Tipi di disregolazione: definizione e differenze

Anche se il termine 'disregolazione' potrebbe non essere compreso immediatamente, la maggior parte di noi ha visto una disregolazione in un punto o nell'altro. La disregolazione è visibile nel negozio di alimentari quando i bambini si gettano a terra e non sono letteralmente in grado di calmarsi. La disregolazione può essere vista quando un partner amato inizia a singhiozzare a un piccolo 'no', apparentemente senza motivo. La disregolazione emotiva può anche essere vista quando un genitore sta stoicamente al funerale di una persona cara, apparentemente incapace di mostrare un vero senso di perdita emotiva o angoscia.

Fonte: rawpixel.com

Cos'è la disregolazione?

Il termine 'disregolazione' si riferisce più comunemente alla disregolazione emotiva (chiamata anche affettazione). La disregolazione emotiva è tutt'altro che una condizione semplice o di facile comprensione; può colpire persone con numerosi tipi diversi di disturbi, inclusi sia disturbi dell'umore inclusa la depressione che disturbi della personalità, come il disturbo borderline di personalità. La disregolazione emotiva è il termine clinico usato per descrivere uno stato emotivo difficile da controllare, inclusi modelli malsani di coping emotivo, una predilezione per gli scoppi di emozioni e un'incapacità o una lotta nell'esprimere le emozioni in modo efficace (se non del tutto).



La disregolazione emotiva non è considerata un disturbo in sé e per sé, ma è invece identificata come un sintomo di altri disturbi, inclusi disturbi della personalità, disturbi dell'umore e disturbi del comportamento. La disregolazione emotiva, si potrebbe sostenere, è uno dei sintomi principali del declino della salute mentale in generale, in quanto dimostra una relazione malsana con le interazioni emotive, lo stress, le relazioni e la vita quotidiana, comprese le battute d'arresto di tutti i giorni. Sebbene la disregolazione emotiva possa esistere da sola e possa esistere in individui che non hanno disturbi di alcun tipo, la disregolazione emotiva a lungo termine è tipicamente un chiaro sintomo che qualcosa è già in gioco, o che un disturbo emotivo o mentale è in arrivo.



In evidenza: disregolazione emotiva nel disturbo bipolare

La disregolazione emotiva è estremamente comune nel Disturbo Bipolare ed è spesso considerata una componente chiave in una diagnosi di Disturbo Bipolare. La disregolazione emotiva può essere vista negli episodi maniacali e depressivi sintomatici del Disturbo Bipolare e può manifestarsi come intensi attacchi di depressione e ansia, esplosioni di rabbia e sentimenti di panico, paranoia e confusione. Poiché la disregolazione emotiva può avere un impatto negativo sul modo in cui le persone si vedono, le persone con Disturbo Bipolare che sperimentano una disregolazione emotiva potrebbero provare vergogna e imbarazzo per i loro sintomi e per come si manifestano, portando a un aumento dei sentimenti di vergogna e isolamento, che a sua volta può alimentarsi ulteriormente. disregolazione emotiva. Nel Disturbo Bipolare, la disregolazione emotiva è tipicamente uno degli aspetti comunemente affrontati e elaborati in terapia.

Fonte: rawpixel.com

Il disturbo bipolare e il disturbo borderline di personalità sono spesso collegati, in parte a causa del legame tra loro e della disregolazione emotiva. Mentre il disturbo borderline di personalità manifesta una disregolazione emotiva sotto forma di continui sbalzi d'umore, bassa autostima e idee e comportamenti in continua evoluzione, il disturbo bipolare è più statico nella sua espressione, con periodi più lunghi tra episodi di depressione e mania. Mentre il BPD potrebbe dimostrare una tendenza a cambiare umore e comportamento nel giro di poche ore, il Disturbo Bipolare mostra più comunemente una disregolazione emotiva attraverso lunghi periodi di mania (di solito da poche ore a pochi giorni, sebbene siano state segnalate settimane di mania) e prolungato periodi di depressione (tipicamente della durata di almeno una settimana, ma comunemente della durata di due o più).



In evidenza: disregolazione emotiva nel disturbo borderline di personalità

Il disturbo borderline di personalità (BPD) è un disturbo di personalità caratterizzato principalmente da stati emotivi instabili, tra cui rabbia dirompente, ansia indebita e depressione opprimente. Questi stati d'animo in costante mutamento spesso creano modelli imprevedibili di comportamento e immagine di sé, e gli individui con Disturbo Borderline di Personalità spesso riferiscono di avere difficoltà nelle relazioni e nel funzionamento quotidiano. La disregolazione emotiva gioca un ruolo fondamentale nei sintomi del disturbo borderline di personalità ed è spesso uno dei sintomi chiave utilizzati per diagnosticare la condizione.

Sebbene il disturbo borderline di personalità non sia l'unico disturbo che dimostra una predilezione verso la disregolazione emotiva; in effetti, uno dei maggiori predittori sia della disregolazione emotiva che del Disturbo Borderline di Personalità è l'abuso emotivo (di tutte le forme) nell'infanzia, il che rende quasi necessario che i due coincidano. Nel disturbo borderline di personalità, la disregolazione emotiva si manifesta principalmente nell'imprevedibilità: le persone con il disturbo possono sperimentare periodi esplosivi di rabbia, gioia, paura e frustrazione, che vengono tutti espressi e coinvolti con poca attenzione o capacità di regolare l'espressione emotiva. Il disturbo borderline di personalità una volta aveva la reputazione di essere un disturbo particolarmente difficile da trattare, ma una maggiore comprensione dei componenti del disturbo borderline di personalità (inclusa la disregolazione emotiva) ha portato ad un aumento dell'efficacia del trattamento BPD.

I rischi della disregolazione emotiva

La disregolazione emotiva è problematica sia negli adulti che nei bambini per una serie di ragioni, una delle più pressanti è l'incapacità di far fronte in modo sano a fattori di stress, battute d'arresto e richieste. La regolazione emotiva gioca un ruolo nella vita di tutti i giorni e deve essere utilizzata per funzionare praticamente in tutti i compiti richiesti a scolari, studenti e dipendenti, e l'incapacità di regolare adeguatamente le emozioni può comportare difficoltà a rimanere a scuola, difficoltà a raggiungere voti ottimali e difficoltà a garantire e mantenere i posti di lavoro. Queste sono tutte parti fondamentali della crescita e del coltivare una vita adulta robusta e sana, rendendo la disregolazione emotiva una minaccia molto reale per la salute mentale e il benessere della popolazione.



Fonte: rawpixel.com

Trattamento della disregolazione emotiva

Trattare la disregolazione emotiva in genere non è questione di trattare il singolo sintomo, ma si tratta di trattare il maggiore disagio psicologico che circonda la disregolazione emotiva. Come discusso nei paragrafi precedenti, ci sono disturbi distinti spesso associati alla disregolazione emotiva, ma l'abbandono, l'abuso e il trauma dell'infanzia possono tutti svolgere un ruolo nella disregolazione emotiva, senza la necessità di un disturbo dedicato. Il trattamento della disregolazione emotiva può essere il primo passo, in particolare per i bambini, poiché questo è spesso il primo sintomo visibile del declino della salute mentale nei bambini, ma raramente è l'obiettivo principale del trattamento.

Altri aspetti della disregolazione emotiva

Sebbene alcuni dei disturbi associati alla disregolazione emotiva richiedano un intervento terapeutico significativo e possano anche richiedere farmaci, altri non richiedono interventi psicologici intensivi, come può essere il caso di disturbi come Disturbo da deficit di attenzione e iperattività (ADHD), Disturbo da deficit di attenzione (ADD) e disturbo oppositivo provocatorio (ODD). In questi casi, è probabile che si presenti una disregolazione emotiva, ma gli interventi sono spesso basati sulla scuola o erogati attraverso altri mezzi, come la terapia occupazionale. Negli individui con questi disturbi, la disregolazione emotiva si manifesta spesso sotto forma di controllo degli impulsi e può manifestarsi come difficoltà di concentrazione, difficoltà a seguire le indicazioni e difficoltà a rimanere seduti per lunghi periodi di tempo.

Il trattamento della disregolazione emotiva è importante per le persone di tutte le età, ma può essere particolarmente significativo nei bambini; aiutare i bambini a sviluppare sane capacità di adattamento e regolazione emotiva può ridurre i fattori di rischio per lo sviluppo di altri disturbi dell'umore e della personalità più avanti nella vita. Se, ad esempio, un bambino si presenta con sintomi di ansia elevata e conseguente disregolazione emotiva in prima elementare, trattare quei sintomi e impartire sane capacità di coping potrebbe mitigare (o ridurre notevolmente) la probabilità di sviluppare altri disturbi d'ansia come pressioni e difficoltà dell'approccio alla vita degli adolescenti e degli adulti. Sebbene la disregolazione emotiva possa essere trattata in età adulta, è meglio trattarla all'inizio del suo sviluppo, che è tipicamente durante l'infanzia.



I disturbi alimentari possono anche avere una disregolazione emotiva come sintomo, poiché un'alimentazione disordinata è spesso un meccanismo per far fronte ad altri problemi, tra cui bassa autostima cronica, traumi e disturbo ossessivo-compulsivo. Sebbene i disturbi alimentari non siano comunemente discussi insieme alla disregolazione emotiva, sono comunemente associati in un contesto clinico, poiché la disregolazione emotiva può essere al centro delle compulsioni presenti nei disturbi alimentari. Trattare la disregolazione emotiva è spesso uno dei passaggi inclusi nel recupero per le persone con disturbi alimentari, poiché imparare a gestire i trigger e le compulsioni è fondamentale per imparare a mangiare cibo per sostenere e sostenere la salute, piuttosto che usare peso, cibo e restrizione come un mezzo per far fronte.

Disregolazione emotiva: risultati

ambizione di successo
Fonte: rawpixel.com

Gli esiti associati alla disregolazione emotiva dipenderanno dalla condizione associata al sintomo; Il Disturbo Borderline di Personalità, ad esempio, potrebbe essere più difficile da trattare rispetto al Disturbo d'Ansia Generale e potrebbe richiedere sessioni terapeutiche più prolungate o più interventi e servizi aggiuntivi. La disregolazione emotiva è un sintomo comune di numerosi disturbi dell'umore e della personalità e, come tale, viene comunemente trattata in una terapia progettata per alleviare i sintomi delle diagnosi. Quando si cerca un trattamento per la disregolazione emotiva, tuttavia, è importante selezionare un terapeuta con cui creare fiducia; uno dei tratti più sorprendenti associati alla disregolazione emotiva è la difficoltà a fidarsi, quindi impegnarsi in una relazione terapeutica con un terapeuta e dover interrompere quella relazione a causa di una fiducia rotta o di incompatibilità può effettivamente far tornare indietro il processo.

La disregolazione emotiva viene trattata al meglio con l'aiuto di un professionista della salute mentale qualificato, come le persone che lavorano attraverso BetterHelp. Sebbene possa essere utile dedicare maggiore attenzione alla cura di sé e ai meccanismi di coping sani, molti dei modelli coinvolti nella disregolazione emotiva sono profondamente radicati e non vengono facilmente sradicati. I terapisti e altri professionisti della salute mentale sono dotati della formazione e degli strumenti per insegnare ai loro clienti come identificare le cause profonde del trauma e i meccanismi di coping inadeguati e lavorare per curare quei problemi alla radice, piuttosto che trattare il sintomo: la disregolazione emotiva.