A volte mi sento come se odio i miei figli: sono un cattivo genitore?

Se stai leggendo questo articolo, è probabile che tu abbia avuto pensieri negativi quando si tratta di genitori e famiglia. Anche se la maggior parte avrebbe troppa paura di ammetterlo, molti genitori hanno avuto un momento in cui il pensiero 'Odio i miei figli' ha attraversato le loro menti. Potrebbe essere stato in un momento che passa rapidamente, come quando eri sopraffatto e i tuoi ragazzi erano irrispettosi. O per alcuni, pensare 'odio i miei figli' o 'odio la mia vita' può essere un'ossessione costante che ti fa sentire un genitore inadatto.

1818 numero angelico

Il solo pensiero 'odio i miei figli' o 'odio la mia vita' non è nulla di cui vergognarsi. E non significa che sei un pessimo genitore. In qualche modo, ha senso. Tutti amiamo i nostri figli; tuttavia, a volte, possiamo diventare oberati di lavoro e sopraffatti. Il New York Times ha scritto di come la genitorialità potrebbe metterti sotto pressione, come descritto nel primo libro di Jennifer Senior. Questo per aiutarti a capire che, a parte la politica, la società e altri eventi della vita che ti travolgono, la genitorialità potrebbe farti provare odio per i tuoi figli.




Ciò è particolarmente vero quando si crescono figli dove trascorriamo giorni su giorni e anni dopo anni a prenderci cura di qualcuno che dipende da noi ma è anche spesso esigente e stimolante. Naturalmente, questo potrebbe generare alcuni sentimenti negativi. La chiave per superare il pensiero è ammettere prima che a volte senti 'odio la mia vita' e poi capire perché. Inoltre, trovare una soluzione per affrontare questo pensiero negativo quando si presenta.





Ammettere che c'è un problema

Quando i nostri figli nascono, non vengono con un manuale. Persino le famose guide all'educazione dei bambini del dottor Spock non possono affrontare tutte le infinite possibilità di cose che i genitori incontreranno mentre cerchiamo di modellare i nostri figli in adulti sani, sicuri di sé e a tutto tondo. Quando teniamo in braccio i nostri bambini per la prima volta, siamo al settimo cielo e abbiamo così tante speranze e sogni per il nostro futuro come famiglia.



Ma la vita raramente va come previsto. Sorgono fattori di stress, avvengono divorzi, le persone si ammalano e talvolta si verifica la morte. Anche gli eventi della vita quotidiana possono diventare fonte di paura, ansia e rabbia. Il pensiero 'odio i miei figli' per quanto orribile possa sembrare, è probabilmente un prodotto di queste emozioni. Se guardi più in profondità, probabilmente scoprirai che in realtà non odi i tuoi figli, ma invece non ti piace il loro comportamento o la tua attuale situazione familiare. La cosa importante qui è capire esattamente cosa sta creando il disprezzo emotivo che provi a volte quando si tratta dei tuoi figli. Questo è il primo passo verso la libertà.



Fonte: littlerock.af.mil



Soddisfare esigenze infinite

L'assistenza all'infanzia potrebbe diventare gravosa. I bambini hanno bisogni che non possono sempre soddisfare da soli. Anche il bambino più indipendente ha bisogno del tuo amore, sostegno e assistenza per diventare un adulto sano. Lo sai, quindi eserciti un'estrema pressione su te stesso per soddisfare perfettamente tutte le loro esigenze. Aiutarli è essenziale, ma la perfezione costante è irraggiungibile. Questo può portare a irritazione diretta a te stesso e al tuo bambino, oltre ad essere sopraffatto.

Un modo per combattere questo tipo di frustrazione è fare uno sforzo per conoscere veramente tuo figlio e le sue esigenze individuali peculiari. È qui che l'apprendimento delle cinque lingue dell'amore può aiutare enormemente. Forse il tuo bambino ribelle ha solo bisogno di più rassicurazioni (parole di affermazione) o abbracci (tocco fisico). Potrebbe essere che tuo figlio adolescente non apprezzi i tuoi atti di servizio (cucinare e pulire) perché vede e sente l'amore in modo diverso? Ottenere una migliore comprensione di ciò di cui tuo figlio ha bisogno da te può alleviare i conflitti, rendere la vita più facile a tutti in casa, aumentare la tua felicità momento per momento e quindi migliorare la tua vita familiare.



Affrontare le richieste



Quando i bambini vogliono qualcosa, possono essere molto insistenti nello spingerti a darlo a loro. Potresti sentirti un fallimento se li vedi come privati. Oppure potresti trovare le loro richieste eccessive estremamente irritanti. La verità è che, a un certo punto, le richieste potrebbero sopraffare la tua emozione. Il motivo è che non hanno sviluppato un giudizio maturo su ciò che è importante e cosa non lo è, puoi ritrovarti a risentirti del loro bisogno di tempo, energia e finanze. Quel risentimento può trasformarsi in una sensazione di odio se dura abbastanza a lungo.



È qui che stabilire limiti e aspettative può fare molto. Prendi Mary, una madre single di tre figli. Sebbene abbia sempre avuto uno stretto rapporto con la sua figlia di mezzo, Ava, i sentimenti di risentimento hanno iniziato a crescere quando l'undicenne ha sviluppato un atteggiamento ingrato. Una volta piacevoli viaggi di shopping si sono trasformati in giorni temuti quando il preadolescente ha iniziato ad aspettarsi regolarmente regali / dolcetti e il broncio quando le è stato detto di no. Non passò molto tempo prima che Mary odiasse portare sua figlia ovunque. A volte si sentiva come se odiassesua. Ma questo non era vero. Mary non odiava Ava; disprezzava il suo atteggiamento e il suo comportamento.



Per risolvere il problema, Mary ha stabilito dei limiti. Ava non è più autorizzata a chiedere nulla al negozio. Ci sono ancora momenti in cui Mary fa un regalo a sua figlia, ma non è previsto ed è decisamente più apprezzato. Poiché sia ​​la madre che la figlia sanno cosa aspettarsi, il timore per lo shopping si è dissipato ei viaggi sono di nuovo piacevoli. Di nuovo, stabilire limiti e aspettative farà molto bene a te e tuo figlio quando dovrai affrontare le richieste infinite.



Fonte: pexels.com



Responsabilità di giocoleria e proprie esigenze

Il peso della responsabilità come genitore a volte può sembrare insopportabile. Quando tuo figlio è ferito o turbato, lo aiuti a sentirsi meglio. Li mantieni al sicuro e protetti come devono essere.

Poiché mettiamo i nostri figli al primo posto, spesso rimandiamo qualcosa che vorresti fare o rinunciamo ai tuoi sogni più cari, almeno fino a quando i tuoi figli non saranno cresciuti. Non è insolito sentire che odi i tuoi figli quando devi mettere da parte i tuoi desideri e le tue aspirazioni per metterli al primo posto. Questo può inconsciamente portare all'amarezza. Potresti non essere in grado di capire quando si insinua una sottile amarezza e inizi a dimostrarlo. Per combattere i sentimenti di risentimento, cerca di bilanciare i bisogni / desideri della tua famiglia con i tuoi. All'inizio può sembrare difficile perché bilanciare le cose nella vita non è sempre facile. Tuttavia, il beneficio a lungo termine aiuterà la tua genitorialità e il tuo stile di vita a sembrare impeccabili.

Hai sempre desiderato tornare a scuola, ma non pensi di poterlo permettere o di trovare il tempo? Forse potresti seguire una lezione a semestre da un'università online. Trova il tempo per gli hobby che ti sono piaciuti prima di avere figli come il bowling o il Pilates, o anche solo per bere qualcosa o cenare fuori con vecchi amici. Trova un modo per inserire nel tuo programma le attività che ami. Trovare il tempo 'per me' può essere difficile, ma è assolutamente cruciale per la tua salute mentale. Dì no alla depressione e all'ansia trovando l'equilibrio.

Consideralo come apprendimento

I bambini sono piccoli e hanno così tanto da imparare! Quando arrivano nel mondo, tutto è nuovo per loro. A volte, ti dà gioia vederli scoprire felicemente il mondo che li circonda. La loro inesperienza può sembrare un peso quando devi raccontare o mostrare loro qualcosa più e più volte. Potresti essere ben consapevole che non è colpa loro se hanno così tanto da imparare. Allo stesso tempo, devi affrontare tutti gli errori che fanno parte dell'apprendimento.

Questo è stato sicuramente il caso di Ava, che ha dovuto imparare l'importanza di un cuore grato. Considerare ogni sfida come un'esperienza di apprendimento per entrambi può cambiare una visione negativa in una più positiva. Questo porta a un modo finale per combattere i pensieri negativi come 'Sento di odiare i miei figli': affermazioni positive. Ogni buon blog genitoriale molto probabilmente condividerà questo con te.

Affermazioni positive per i genitori

Fonte: unsplash.com

Invece di concentrarti sul genitore che sei, concentrati sul genitore che vuoi essere. Concentrati sul tipo di genitore che vuoi che i tuoi figli abbiano. È un potente trucco per la vita per affrontare i pensieri sbagliati. Soffermarsi sul passato non ti porterà da nessuna parte, ma stabilire l'intento per il futuro è un passo nella giusta direzione. È qui che possono entrare in gioco le affermazioni positive. Le opzioni sono infinite e personali, ma le seguenti sono un ottimo punto di partenza.

  • Sono fiducioso e sto crescendo nel mio ruolo di genitore.
  • Agisco in un modo che mostra rispetto per i miei figli.
  • Amo essere un genitore e quanta gioia mi dà il ruolo.
  • Ho ottime capacità di comunicazione e sono un buon ascoltatore.
  • Mi prendo il tempo necessario per prendermi cura dei miei bisogni in modo da poter essere un ottimo genitore.
  • La salute dei miei figli è una priorità per me.
  • La nostra casa è un luogo di pace e pazienza.
  • Stiamo creando bei ricordi delle attività che ci piacciono a casa nostra.
  • Tutti i miei figli si sentono al sicuro e onorati da me.
  • Sono la mamma / papà per cui i miei figli saranno sempre grati.

È tempo di allontanarsi dai pensieri negativi e dalle possibili ferite derivanti dalla genitorialità. Quando inizi a dire queste parole di affermazione a te stesso ogni giorno, la tua mente inizierà a riallinearsi, troverai pace e riacquisterai la felicità momento per momento.

Andando avanti

animale spirito marmotta

Provare odio verso i tuoi figli può mettere in difficoltà molti genitori, facendoli sentire come se in qualche modo abbiano fallito o non siano adatti a essere genitori. Foto brillanti sui social media, foto sulla copertina di diverse riviste e la pletora di libri sui genitori sul mercato che sollecitano una genitorialità ottimista possono aggravare questi sentimenti. Potresti sentirti come se fossi l'unica persona sul pianeta che lotta con i genitori. Fortunatamente, e, a volte, sfortunatamente, non è certo così. Praticamente ogni genitore lotta con gli alti e bassi della genitorialità quotidiana. La maggior parte può riconoscere, con il tempo e la fiducia, che essere madre o padre è un'enorme responsabilità che può occasionalmente suscitare sentimenti di risentimento, disperazione e persino odio. A volte potresti non sentire quell'amore genitore-figlio. Nonostante tutte le cose meravigliose e appaganti che la genitorialità ci porta, a volte, dobbiamo solo sfogarci. E durante questi momenti, potresti scoprire che sfogare un amico o un familiare non lo taglia del tutto. Perché quando ciò accade, BetterHelp è lì. Una piattaforma completamente anonima, BetterHelp ti consente di connetterti con una rete di professionisti autorizzati con anni di supporto ai genitori per essere i migliori genitori che possono essere (sia per il loro bene che per i loro figli). Leggi di seguito alcune recensioni dei consulenti BetterHelp, da parte di persone che hanno una serie di problemi genitoriali.

Recensioni del consulente

'Assolutamente brillante! Mi ha aiutato a uscire da un posto piuttosto buio e non è stato altro che utile! Per gli uomini che sono alla ricerca di un consulente che capisca cosa vuol dire essere un uomo nel mondo di oggi con una famiglia, con figli e responsabilità, lavoro, ecc., Sono rimasto estremamente colpito dalla sua capacità di scendere a questo punto e capire quello che ho stava parlando. È bravissimo anche ad arrivare alla radice del problema. Non c'è bisogno di sfogliare 8.000 parole per scoprire quale punto sta cercando di fare. Ha un talento per porre esattamente la domanda giusta in circa 2-3 frasi. Se stai cercando un consulente che non sia il tipico consigliere, è il tuo ragazzo! '

Pensieri finali

Anche se alcune persone non lo ammetteranno mai, come genitori, abbiamo tutti quei momenti in cui pensiamo, 'Mi sento come se odiassi i miei figli!'Ciò che accade dopo questi pensieri è ciò che conta davvero. Un orecchio imparziale e professionale può garantire che tu vada avanti nel modo più sano possibile. Essere genitori è difficile, ma non dovrebbe mai farti sentire come se non potessi prenderti cura di te stesso. Tutto ciò di cui hai bisogno sono gli strumenti giusti per aiutarti a ritrovare la tua felicità momento per momento. Fai il primo passo oggi.

Domande frequenti (FAQ)

È normale risentirsi di tuo figlio?

Alcuni momenti di risentimento verso tuo figlio fanno parte delle emozioni nella genitorialità. Essere genitori non è un affare da poco e consuma molto da te. A un certo punto, senti che il tuo mondo gira intorno ai tuoi figli e in un altro momento sei totalmente stufo di tutto. Non è il caso di risentirsi di tuo figlio, ma di risentirti per tutte le altre cose tranne tuo figlio. Il tuo risentimento può essere dovuto alle richieste eccessive, al comportamento inappropriato del bambino, alla pausa o alla totale cessazione dei tuoi obiettivi e alla felicità per la cura di loro e molto altro ancora. Questo non vuol dire che ti risenta tuo figlio. Sembra solo che sia così, e ogni genitore deve aver provato quella sensazione in certi punti del viaggio genitoriale. Molte persone scelgono semplicemente di tacere sulla sensazione.

È normale odiare tuo figlio adolescente?

'Odio' è una parola piuttosto forte e quindi può essere difficile per un genitore odiare. Tutto quello che provi per tuo figlio è amore. Tuttavia, potrebbero esserci alcuni problemi che ti faranno chiedere se lo odi. La verità è che l'odio non è per tuo figlio adolescente, ma per atteggiamenti o comportamenti peculiari del tuo adolescente. È normale provare frustrazione, delusione o rabbia con tuo figlio. In tutti questi sentimenti, è importante ricordare sempre che l'adolescente che sembri odiare ora era una volta un bambino che amavi molto. Questo ti aiuterà ad affrontare la causa dell'odio e non sfogare i tuoi sentimenti su tuo figlio.

Cosa vogliono gli adolescenti dai loro genitori?

Gli adolescenti sono in una fase critica del loro sviluppo fino all'età adulta. È un periodo in cui cercano di trovare un delicato equilibrio tra chi sono e chi stanno diventando. Stanno imparando a capire meglio se stessi e potrebbero non essere sempre il bambino che conoscevi. La buona notizia è che l'adolescenza può essere un punto debole per la genitorialità se solo tu sei in grado di dire di cosa ha bisogno il tuo adolescente. In generale, vogliono ciò che hanno sempre desiderato: amore, accettazione, sostegno, attenzione e incoraggiamento. Hanno bisogno di tutto ciò in modo modificato, più un po 'di libertà per essere quello che sono. Vogliono attenzione ma non quella eccessivamente protettiva. Vogliono l'accettazione e vogliono che tu ti fidi del loro giudizio mentre imparano a prendere decisioni. Vogliono l'amore in modo tale che non si sentano in gabbia da te. Vogliono che gli venga mostrato amore anche quando li stai correggendo. Soprattutto, una buona genitorialità adolescenziale richiede una comprensione delle peculiarità di tuo figlio.

Cosa succede quando una madre non si lega a suo figlio?

Il legame tra madre e figlio è estremamente necessario e fondamentale per il benessere di un bambino. Anche se potrebbe non essere lo stesso per ogni madre. Qualsiasi deviazione dal corretto legame è un problema. L'effetto risultante potrebbe essere disastroso. Quando una madre non è in grado di legare con suo figlio, il bambino può iniziare a mettere in discussione se stesso per l'incapacità della madre di connettersi. E per il bambino, non avere questo legame può causare problemi di comportamento e affrontare situazioni ed emozioni negative.

30 numero di angelo significato

Perché i genitori sono così duri con il figlio maggiore?

La ricerca e le esperienze di vita reale hanno dimostrato che i genitori di solito sono così duri con il figlio più grande. Ecco alcuni motivi. Il figlio maggiore è il primo figlio con cui i genitori stanno imparando l'arte della genitorialità. Quindi, hai la loro totale attenzione, quindi avresti molte regole e regolamenti a cui obbedire. Con più regole vengono più aspettative che devono essere seguite rigorosamente. Molti genitori diventano meno severi quando arrivano altri bambini. Pertanto, la rigorosa formazione impartita al bambino più grande può tornare utile per aiutare i bambini più piccoli. Queste e molte altre teorie rivelano perché i genitori potrebbero essere davvero duri con il figlio maggiore.

Cos'è il burnout della mamma?

È l'esaurimento provato dallo stress della genitorialità. È emotivo oltre che fisico. Il burnout della mamma potrebbe farti sentire stanco indipendentemente dalla durata del sonno. Potresti iniziare a risentirti di tuo figlio, sentirti un fallimento come genitore, ecc. Non fa bene alla salute di una mamma. Quando non hai la tua felicità momento per momento, influisce su di te emotivamente e sulla tua salute fisica per estensione. È molto importante riconoscere quando stai avendo un burnout e prendertene cura in modo da stroncarlo sul nascere. Nell'affrontare questa stanchezza genitoriale, ecco alcune cose che potresti fare. Il primo è rimanere in contatto con la tua comunità e le amicizie. Hai bisogno di tutto il supporto che puoi ottenere. Un'altra cosa è cercare di stare lontano dai social media per aiutarti a fare le cose che ti piacerebbe fare. Ciò non significa che dovresti rimanere completamente fuori, ma potresti dover limitare il tempo. Una maggiore comunicazione con il tuo partner può aiutarti ad alleviare un po 'di stress. E per i genitori single, non essere timido nel chiedere e ricevere aiuto. È molto importante affrontare lo stress cronico derivante dalla genitorialità.

Come posso destabilizzare mio figlio?

Alcuni modi per aiutare a distrarre tuo figlio includono passare del tempo a parlare e giocare con lui / lei. Cerca di evitare di bombardarli con programmi e routine rigorose. Dovresti anche assicurarti che il sonno non sia giocato. Un pisolino pomeridiano e una buona notte di sonno faranno del bene a tuo figlio. Puoi anche addestrare tuo figlio ad ascoltare come si sente il suo corpo. Quando possono dirti quei momenti che non si sentono molto bene, potrebbe permetterti di aiutarli a riposare e prevenire ulteriore stress. Potresti insegnare loro come affrontare gli errori perché sono una parte normale della vita. Anche come genitore è importante imparare a gestire il proprio stress, in modo da non trasferire lo stress a tuo figlio.

Come rompo le cattive abitudini di mio figlio?

I bambini non sviluppano cattive abitudini in un giorno. Le cattive abitudini crescono in un periodo di tempo e la rottura di tali abitudini non avverrà dall'oggi al domani. Le cattive abitudini potrebbero essere succhiarsi il pollice o mangiarsi le unghie o la dipendenza dallo schermo e molto altro ancora. Alcuni suggerimenti sono qui per aiutarti a rompere le abitudini. La prima cosa è riconoscere che è una cattiva abitudine. La prossima cosa è cercare le ragioni dell'abitudine. Dopo questo, puoi scegliere di parlarne con tuo figlio, ma evita di assillarlo. Ora dovresti prendere un sostituto per l'abitudine. È più come sostituire una cattiva abitudine con un'abitudine o un valore positivo. Puoi anche impostare alcuni promemoria delicati per aiutarti. Sistemi di motivazione e ricompensa possono essere impiegati per stimolarli a fare meglio.

L'annuncio, se diventa troppo serio per essere gestito da te, è necessario che parli con un consulente o un terapista per salvare tuo figlio dalle abitudini e dalle possibili conseguenze.