

Come popolo sociale, gravitiamo verso persone i cui comportamenti, punti di vista e interessi sono compatibili con i nostri. Formando le nostre amicizie e alleanze, sviluppiamo un senso di lealtà verso il gruppo nel suo insieme. Diventiamo più incoraggiati in ciò che diciamo e facciamo a causa della struttura di supporto del gruppo. Possiamo anche essere portati a concordare con informazioni che non supportiamo veramente o che troviamo errate.

Fonte: pixabay.com

La disponibilità delle persone a prestare il consenso alle informazioni che sanno essere errate è stata dimostrata attraverso una serie di studi ora noti come Asch Conformity Experiment. Il test semplice ha utilizzato due file di tre stringhe di varie dimensioni. In uno studio generale, i partecipanti hanno chiesto di identificare la corrispondenza corretta in base alla dimensione hanno dato la risposta corretta il 98% delle volte. Tuttavia, quando sono stati assegnati a un gruppo di controllo che ha fornito intenzionalmente la risposta sbagliata, il settantacinque per cento ha dato la stessa risposta del gruppo di controllo errato.

Fattori che contribuiscono alla conformità nelle relazioni di pregiudizio dell'osservatore

Asch ha continuato con i suoi studi di conformità per determinare quali fattori hanno influenzato il modo in cui le persone interagivano e si comportavano e fino a che punto si conformavano. Le sue scoperte furono coerenti.

  • La conformità aumenta in gruppi fino a quattro o cinque persone. Tuttavia, la persona che non si è conformata al piccolo gruppo di sei è improbabile che si conformi a un gruppo di numeri più grandi.
  • La conformità aumenta quando l'attività diventa troppo difficile da gestire individualmente. La persona cercherà informazioni sugli altri membri del gruppo.
  • La conformità aumenta quando altri membri del gruppo hanno uno status sociale più elevato. Le persone tendono ad associare uno status più elevato a potere, vantaggi educativi, esperienza e conoscenza che superano il proprio.
  • La conformità diminuisce durante le conversazioni private o quando un membro non conforme trova supporto da un altro membro.

Fonte: flickr.com

L'unico disaccordo tra i ricercatori di scienze comportamentali è nelle motivazioni di coloro che inizialmente si conformano anche se sapevano che la risposta non era corretta. Molti credono che il desiderio di conformarsi potrebbe non essere così prevalente come il desiderio di evitare il conflitto.

Bias dell'osservatore online

Non c'è niente di meglio nel rivelare come i pregiudizi dell'osservatore causino problemi nel relazionarsi con le persone che nell'arena del social networking. Pensato per essere un modo conveniente per rimanere in contatto con la famiglia, gli amici e le comunità online di interessi simili, è diventato un'autostrada esplosiva della politica bipartisan con linee chiaramente tracciate. Anche i legami dei vecchi compagni di classe vengono scossi sotto il bombardamento di visioni opposte.

Meme, videoclip e articoli di notizie vengono utilizzati come armi, spesso senza prima verificare se le informazioni provengono da una fonte affidabile. Bloccato nella conformità del loro gruppo, sostenuto da altri membri, il pregiudizio dell'osservatore diventa sempre più radicale invece di creare un ponte di cooperazione e comprensione reciproche.

La nostra realtà fisica

C'è una differenza fondamentale tra il modo in cui ci relazioniamo online e il modo in cui ci relazioniamo al mondo fisico. Siamo più timidi nel portare i nostri pregiudizi con noi nelle nostre comunicazioni individuali. Gli argomenti di cui possiamo discutere abbastanza apertamente su un forum online saranno in genere limitati solo a poche persone affidabili che sappiamo non faranno confronti diretti di opposizione.

Fonte: pxhere.com

È scomodo parlare al di fuori del gruppo, ma portiamo comunque con noi i nostri pregiudizi. I nostri comportamenti ci tradiscono, anche quando non articoliamo i nostri pensieri e sentimenti.

Possiamo assumere una posizione difensiva in un contesto in cui la maggioranza ha una visione opposta e isolarci con osservazioni che mettono in discussione l'intelligenza del gruppo o la qualità della loro vita sociale. Potremmo chiuderci a un argomento persuasivo mentre rovistiamo nella nostra mente per una replica che non ha nulla a che fare con l'affrontare le informazioni presentate. Potremmo provare a sminuire o proteggere l'oratore, diminuendo così l'effetto del dibattito.

Dal pregiudizio attore-osservatore all'obiettività

L'obiettività è l'insieme di abilità più critico necessario per amministratori, manager, diplomatici, scrittori e leader nazionali, ma l'obiettività è uno dei punti di vista più sfuggenti. Portiamo i nostri pregiudizi appresi nella nostra vita quotidiana e, come attore-osservatore, interpretiamo i comportamenti degli altri in modo diverso da come interpretiamo i nostri.

Il pregiudizio dell'osservatore può causare problemi nel relazionarsi con le persone? Comunichiamo le nostre aspettative sugli altri attraverso i nostri comportamenti. Classifichiamo le persone in base all'età, alla taglia e al sesso, quindi creiamo sottocategorie per capelli, occhi, carnagione e il modo in cui si vestono prima ancora di aprire la bocca.

Fonte: rawpixel.com

Comunichiamo le nostre negatività attraverso il linguaggio del corpo, ponendo un palcoscenico immediato per l'opposizione. L'opposizione non si traduce necessariamente in un confronto aperto, ma è spesso espressa come evitamento o mancanza di cooperazione.

L'opposizione può essere trasformata in uno strumento per esaminare la tua obiettività. Visualizzando te stesso come la persona che ha appena ricevuto l'avviso che sua figlia ventenne è stata bocciata dal college, potresti perdonare l'atteggiamento scontroso del tuo vicino. Ascoltando le idee di un collega, hai deciso che non ti piaceva perché veniva da un quartiere di alta classe, potresti trovare la tua immaginazione accesa.

Come società, non possiamo essere sempre d'accordo con tutto e non dovremmo. L'accordo universale crea stagnazione. L'opposizione che si sperimenta può portare a un cambiamento positivo. Accettando la sfida dell'obiettività invece dell'influenza dei nostri pregiudizi e prendendo decisioni basate sui fatti, possiamo diventare parte di quella forza misteriosa che trova modi progressivi per gestire problemi difficili e trasforma i comportamenti negativi in ​​positivi.

Fonte: rawpixel.com

Se hai bisogno di aiuto nell'interazione sociale o soffri di un disturbo dell'umore come depressione, ansia o bipolare, contatta un medico che può aiutarti. Su http://www.BetterHelp.com/start/ puoi trovare un consulente pronto ad aiutarti in qualsiasi momento e, soprattutto, sono autorizzati ed esperti, altrettanto qualificati come un medico di persona!